adidas nmd city sock adidas nmd city sock adidas nmd city sock gum pack release date info adidas NMD R1 Trail adidas nmd city sock gum soles adidas nmd city sock gum pack adidas nmd city sock nmd city sock primeknit core blacklush blue adidas nmd city sock black gum where to buy adidas nmd city sock winter wool adidas nmd city sock primeknit s79150 core black adidas nmd city sock core black adidas nmd primeknit city sock black adidas nmd city sock core black lush blue release date adidas NMD R1 PK adidas nmd chukka receives og colorway NMD City Sock PK adidas nmd chukka 2 adidas NMD R1 Triple Black comparing og adidas nmd r1 nmd chukka

In questo numero

Barriere

sabato 25 Febbraio, 2017 | di Eleonora Degrassi
Barriere
In sala
1
Facebooktwittermail
Voto autore:

Un uomo solo in un cortile vuoto
Un piccolo mondo si apre di fronte ai nostri occhi durante la visione di Barriere, candidato a quattro premi Oscar, terza opera cinematografica di Denzel Washington (protagonista anche a teatro, assieme a Viola Davis).

Troy Maxson, netturbino ed ex promessa del baseball, la moglie Rose, due figli avuti con donne diverse, e un fratello, sono al centro di questa grande canzone suonata dall’attore hollywoodiano. Il regista porta al cinema l’omonima pièce teatrale di August Wilson, uno dei più importanti drammaturghi (afro)americani, capace di narrare la Pittsburgh anni ’50. mediacritica_barriere_290Barriere racconta un’epoca, una famiglia, un disagio esistenziale: simbolo di ciò sono proprio le barriere, quelle fisiche (lo steccato che Troy sta costruendo in giardino), quelle storico-culturali (i pregiudizi in cui è vissuto, gli occhi degli altri, spesso rivelatisi nemici), quelle mentali (le fragilità con cui costruisce muri inespugnabili). È un cortile, sempre più vuoto, che nasconde segreti e colpe tra le zolle, il locus in cui si srotola questa storia: il dramma di un infelice, capace non di includere ma solo di escludere, e di una donna con il grembo pronto ad accogliere quell’uomo così arrabbiato, deluso, incattivito e disposta a crescere figli (anche di altre) come una Grande Madre. Barriere mostra una mascolinità e una femminilità ben precise: Troy decide, porta i soldi a casa − convinto che sia questo il ruolo di un capofamiglia − ha varie donne, e Rose, una struggente Davis, dà pezzi di sé, iniettando il compagno come un farmaco sotto la pelle, dimenticandosi di se stessa. Troy è brutale, scorretto, cattivo, porta addosso ciò che è stato, le ingiustizie subite, le ferite infertegli dal padre e la delusione di un sogno spezzato, distruggendo in nome di ciò quello degli altri. Canta un inno di dolore, violenza e rassegnazione, celebrando con la sua sola presenza una minoranza, e lo fa con monologhi e dialoghi pieni di significato. Rose con il corpo sostanzia la sofferenza di una donna in balìa del marito, spezzata e poi risanata, con parole prima intrise di amore, poi di delusione, infine di consapevolezza. Washington, con pochi movimenti di macchina e unità di luogo, realizza una pellicola pura, con struttura, pause, impianto teatrali – elemento che può essere pregio o difetto del film. Barriere è coinvolgente, soprattutto nella parte centrale e finale, e, come in un blues, fa piangere e urlare grazie alla bravura di due interpreti che indossano alla perfezione il loro ruolo.

Barriere [Fences, USA 2017] REGIA Denzel Washington.
CAST Denzel Washington, Viola Davis, Stephen Henderson, Jovan Adepo, Russell Hornsby.
SCENEGGIATURA August Wilson, Tony Kushner (tratta dall’omonima pièce teatrale di August Wilson). FOTOGRAFIA Charlotte Bruus Christensen. MUSICHE Marcelo Zarvos.
Drammatico, durata 138 minuti.

One Comment

  1. Pingback: La Top Ten Mediacritica 2017 - Mediacritica – Un progetto di critica cinematografica

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

adidas yeezy boost 350 turtle dove transcends sneakers adidas yeezy 350 boost turtle dove restock re release adidas yeezy 350 boost black release date yeezy 350 boost low yeezy boost 350 pirate black yeezy boost 350 low adidas yeezy boost 350 v2 black white yeezy boost 350 moonrock adidas yeezy 350 boost moonrock release date moonrock yeezy 350 boost legit real fake on foot look adidas yeezy boost 350 oxford tan adidas yeezy boost 350 v2 zebra another look adidas yeezy boost 350 oxford tan even more images yeezy 350 moonrock release date adidas yeezy 350 boost black adidas yeezy 350 boost low heres where you can cop the black adidas yeezy 350 boost low adidas yeezy 350 boost low adidas yeezy 350 boost 10 reasons why the adidas yeezy 350 boost will sell out instantly