adidas nmd city sock adidas nmd city sock adidas nmd city sock gum pack release date info adidas NMD R1 Trail adidas nmd city sock gum soles adidas nmd city sock gum pack adidas nmd city sock nmd city sock primeknit core blacklush blue adidas nmd city sock black gum where to buy adidas nmd city sock winter wool adidas nmd city sock primeknit s79150 core black adidas nmd city sock core black adidas nmd primeknit city sock black adidas nmd city sock core black lush blue release date adidas NMD R1 PK adidas nmd chukka receives og colorway NMD City Sock PK adidas nmd chukka 2 adidas NMD R1 Triple Black comparing og adidas nmd r1 nmd chukka

In questo numero

Self/less

sabato 12 Settembre, 2015 | di Massimo Padoin
Self/less
In sala
1
Facebooktwittermail
Voto autore:

Corpi vendesi o in affitto?
Quando la morte si accinge a raggiungerci poco si può da fare, un timore al quale l’uomo fin dalle sue origini ha cercato di trovare rimedio. Immortalità o eterna giovinezza, quale delle due o forse entrambe. L’unica legge che ancora l’uomo non ha trovato il modo di aggirare, se non nel mondo della narrativa.

Ora ammettiamo che un’organizzazione scientifica trovi il modo di scambiare la propria coscienza e i ricordi in un altro corpo, un corpo vuoto ma perfettamente funzionante.mediacritica_self_less_290 Una sorta di muta insomma, non sarà proprio l’elisir della vita eterna, certo, e pur sempre di un aggiramento si tratta, ma chi si sottoponesse a questo intervento sostanzialmente avrebbe la possibilità di continuare a vivere coscientemente la propria esistenza con un corpo nuovo, giovane e non malato. Tutto quello insomma che l’anziano miliardario Damian Hale ormai aveva perso, malato irrimediabilmente di cancro, e la tentazione di sottoporsi a questa rivoluzionaria operazione gli diviene irresistibile. Nessun affetto da abbandonare, se non una figlia con cui il rapporto è irrimediabilmente compromesso, per un uomo già destinato a morire da solo. Self/less parte da questo spunto fantastico senza cercare mai di caratterizzare particolarmente il proprio protagonista che, come nel più classico degli esempi, solo in punto di morte si rende conto di quanto il suo potere terreno sia irrilevante di fronte alla morte e di quanto la sua vita affettiva sia stata sterile. È una redenzione quella che porta Damian Hale a vivere una seconda vita, soprattutto una volta scoperto che il corpo in cui si trova non è stato ricreato in laboratorio, come gli era stato detto, ma era di un ex militare con moglie e figlia. Con il passare del tempo i ricordi dei due inizieranno a sovrapporsi e con ciò anche il tono della pellicola cambia andando a ingolfarsi in una trama sempre più smaccatamente action-thriller. Self/less ha talmente tanta coerenza nel suo procedere narrativo da esser banale, tutto segue il più ovvio sviluppo drammaturgico, un vecchio miliardario malato solo in punto di morte si rende conto di quanto sterile è stata la sua vita, perciò il caso decide di dargliene un’altra per sistemare ciò in cui non era riuscito in precedenza. Insomma lo spunto della tecnica di muta del corpo al servizio di uno sviluppo tanto scialbo di certo non aiuta una pellicola che, in più di un’occasione, sembra non avere le idee chiare sul dove indirizzarsi. In tutto ciò, quello che forse delude di più in Self/less è che non si ritrova nulla delle scelte estetiche coraggiose e kitsch, di una commistione tra arte alta e bassa, tipiche del suo regista Tarsem Singh. Self/less è una pellicola che si perde nella sua prevedibilità, e nell’incapacità reale di coinvolgere emotivamente, spettacolarmente o intellettualmente lo spettatore.

Self/less [id., USA 2015] REGIA Tarsem Singh.
CAST Ryan Reynolds, Ben Kingsley, Natalie Martinez, Matthew Goode.
SCENEGGIATURA David Pastor, Àlex Pastor. FOTOGRAFIA Brendan Galvin. MUSICHE Dudu Aram, Antonio Pinto.
Thriller/Fantascienza, durata 117 minuti.

One Comment

  1. Veronica says:

    Vi leggo spesso, siete bravi. Spiace dirlo ma questa è una recensione davvero brutta. Scritta male sin dal titolo. Parlare (ripetutamente) della trama e poco altro equivale a tutti i difetti imputati al film

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

adidas yeezy boost 350 turtle dove transcends sneakers adidas yeezy 350 boost turtle dove restock re release adidas yeezy 350 boost black release date yeezy 350 boost low yeezy boost 350 pirate black yeezy boost 350 low adidas yeezy boost 350 v2 black white yeezy boost 350 moonrock adidas yeezy 350 boost moonrock release date moonrock yeezy 350 boost legit real fake on foot look adidas yeezy boost 350 oxford tan adidas yeezy boost 350 v2 zebra another look adidas yeezy boost 350 oxford tan even more images yeezy 350 moonrock release date adidas yeezy 350 boost black adidas yeezy 350 boost low heres where you can cop the black adidas yeezy 350 boost low adidas yeezy 350 boost low adidas yeezy 350 boost 10 reasons why the adidas yeezy 350 boost will sell out instantly