adidas nmd city sock adidas nmd city sock adidas nmd city sock gum pack release date info adidas NMD R1 Trail adidas nmd city sock gum soles adidas nmd city sock gum pack adidas nmd city sock nmd city sock primeknit core blacklush blue adidas nmd city sock black gum where to buy adidas nmd city sock winter wool adidas nmd city sock primeknit s79150 core black adidas nmd city sock core black adidas nmd primeknit city sock black adidas nmd city sock core black lush blue release date adidas NMD R1 PK adidas nmd chukka receives og colorway NMD City Sock PK adidas nmd chukka 2 adidas NMD R1 Triple Black comparing og adidas nmd r1 nmd chukka

In questo numero

Southpaw – L’ultima sfida

sabato 19 Settembre, 2015 | di Filippo Zoratti
Southpaw – L’ultima sfida
In sala
0
Facebooktwittermail
Voto autore:

Nessuno colpisce duro come la vita
Nel cinema di Antoine Fuqua il dialogo e la riflessione sembrano non esistere. Esistono le urla, le contrapposizioni manichee di Bene e Male, le caratterizzazioni estreme prive di sfumature.

Compendio di un sottogenere che nel corso dei decenni è stato rivoltato come un calzino, Southpaw – L’ultima sfida ricalca per l’ennesima volta la parabola “sportiva” di un essere umano che crolla a causa del destino cinico e baro per poi rinascere, facendo letteralmente a pugni con se stesso. mediacritica_southpaw_290La totale mancanza di originalità dell’intreccio deriva probabilmente dalle abnormi difficoltà produttive cui il progetto è andato incontro fin dalla sua genesi: nato nel 2010 come – udite udite – sequel di 8 Mile, il film ha nel corso dei 4 anni successivi assunto svariate forme narrative e dimensioni economiche, causa abbandono del protagonista Eminem e della casa distributrice (la DreamWorks) che ne aveva acquisito i diritti. Dalle proprie ceneri è risorta un’opera energetica e rabbiosa molto ma molto rap – pure troppo –, sceneggiata alla bell’e meglio da Kurt Sutter (creatore delle serie tv cult The Shield) e che da un punto di vista estetico-contenutistico è Fuqua-dipendente: quadrata e spigolosa, articolata in infinite scene madre divise a compartimenti stagni ed enfatica fino allo stordimento. A stupire più di ogni cosa è forse la curiosa ibridazione fra l’iperrealismo della messinscena e le grottesche esagerazioni di cui la vicenda è imbevuta fin dalla prima sequenza. Al pugile Billy Hope non manca nulla: è campione del mondo dei medio-massimi, ha una famiglia che lo ama alla follia e vive in una reggia. Tutti lo amano e tutti lo cercano, eppure il caro “The Great” è incacchiato col mondo, intrattabile e incapace di guardare ad un palmo dal proprio naso. Nonostante sia il suo pessimo modo di vivere a far presagire il peggio, è un evento dettato dal caso – un twist che eviteremo di anticipare, nonostante lo faccia già il trailer italiano – a distruggergli l’esistenza. Il dramma, affrontato con superficialità e sovraccarico di suoni, sudore, sangue e musica, travolge lo spettatore commuovendolo a colpi di déjà vu: gli allenamenti spartani ricordano quelli di Rocky, il nuovo mentore Forest Whitaker assomiglia dannatamente al Frankie Dunn di Million Dollar Baby, e nella continua tensione al fallimento riecheggiano i leit motiv di Città amara e The Wrestler. Potremmo definirli omaggi, ma più che altro assomigliano a frettolose imitazioni per dare spessore ad una trama convenzionale e lapalissiana, che nel rapporto fra il protagonista e la figlia sfocia nel ricatto emotivo e morale. E Jake Gyllenhaal? Ah già: dopo Lo sciacallo – Nightcrawler un’altra interpretazione da Oscar, che a maggior ragione assume i contorni del miracolo proprio perché calata nel mare di retorica (non inguardabile, ma ottusa) che le ruota attorno.

Southpaw – L’ultima sfida [Southpaw, USA 2015] REGIA Antoine Fuqua.
CAST Jake Gyllenhaal, Forest Whitaker, Rachel McAdams, 50 Cent.
SCENEGGIATURA Kurt Sutter. FOTOGRAFIA Mauro Fiore. MUSICHE James Horner, Eminem.
Drammatico/Sportivo, durata 124 minuti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

adidas yeezy boost 350 turtle dove transcends sneakers adidas yeezy 350 boost turtle dove restock re release adidas yeezy 350 boost black release date yeezy 350 boost low yeezy boost 350 pirate black yeezy boost 350 low adidas yeezy boost 350 v2 black white yeezy boost 350 moonrock adidas yeezy 350 boost moonrock release date moonrock yeezy 350 boost legit real fake on foot look adidas yeezy boost 350 oxford tan adidas yeezy boost 350 v2 zebra another look adidas yeezy boost 350 oxford tan even more images yeezy 350 moonrock release date adidas yeezy 350 boost black adidas yeezy 350 boost low heres where you can cop the black adidas yeezy 350 boost low adidas yeezy 350 boost low adidas yeezy 350 boost 10 reasons why the adidas yeezy 350 boost will sell out instantly