adidas nmd city sock adidas nmd city sock adidas nmd city sock gum pack release date info adidas NMD R1 Trail adidas nmd city sock gum soles adidas nmd city sock gum pack adidas nmd city sock nmd city sock primeknit core blacklush blue adidas nmd city sock black gum where to buy adidas nmd city sock winter wool adidas nmd city sock primeknit s79150 core black adidas nmd city sock core black adidas nmd primeknit city sock black adidas nmd city sock core black lush blue release date adidas NMD R1 PK adidas nmd chukka receives og colorway NMD City Sock PK adidas nmd chukka 2 adidas NMD R1 Triple Black comparing og adidas nmd r1 nmd chukka

Questa settimana

Carol

sabato 9 gennaio, 2016 | di Eleonora Degrassi
Carol
In sala
4
Facebooktwittergoogle_plusmail
Voto autore:

La scoperta di un amore (e di sé)
Partendo dal romanzo di Patricia Highsmith The Price of Salt, Todd Haynes racconta la toccante e profonda storia d’amore tra Carol/Cate Blanchett e Therese/Rooney Mara. Dopo 13 anni da Lontano dal paradiso il regista, facendo eco al cinema classico hollywoodiano (Douglas Sirk), con Carol ricostruisce l’America degli anni ’50, piena di speranza ma anche di chiusure, bigotta e invidiosa.

Carol e Therese, diverse per ceto sociale (l’una, figlia di quella borghesia che ha saputo rialzarsi dall’esperienza bellica, l’altra solo una commessa), storia personale (la prima insegnante, madre, quasi ex moglie, la seconda single nonostante i vari pretendenti) e indole trovano l’una nell’altra il completamento. Il cineasta mette al centro lo sguardo e il corpo, i loro occhi complici e desideranti capiscono che nulla sarà più lo stesso. mediacritica_carol_290Un trenino venduto e un paio di guanti lasciati sono il casus amoris. Lo spettatore segue il tempo dei sentimenti: è un movimento lento (il viaggio in macchina), certo gioioso ma non privo di strappi. Carol e Therese iniziano a conoscere i dettagli – mani, zigomi, bocche − immergendosi in un mondo ovattato, come i bambini quando cominciano a guardare per la prima volta. Il corpo femminile, come capita spesso nel cinema di Haynes, non è solo mezzo di piacere ma anche strumento grazie al quale si racconta il cambiamento sociale e culturale; nonostante ci sia solo un incontro carnale all’interno della pellicola, apice dell’amore, è come se il lambirsi nascostamente sia preludio necessario per arrivare alla “crescita”. La pelle di porcellana di Carol affascina e conturba la giovane che, con gli occhi spalancati, indaga cuore e mente, mentre l’ingenuità curiosa di Therese tocca la donna più matura, maturità che raggiunge il suo compimento con un sacrificio estremo, proprio grazie alla ragazza. Carol è un film sull’amore, completo e totale, fatto di una sottile e dilagante sessualità e di affinità elettiva, sulla paura della gente, ma anche sulla conoscenza di sé, sulla costruzione della propria identità, mostrando l’emancipazione femminile in senso lato e l’uscita da una “folle” prigionia (metafora di questo sono i titoli di testa in cui compaiono le grate). Carol, con la sua bellezza elegante e sofisticata come quella della sua protagonista, ci fa respirare, riempiendoci i polmoni d’aria buona, facendoci uscire dal cinema profondamente innamorati.

Carol [id., Gran Bretagna/USA 2015] REGIA Todd Haynes.
CAST Cate Blanchett, Rooney Mara, Kyle Chandler, Jake Lacy, Sarah Paulson.
SCENEGGIATURA Phyllis Nagy (tratta dal romanzo The Price of Salt di Patricia Highsmith). FOTOGRAFIA Edward Lachman. MUSICHE Carter Burwell.
Drammatico, durata 118 minuti.

Carol
2.5 24 49.17%

4 Comments

  1. Vins says:

    Ottima recensione per un film sublime :)

  2. HeyHoLetsGo! says:

    Finalmente un film normale.

  3. Edop. says:

    Straziante e sublime saggio di messinscena.

  4. Sensei says:

    Più che sublime fa venire du’ palle così… (scusate il francese)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

adidas yeezy boost 350 turtle dove transcends sneakers adidas yeezy 350 boost turtle dove restock re release adidas yeezy 350 boost black release date yeezy 350 boost low yeezy boost 350 pirate black yeezy boost 350 low adidas yeezy boost 350 v2 black white yeezy boost 350 moonrock adidas yeezy 350 boost moonrock release date moonrock yeezy 350 boost legit real fake on foot look adidas yeezy boost 350 oxford tan adidas yeezy boost 350 v2 zebra another look adidas yeezy boost 350 oxford tan even more images yeezy 350 moonrock release date adidas yeezy 350 boost black adidas yeezy 350 boost low heres where you can cop the black adidas yeezy 350 boost low adidas yeezy 350 boost low adidas yeezy 350 boost 10 reasons why the adidas yeezy 350 boost will sell out instantly