adidas nmd city sock adidas nmd city sock adidas nmd city sock gum pack release date info adidas NMD R1 Trail adidas nmd city sock gum soles adidas nmd city sock gum pack adidas nmd city sock nmd city sock primeknit core blacklush blue adidas nmd city sock black gum where to buy adidas nmd city sock winter wool adidas nmd city sock primeknit s79150 core black adidas nmd city sock core black adidas nmd primeknit city sock black adidas nmd city sock core black lush blue release date adidas NMD R1 PK adidas nmd chukka receives og colorway NMD City Sock PK adidas nmd chukka 2 adidas NMD R1 Triple Black comparing og adidas nmd r1 nmd chukka

In questo numero

La ricompensa del gatto

sabato 13 Febbraio, 2016 | di Teresa Nannucci
La ricompensa del gatto
In sala
0
Facebooktwittermail
Voto autore:

Questione di traduzioni
Haru, studentessa adolescente, mentre passeggia con un’amica, salva un gatto che sta attraversando la strada proprio mentre sopraggiunge un camion. Poco dopo scopre di aver salvato il principe del Regno dei gatti e che la aspettano grosse ricompense, direttamente da parte del re. Uno dei gesti di ringraziamento è la decisione di farle sposare proprio il gatto che ha salvato per strada.

La prima regia di un lungometraggio a opera di Hiroyuki Morita mostra tutta la sua esperienza come animatore dello Studio Ghibli: animazioni fini e dettagliate, sfondi pastello, ambientazione evocativa di un’astrazione temporale completa e personaggi inquadrati nelle loro vite quotidiane. mediacritica_vla_ricompensa_del_gatto_290Se l’aspetto visivo e narrativo non deludono i più affezionati, i nuovi spettatori potrebbero sorprendersi sia dal pudore che dalla compostezza dei gesti dei protagonisti, che vengono però affrancati nel finale, con la redenzione di Haru che, didascalicamente, nel giro di una notte è passata da bambina a donna. Al di là delle considerazioni tematiche, La ricompensa del gatto pone di fronte a un inesorabile (almeno per la sottoscritta) ostacolo: quello linguistico. La questione è che i dialoghi della versione italiana sono quanto di più lontano esiste dalla naturalezza dei personaggi, finendo con il divenire ridicolo e caricaturale nell’uso di termini arcaici e lemmi al limite della curiosità etimologica. Nella versione anglofona, invece, la problematica dei diversi livelli espressivi (corrispondenti a differenti stati mentali dei personaggi) è stata risolta con accenti di varie provenienze: british per Baron, slang americano per il re, per esempio. Vero è che il giapponese è una lingua particolarmente ricca di formule a seconda dei diversi livelli di formalità, ma non tutti parlano giapponese e la varietà linguistica nipponica dovrebbe ritrovarsi negli arcaismi del doppiaggio italiano. Sorge quindi qualche dubbio di fronte a questa operazione anche se sprovvisti dei mezzi per approfondirla, perché è un peccato che una chicca animata come La ricompensa del gatto venga commentata da sbuffi ironici e risatine sotto i baffi da parte del pubblico. Per chi volesse, ovviamente, tutta la questione linguistica è ampiamente commentata online. Quel che conta è che la fruizione contemporanea è pesantemente inficiata da questo inghippo distributivo. Mentre tutte le altre creazioni dello Studio Ghibli rimangono più fruibili, questo film ne esce particolarmente caricaturizzato. Ciò comunque non toglie niente al risultato visivo, che costruisce un’atmosfera delicata e coinvolgente, al livello della filmografia a cui il regista ha collaborato nel corso degli anni.

La ricompensa del gatto [Neko no ongaeshi, Giappone 2002] REGIA Hiroyuki Morita.
CAST (DOPPIATORI ORIGINALI) Chizuru Ikewaki, Aki Maeda, Takayuki Yamada, Yoshihiko Hakamada.
CAST (DOPPIATORI ITALIANI) Margherita De Risi, Andrea Lavagnino, Eva Padoan, Ilaria Stagni.
SCENEGGIATURA Aoi Hiragi, Reiko Yoshida. MONTAGGIO Megumi Uchida. MUSICHE Yuji Nomi.
Animazione, durata 75 minuti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

adidas yeezy boost 350 turtle dove transcends sneakers adidas yeezy 350 boost turtle dove restock re release adidas yeezy 350 boost black release date yeezy 350 boost low yeezy boost 350 pirate black yeezy boost 350 low adidas yeezy boost 350 v2 black white yeezy boost 350 moonrock adidas yeezy 350 boost moonrock release date moonrock yeezy 350 boost legit real fake on foot look adidas yeezy boost 350 oxford tan adidas yeezy boost 350 v2 zebra another look adidas yeezy boost 350 oxford tan even more images yeezy 350 moonrock release date adidas yeezy 350 boost black adidas yeezy 350 boost low heres where you can cop the black adidas yeezy 350 boost low adidas yeezy 350 boost low adidas yeezy 350 boost 10 reasons why the adidas yeezy 350 boost will sell out instantly