adidas nmd city sock adidas nmd city sock adidas nmd city sock gum pack release date info adidas NMD R1 Trail adidas nmd city sock gum soles adidas nmd city sock gum pack adidas nmd city sock nmd city sock primeknit core blacklush blue adidas nmd city sock black gum where to buy adidas nmd city sock winter wool adidas nmd city sock primeknit s79150 core black adidas nmd city sock core black adidas nmd primeknit city sock black adidas nmd city sock core black lush blue release date adidas NMD R1 PK adidas nmd chukka receives og colorway NMD City Sock PK adidas nmd chukka 2 adidas NMD R1 Triple Black comparing og adidas nmd r1 nmd chukka

Questa settimana

Room

sabato 5 marzo, 2016 | di Stefano Lalla
Room
In sala
1
Facebooktwittergoogle_plusmail
Voto autore:

Il cinema delle prigioni interiori
Ma’ è rinchiusa nella stanza da sette anni. Il suo carceriere, Old Nick, viene a trovarla ogni notte per portarle viveri e accoppiarsi con lei. Il frutto dell’unione non consenziente è Jack, un ragazzino di cinque anni che non ha mai visto il mondo esterno.

Room potrebbe essere un manuale per tutti i film che attaccano a narrare in medias res: non vediamo il rapimento di Ma’ né sappiamo chi lei fosse prima di incontrare Old Nick. Il film comincia a cose già fatte e cattura la nostra attenzione dandoci briciole d’informazioni poco per volta. Ma’ è da tempo rassegnata a vivere in cattività e Jack è un bimbo vispo con degli amici immaginari: la stanza non è poi così male (meglio così, visto che vi passeremo buona parte del film) e Ma’ non è disposta a rischiare “tutto” per vedere di nuovo il mondo esterno. D’altronde, quando è mediacritica_room_290stata rinchiusa era poco più che una bambina e adesso non può fare altro che proteggere suo figlio dallo stimolo a fuggire, che sarebbe punito con violenza da Old Nick, tenendolo all’oscuro del mondo di fuori. Allo spazio sconfinato e al caos della realtà esterna è dedicata (Attenzione! Spoiler!) la seconda parte del film. Dopo una risoluzione, del tutto anti-drammatica, del conflitto violento con Old Nick, cominceranno i veri problemi: riabituarsi alla vita fuori dalla stanza, dialogare coi media, rivedere i genitori che ti ricordano ancora come una ragazzina e dare una forte virata all’educazione del giovane Jack. Lenny Abrahamson firma un film intimista, dove il fatto di cronaca nera sembra un pretesto per approfondire gli sconvolgimenti emotivi e le complicazioni della vita in cattività. Il tema è studiato su due soggetti molto azzeccati: una ragazza che vive il passaggio all’età adulta rinchiusa nella stanza, riportando non poche conseguenze psicologiche, e un ragazzino che vi è nato ed è ancora troppo piccolo per sentire il bisogno di avere più spazio. Una regia che resta quasi sempre attaccata ai volti dei due protagonisti non può prescindere dalla qualità delle interpretazioni attoriali e Room convince soprattutto per le qualità di Brie Larson (premiata con l’Oscar per la sua interpretazione) e del giovane Jacob Tremblay, cavalli di razza che lavorano sulle più lievi sfumature espressive del volto, che mantengono il registro minimale nonostante l’incipit da film horror. Non vi è quindi bisogno di una regia forte giacché la sceneggiatura è efficace e i due attori sono decisamente in grado di catturare lo sguardo. Lenny Abrahamson rimane sul semplice (ma realizzato ad arte) e crea un’ottima alchimia tra filmico e messinscena; con Room, il regista irlandese porta a casa un altro ottimo film e, soprattutto, fa conoscere il proprio nome ben oltre il circuito dell’indie e della cinefilia.

Room [id., USA 2015] REGIA Lenny Abrahamson.
CAST Brie Larson, Jacob Tremblay, Sean Bridgers, Wendy Crewson, William H. Macy.
SCENEGGIATURA Emma Donoghue. FOTOGRAFIA Danny Cohen. MUSICHE Stephen Rennicks.
Drammatico, durata 118 minuti.

Room
3.4 14 68.57%

One Comment

  1. Pingback: Garage (2007) - Mediacritica – Un progetto di critica cinematografica

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

adidas yeezy boost 350 turtle dove transcends sneakers adidas yeezy 350 boost turtle dove restock re release adidas yeezy 350 boost black release date yeezy 350 boost low yeezy boost 350 pirate black yeezy boost 350 low adidas yeezy boost 350 v2 black white yeezy boost 350 moonrock adidas yeezy 350 boost moonrock release date moonrock yeezy 350 boost legit real fake on foot look adidas yeezy boost 350 oxford tan adidas yeezy boost 350 v2 zebra another look adidas yeezy boost 350 oxford tan even more images yeezy 350 moonrock release date adidas yeezy 350 boost black adidas yeezy 350 boost low heres where you can cop the black adidas yeezy 350 boost low adidas yeezy 350 boost low adidas yeezy 350 boost 10 reasons why the adidas yeezy 350 boost will sell out instantly