adidas nmd city sock adidas nmd city sock adidas nmd city sock gum pack release date info adidas NMD R1 Trail adidas nmd city sock gum soles adidas nmd city sock gum pack adidas nmd city sock nmd city sock primeknit core blacklush blue adidas nmd city sock black gum where to buy adidas nmd city sock winter wool adidas nmd city sock primeknit s79150 core black adidas nmd city sock core black adidas nmd primeknit city sock black adidas nmd city sock core black lush blue release date adidas NMD R1 PK adidas nmd chukka receives og colorway NMD City Sock PK adidas nmd chukka 2 adidas NMD R1 Triple Black comparing og adidas nmd r1 nmd chukka

In questo numero

Aferim!

venerdì 29 Gennaio, 2016 | di Edoardo Peretti
Aferim!
Festival
0
Facebooktwittermail
Voto autore:

27° Trieste Film Festival – Alpe Adria Cinema, 22 – 30 gennaio 2016, Trieste

Il sorriso è lo specchio del fatalismo
Vincitore dell’Orso d’Argento per la Miglior Regia alla scorsa Berlinale e candidato rumeno per l’Oscar al Miglior Film Straniero, Aferim! di Radu Jude è un stravagante film storico che trova linfa pescando da generi e suggestioni cinematografiche di vario tipo.

Non è quindi un film storico nel senso più ovvio e tradizionale del termine, preciso nella bigiotteria dei costumi e degli arredamenti e con un rapporto con gli eventi ricordati in stile bignami, ma acquista un valore di ricostruzione e di riflessione storiografica importante proprio perché queste vengono filtrate. Così, coglie e rielabora la mentalità e l’essenza più profonda del periodo (la Valacchia di inizio XIX secolo, ancora sotto la dominazione ottomana), senza fermarsi sulla superficie del trattato all’apparenza più preciso e in realtà più debole.mediacritica_aferim_290 Un po’ come è stato il western per la storia americana: riferimento non casuale, perché il western è uno dei generi che compongono il mix di suggestioni su cui il film si basa, che per il resto pesca un po’ nella commedia per la vivacità di certi dialoghi e per certe situazioni stralunate, e un po’ ricorda certe opere a cavallo tra il picaresco e il surreale (Il Manoscritto di Saragozza); il tutto, incorniciato da un bianco e nero luminoso e stilizzato, che fa molto “film classico”. Un’opera che certamente si rifà al filone abbastanza fiorente negli ultimi anni di film che si specchiano nel cinema del passato affrontandolo come un oggetto di modernariato, come The Artist o Blancanieves, risultando però meno mid-cult del primo e meno esercizio di stile del secondo, al netto di una regia elegante ma a tratti un po’ piatta. C’è un po’ più di sostanza in Aferim!, soprattutto per come – appunto – riesce a ricostruire e rileggere un periodo importante della storia della Romania rispecchiandolo in una vicenda esemplare: quella di un ufficiale di polizia convinto del suo ruolo il quale, accompagnato dal figlio, è sulle tracce di uno schiavo zingaro fuggito dal padrone bovaro. Nella loro picaresca caccia incontrano guardie corrotte, contadini disperati e tribù di zingari, inciampando su resti di massacri e confrontandosi con preti e abati logorroici e brillanti quanto portatori di pregiudizi, fino a quando il viaggio di ritorno con il malandrino in fuga, ora catturato, non mette in crisi le loro convinzioni. Questa parziale catarsi può essere letta come metafora del graduale radicamento di nuove mentalità e di nuove consapevolezze che stavano interessando il Paese in quei decenni. Per le quali è ancora presto cantare vittoria, come dimostra il fatalismo dell’uscita di scena dei due protagonisti nel finale, che, per la sua similitudine con l’inquadratura iniziale, li condanna al ruolo di ininfluenti comparse della storia. Basato su documenti dell’epoca e saggi storici.

Aferim! [id., Romania/Bulgaria/Repubblica Ceca/Francia 2015] REGIA Radu Jude.
CAST Teodor Corban, Mihai Comanoiu, Toma Cuzin, Luminita Gheorghiu, Victor Rebengiuc.
SCENEGGIATURA Radu Jude, Florin Lazarescu. FOTOGRAFIA Marius Panduru. MONTAGGIO Catalin Cristutiu. 
Avventura/Drammatico/Commedia, durata 105 minuti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

adidas yeezy boost 350 turtle dove transcends sneakers adidas yeezy 350 boost turtle dove restock re release adidas yeezy 350 boost black release date yeezy 350 boost low yeezy boost 350 pirate black yeezy boost 350 low adidas yeezy boost 350 v2 black white yeezy boost 350 moonrock adidas yeezy 350 boost moonrock release date moonrock yeezy 350 boost legit real fake on foot look adidas yeezy boost 350 oxford tan adidas yeezy boost 350 v2 zebra another look adidas yeezy boost 350 oxford tan even more images yeezy 350 moonrock release date adidas yeezy 350 boost black adidas yeezy 350 boost low heres where you can cop the black adidas yeezy 350 boost low adidas yeezy 350 boost low adidas yeezy 350 boost 10 reasons why the adidas yeezy 350 boost will sell out instantly