adidas nmd city sock adidas nmd city sock adidas nmd city sock gum pack release date info adidas NMD R1 Trail adidas nmd city sock gum soles adidas nmd city sock gum pack adidas nmd city sock nmd city sock primeknit core blacklush blue adidas nmd city sock black gum where to buy adidas nmd city sock winter wool adidas nmd city sock primeknit s79150 core black adidas nmd city sock core black adidas nmd primeknit city sock black adidas nmd city sock core black lush blue release date adidas NMD R1 PK adidas nmd chukka receives og colorway NMD City Sock PK adidas nmd chukka 2 adidas NMD R1 Triple Black comparing og adidas nmd r1 nmd chukka

In questo numero

Lord of War (2005)

sabato 14 Gennaio, 2017 | di Marco Longo
Lord of War (2005)
Film History
0
Facebooktwittermail
Voto autore:

SPECIALE CINEMA LOBBISTA
Negli occhi del lobbista
Alla base del terzo film del regista e sceneggiatore neozelandese Andrew Niccol, Lord of War, c’è una scelta tanto insolita quanto arrischiata: quella di raccontare una dimensione profondamente innervata nella cultura di guerra e morte di tutto il pianeta, quella del traffico delle armi, attraverso lo sguardo sornione e autoindulgente di un unico protagonista, il mercante di morte Yuri Orlov, interpretato dalla maschera sfuggente di Nicolas Cage, qui anche produttore.

Se affronta la lobby del commercio di armi, dunque, Lord of War lo fa con una narrazione in primissima persona, una storia individuale che ci immerge nella dimensione biografica di una precisa psicologia e al contempo del singolo vorrebbe fare un caso esemplare: la vita di Yuri e la sua rapida ascesa in una realtà che, mediacritica_lord_of_war_290una volta collassata l’Unione Sovietica, smarriva definitivamente il senso di ordine e controllo connaturato alla divisione del mondo in blocchi, altro non diventano che una progressiva soddisfazione di ansiogeni desideri di possesso, dalla ricchezza materiale all’immaginario affettivo, per la cui amministrazione tuttavia si rende indispensabile l’uso (e abuso) della menzogna. Non importa quindi se Orlov comprometterà in via definitiva i propri legami familiari, la fiducia di una moglie conquistata e tradita, la propria stessa incolumità braccata dalle forze dell’ordine: finché la menzogna potrà reggere, ci sarà sempre una scappatoia per tenere fede a questa vocazione fatale, incolpevole dei mali del mondo perché delle armi domina la compravendita, non l’effettivo utilizzo. È questo forse l’atto di accusa più rigoroso del film: essere soltanto una parte della catena di violenza e distruzione non esime dalla propria, ineludibile, fetta di responsabilità. Andrew Niccol, di cui forse ormai si può dire che Gattaca – La porta dell’universo, suo esordio, resta la prova più convincente, opta per la satira al vetriolo, il politicamente scorretto e un allucinato impatto visivo per incastonare nell’immagine questa inguaribile ipocrisia: ci riesce soltanto a tratti, sfociando talora in soluzioni più che discutibili, come per la soggettiva del proiettile che all’inizio del film racconta la sua genesi e il suo viaggio incontrollato fino alla testa di un povero bambino. Anche quando la messinscena si regge sul gusto gratuito della provocazione, postmoderno fuori tempo massimo, resta evidente che a difendere e proteggere la lobby delle armi e il suo incontrollato proliferare sia un gioco di poteri ben lontano dall’essere solo finzione. Il mercato della violenza sembra allora diventare un male minore, un neo necessario a tenere vivo un disegno sulla vita degli umani ancora più grande, e ancora più malvagio.

Lord of War [id., USA 2005] REGIA Andrew Niccol.
CAST Nicolas Cage, Ethan Hawke, Jared Leto, Bridget Moynahan, Ian Holm.
SCENEGGIATURA Andrew Niccol. FOTOGRAFIA Amir M. Mokri. MUSICHE Antonio Pinto.
Drammatico, durata 122 minuti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

adidas yeezy boost 350 turtle dove transcends sneakers adidas yeezy 350 boost turtle dove restock re release adidas yeezy 350 boost black release date yeezy 350 boost low yeezy boost 350 pirate black yeezy boost 350 low adidas yeezy boost 350 v2 black white yeezy boost 350 moonrock adidas yeezy 350 boost moonrock release date moonrock yeezy 350 boost legit real fake on foot look adidas yeezy boost 350 oxford tan adidas yeezy boost 350 v2 zebra another look adidas yeezy boost 350 oxford tan even more images yeezy 350 moonrock release date adidas yeezy 350 boost black adidas yeezy 350 boost low heres where you can cop the black adidas yeezy 350 boost low adidas yeezy 350 boost low adidas yeezy 350 boost 10 reasons why the adidas yeezy 350 boost will sell out instantly