adidas nmd city sock adidas nmd city sock adidas nmd city sock gum pack release date info adidas NMD R1 Trail adidas nmd city sock gum soles adidas nmd city sock gum pack adidas nmd city sock nmd city sock primeknit core blacklush blue adidas nmd city sock black gum where to buy adidas nmd city sock winter wool adidas nmd city sock primeknit s79150 core black adidas nmd city sock core black adidas nmd primeknit city sock black adidas nmd city sock core black lush blue release date adidas NMD R1 PK adidas nmd chukka receives og colorway NMD City Sock PK adidas nmd chukka 2 adidas NMD R1 Triple Black comparing og adidas nmd r1 nmd chukka

In questo numero

La región salvaje

mercoledì 14 Settembre, 2016 | di Luca Giagnorio
La región salvaje
Festival
2
Facebooktwittermail
Voto autore:

73. Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia, 31 agosto – 10 settembre 2016, Lido di Venezia

VENEZIA 73 – IN CONCORSO
Godimento alieno
Una cinematografia lontana dalle rotte classiche del cinema mainstream, uno stile molto personale che si fonda sulla libertà narrativa e sulla crudezza delle immagini, la capacità di scandalizzare e spiazzare gli spettatori, il tutto accompagnato da un certo autocompiacimento del regista nel giocare con il pubblico. Numerosi esempi si potrebbero fare su questo “filone”, uno dei più canonici “generi da festival”, ma, per intenderci, citiamo un titolo che è tra i risultati più recenti ed esemplificativi: Lo zio Boonmee che si ricorda le vite precedenti del thailandese Apichatpong Weerasethakul (Palma d’Oro a Cannes nel 2010).

A questa lunga scia si è aggiunto quest’anno (pur con alcune nette differenze non solo di provenienza geografica rispetto al lungometraggio sopraccitato) La región salvaje del messicano Amat Escalante, fresco vincitore del Leone d’Argento per la Miglior Regia (ex aequo con Paradise di Andrej Končalovskij). mediacritica_la_region_salvaje_290 Un riconoscimento, pur opinabile, che forse renderà meno improbabile la distribuzione in sala del film. Potenzialmente ricca di spunti interessanti l’opera di Escalante depotenzia (non estingue) la sua carica perturbante a causa di un’anarchia narrativa che inizialmente rapisce, ma finisce poi per diventare stucchevole, quasi irritante, per come rimanga fine a se stessa, uno sfoggio solipsista nel quale si perde progressivamente interesse per ciò che accade davanti alla macchina da presa. Tentacolare come l’alieno – fusione perfetta di Eros e Thanatos, e vero protagonista, non solo simbolico, della pellicola – il regista fruga nell’intimità dei personaggi umani, mettendoli a nudo nella loro fallacia terrena: sia letteralmente, nelle scene di sesso esplicite che mostrano i corpi senza nasconderne le imperfezioni, sia psicologicamente, con ad esempio l’omofobo Angel e la sua relazione clandestina con il fratello (omosessuale dichiarato) della moglie. Nell’alternanza tra momenti indimenticabili – la possessione sessuale che la giovane mamma Alejandra subisce dall’organismo alieno, un mix perfetto di orrore e sensualità – e scene che sconfinano nel ridicolo – il cratere dove è atterrato l’essere misterioso che si tramuta in un talamo orgiastico di varie specie animali – La región salvaje rimane intrappolato nel suo stesso ingranaggio: così da un lato banalizza le intenzioni di denuncia sociale e di liberazione-riscatto (?) del femminile sul maschile, dall’altro fagocita l’attesa dello spettatore in una qualche svolta di genere (horror su tutti) solo sfiorata dal regista. Ed è un peccato, date le attese create da Escalante con abilità e furbizia (esempio di entrambe l’inquietudine generata dai numerosi e a volte immotivati zoom nelle zone d’ombra della foresta), che il film lasci, anche per colpa di un finale troppo sbrigativo, un senso di perplessità ben superiore a quello di turbamento.

La región salvaje [id., Messico/Danimarca/Francia/Germania/Norvegia 2016] REGIA Amat Escalante.
CAST Ruth Ramos, Simone Bucio, Jesús Meza, Edén Villavicencio.
SCENEGGIATURA Amat Escalante, Gibrán Portela. FOTOGRAFIA Manuel Alberto Claro.
Drammatico, durata 100 minuti.

2 Comments

  1. Edop says:

    Concordo pienamente

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

adidas yeezy boost 350 turtle dove transcends sneakers adidas yeezy 350 boost turtle dove restock re release adidas yeezy 350 boost black release date yeezy 350 boost low yeezy boost 350 pirate black yeezy boost 350 low adidas yeezy boost 350 v2 black white yeezy boost 350 moonrock adidas yeezy 350 boost moonrock release date moonrock yeezy 350 boost legit real fake on foot look adidas yeezy boost 350 oxford tan adidas yeezy boost 350 v2 zebra another look adidas yeezy boost 350 oxford tan even more images yeezy 350 moonrock release date adidas yeezy 350 boost black adidas yeezy 350 boost low heres where you can cop the black adidas yeezy 350 boost low adidas yeezy 350 boost low adidas yeezy 350 boost 10 reasons why the adidas yeezy 350 boost will sell out instantly