adidas nmd city sock adidas nmd city sock adidas nmd city sock gum pack release date info adidas NMD R1 Trail adidas nmd city sock gum soles adidas nmd city sock gum pack adidas nmd city sock nmd city sock primeknit core blacklush blue adidas nmd city sock black gum where to buy adidas nmd city sock winter wool adidas nmd city sock primeknit s79150 core black adidas nmd city sock core black adidas nmd primeknit city sock black adidas nmd city sock core black lush blue release date adidas NMD R1 PK adidas nmd chukka receives og colorway NMD City Sock PK adidas nmd chukka 2 adidas NMD R1 Triple Black comparing og adidas nmd r1 nmd chukka

Questa settimana

La pazza gioia

sabato 21 maggio, 2016 | di Andrea Moschioni Fioretti
La pazza gioia
In sala
10
Facebooktwittergoogle_plusmail
Voto autore:

Normali
Sembra banale dirlo, ma Paolo Virzì rimane uno dei pochi registi ad avere il talento di saper raccontare il nostro paese con i toni melodrammatici della commedia. Esagero, ma La pazza gioia forse è uno dei capolavori del regista di Ovosodo, soprattutto perché riesce a parlare di tematiche attuali senza abbandonare la nobile arte dell’intrattenimento.

Si perdonano anche alcune sbavature in fase di sceneggiatura che sospendono per alcuni momenti la verosimiglianza, vedi tutta la parte finale e la visita all’ex marito di Beatrice. Virzì ragiona sul concetto di normalità e sulle condizioni in cui vivono oggi i cosiddetti malati. Beatrice e Donatella sono pazienti di una comunità terapeutica e, nonostante possiedano caratteri diametralmente opposti, si ritroveranno a fare amicizia e a diventare complici di una “fuga”.mediacritica_la_pazza_gioia_290 Un po’ un Thelma & Louise nostrano, senza scadere nella scopiazzatura, La pazza gioia regala alle due magnifiche interpreti Valeria Bruni Tedeschi e Micaela Ramazzotti l’occasione del ruolo della vita: il film non funzionerebbe senza le loro performance generose e sofferte, fatte di uno studio sul personaggio notevole. Dramma e commedia si mescolano alla perfezione, senza ricatti o ammiccamenti, ma la spontaneità degli scambi di battute non fa che marcare la dimensione in cui gravitano le due donne. Si denuncia una certa ottusità nei confronti della malattia mentale e le cure a cui vengono sottoposti i pazienti, bisognerebbe cercare una soluzione meno drastica anche se, come sempre quando si parla di disagio, si deve conoscere prima di parlare. Raramente nel cinema nostrano abbiamo assistito alla dura realtà degli ospedali e delle strutture psichiatriche, escluse le tante variazioni bellocchiane a cui tanto dobbiamo. Virzì si mette al servizio delle due interpreti senza interventi significativi di regia, ma la cosa non è negativa, anzi sottolinea ancora di più la sincerità dell’operazione. Beatrice è “sorella” del personaggio interpretato, quindi non a caso, dalla Tedeschi in Il capitale umano: la conseguenza della perdita dello status sociale e del proprio equilibrio mentale, come sinonimo di perdita di identità per l’individuo che rinuncia a se stesso. Non resta che la fuga verso un momento di gioia anche se alla fine si ritorna sempre, l’importante è farlo insieme a chi ti vuole bene. La normalità contrapposta alla follia e viceversa, il punto sta nel capire quando sia opportuno seguire una o l’altra in favore di un gesto estremo ma “libero”. Si esce dal cinema con tante riflessioni e con una commozione naturale che non si dimentica.

La pazza gioia [Italia 2016] REGIA Paolo Virzì.
CAST Valeria Bruni Tedeschi, Micaela Ramazzotti, Valentina Carnelutti, Anna Galiena, Marco Messeri.
SCENEGGIATURA Francesca Archibugi, Paolo Virzì. FOTOGRAFIA Valadan Radovic. MUSICHE Carlo Virzì.
Commedia/Drammatico, durata 106 minuti.

La pazza gioia
2.5 19 49.47%

10 Comments

  1. CICCIONE LUIGI says:

    UN FILM CHE NELLE INTENZIONI MA POI NELLA REALTA…..LASCIA SFUMARE QUELLE CHE DOVEVANO A MIO PARERE ESSERE SOTTOLINEATE E APPROFONDITE LE VERE TEMATICHE DEL DISAGIO PSICHICO IN ITALIA VIRZI ALLA FINE FA UN PASTROCCHIONE SIMPATICO DOVE NON SI PIANGE NE SI RIDE VERAMENTE DA SOTTOLINEARE L INTERPRETAZIONE DELLA RAMAZZOTTI….TUTTO IL RESTO RIMANE FUFFA…

  2. Stella says:

    Ho visto il film e sinceramente non sono rimasta partiColarmente colpita. Uscendo dal cinema non mi e’ rimasto nulla nonostante la tematica del film promettesse bene. La trama mi è parsa poco consistente.. proiezione durata due ore, senza una effettiva evoluzione degli eventi ( il susseguirsi di pasticci delle due protagoniste intervallati da qualche scena simpatica non possono bastare a sostenere un tema così importante). Bocciatissimo l incidente stradale poi conclusosi in nullà.Attori bravi. Peccato..

  3. Moschio says:

    Penso che lo scopo del film fosse quello di fa conoscere le tematica anche ad un pubblico più ampio con il sorriso. Non si voleva trattare la tematica in modo serioso, ma allo stesso tempo si scava su alcune delle più importanti problematiche ad esso legate. Virzì ci ha abituati al racconto dell’oggi con toni anche surreali e, come scritto da me nella recensioni, a volte inverosimili. basta lasciarsi guidare dalla “magia” del cinema e non prendere tutto troppo seriosamente. Almeno questo è il mio punto di vista…ben venga chi la pensa diversamente :-)

  4. Spencer says:

    Lo trovo un film piuttosto ben recitato e ben scritto, a parte qualche caduta nel finale. Secondo me, la sua qualità migliore sta nella rivelazione graduale della vita delle protagoniste e, soprattutto, nella rivelazione della miseria umana che sta intorno a loro (genitori, mariti, amanti, ecc.). Peccato solo per l’ultima parte, che rischia di essere un po’ retorica e anche un po’ didascalica.

  5. Pingback: La Top Ten Mediacritica 2016 - Mediacritica – Un progetto di critica cinematografica

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

adidas yeezy boost 350 turtle dove transcends sneakers adidas yeezy 350 boost turtle dove restock re release adidas yeezy 350 boost black release date yeezy 350 boost low yeezy boost 350 pirate black yeezy boost 350 low adidas yeezy boost 350 v2 black white yeezy boost 350 moonrock adidas yeezy 350 boost moonrock release date moonrock yeezy 350 boost legit real fake on foot look adidas yeezy boost 350 oxford tan adidas yeezy boost 350 v2 zebra another look adidas yeezy boost 350 oxford tan even more images yeezy 350 moonrock release date adidas yeezy 350 boost black adidas yeezy 350 boost low heres where you can cop the black adidas yeezy 350 boost low adidas yeezy 350 boost low adidas yeezy 350 boost 10 reasons why the adidas yeezy 350 boost will sell out instantly