adidas nmd city sock adidas nmd city sock adidas nmd city sock gum pack release date info adidas NMD R1 Trail adidas nmd city sock gum soles adidas nmd city sock gum pack adidas nmd city sock nmd city sock primeknit core blacklush blue adidas nmd city sock black gum where to buy adidas nmd city sock winter wool adidas nmd city sock primeknit s79150 core black adidas nmd city sock core black adidas nmd primeknit city sock black adidas nmd city sock core black lush blue release date adidas NMD R1 PK adidas nmd chukka receives og colorway NMD City Sock PK adidas nmd chukka 2 adidas NMD R1 Triple Black comparing og adidas nmd r1 nmd chukka

Questa settimana

Il ritorno dello Jedi (1983)

sabato 19 dicembre, 2015 | di Alex Tribelli
Il ritorno dello Jedi (1983)
Speciale
3
Facebooktwittergoogle_plusmail
Voto autore:

SPECIALE STAR WARS
Quando il parere dei fan supera quello dell’autore
Il ritorno dello Jedi segna la conclusione della cosiddetta “trilogia classica” di Star Wars e archivia per più di un decennio l’ambizioso progetto originale di George Lucas. Come i due film precedenti, anche il terzo capitolo riscosse notevole successo anche se i fan, com’è noto, non apprezzarono appieno alcune scelte operate dal suo creatore.

Il film si compone sostanzialmente di due parti. Nella prima assistiamo alla liberazione di Ian Solo da parte di Luke Skywalker e compagni, fatto prigioniero da Jabba the Hutt. Nella seconda, invece, vediamo la battaglia galattica tra i Ribelli e l’Impero, combattuta su più fronti: sulla luna boscosa di Endor, nello spazio e all’interno della nuova Morte Nera ancora in costruzione. mediacritica_il_ritorno_dello_jedi_290È indubbio che Il ritorno dello Jedi sia un film spettacolare in grado di concludere dignitosamente la “trilogia classica”, dato che molte sequenze risultano particolarmente riuscite tanto da essere entrate nella memoria collettiva. Si pensi a tutta la prima parte ambientata nella fortezza di Jabba e nel deserto circostante. E si pensi all’incontro/scontro di Luke con Darth Vader e l’Imperatore – indubbiamente tra i cattivi più riusciti in assoluto nella storia del cinema, ai quali va aggiunto il Wilhuff Tarkin del Guerre stellari del ’77. Tuttavia, il film cade nella banalità quando Ian Solo, Leila e i due droidi vengono catturati e successivamente aiutati dagli Ewok, una razza di simpatici – quanto odiati – “orsetti” che abitano la luna boscosa di Endor. Ci si aspetterebbe ben altro e, invece, la rimozione dello scudo protettivo della Morte Nera avviene grazie all’aiuto degli Ewok che riescono a sconfiggere, con relativa facilità, le guardie imperiali. I fan della saga non hanno mai perdonato a Lucas l’inserimento di queste creature come, allo stesso modo, non perdoneranno l’importanza data allo “stupido” personaggio di Jar Jar Binks nell’Episodio I – La minaccia fantasma. Ma al di là della scelta di Lucas, giudicata errata praticamente all’unanimità, i momenti migliori del film sono di grande impatto e prevalgono sulle debolezze. De Il ritorno dello Jedi esistono diverse versioni in quanto il suo creatore è più volte tornato a integrare la “trilogia classica” inserendo sequenze ed effetti speciali che i mezzi dell’epoca non permettevano di realizzare in modo credibile. Ma a tutto c’è un limite: l’aver sostituito il fantasma di Sebastian Shaw, uno dei tanti interpreti di Darth Vader/Anakin Skywalker, con quello di Hayden Christensen, interprete della “trilogia prequel”, è a dir poco insensato ed inaccettabile. Tutto ciò dimostra – come se ce ne fosse bisogno – che i fan quando si “appropriano” di un film, di una saga, di una serie TV, di un oggetto mediale in generale, lo difendono in tutto e per tutto anche al costo di scontrarsi con il suo autore.

Il ritorno dello Jedi [Star Wars: Episode VI – Return of the Jedi, USA 1983] REGIA Richard Marquand.
CAST Mark Hamill, Harrison Ford, Carrie Fisher, Billy Dee Williams, David Prowse, Ian McDiarmid.
SCENEGGIATURA George Lucas, Lawrence Kasdan. FOTOGRAFIA Alan Hume. MUSICHE John Williams.
Fantascienza, durata 131 minuti (versione originale).

Il ritorno dello Jedi (1983)
3.3 12 65%

3 Comments

  1. Stefano says:

    L’anello debole della trilogia originale. Bellissimo se guardato col filtro nostalgia ma bisogna essere ciechi per ignorarne i difetti.

  2. Un ewoks simile a lui says:

    All’ unanimità? Relativa facilità? Se non riuscivano a prendete il veicolo sarebbe finita male. La scena era presente in una dellestesure originali di GS. Ci fossero stati gli Wookie oggi non se ne parlerebbe cosi male. JJ è un caso a parte perché non c’ è

  3. Un ewoks simile a lui says:

    un ewok simile a lui. Al massimo si può fare il paragone con i gungan. L’ unico caso di film crticato per questa scelta e non per la regia, gli attori… L’ICA vwnne criticato per il ritmo, la narrazione… XD

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

adidas yeezy boost 350 turtle dove transcends sneakers adidas yeezy 350 boost turtle dove restock re release adidas yeezy 350 boost black release date yeezy 350 boost low yeezy boost 350 pirate black yeezy boost 350 low adidas yeezy boost 350 v2 black white yeezy boost 350 moonrock adidas yeezy 350 boost moonrock release date moonrock yeezy 350 boost legit real fake on foot look adidas yeezy boost 350 oxford tan adidas yeezy boost 350 v2 zebra another look adidas yeezy boost 350 oxford tan even more images yeezy 350 moonrock release date adidas yeezy 350 boost black adidas yeezy 350 boost low heres where you can cop the black adidas yeezy 350 boost low adidas yeezy 350 boost low adidas yeezy 350 boost 10 reasons why the adidas yeezy 350 boost will sell out instantly