adidas nmd city sock adidas nmd city sock adidas nmd city sock gum pack release date info adidas NMD R1 Trail adidas nmd city sock gum soles adidas nmd city sock gum pack adidas nmd city sock nmd city sock primeknit core blacklush blue adidas nmd city sock black gum where to buy adidas nmd city sock winter wool adidas nmd city sock primeknit s79150 core black adidas nmd city sock core black adidas nmd primeknit city sock black adidas nmd city sock core black lush blue release date adidas NMD R1 PK adidas nmd chukka receives og colorway NMD City Sock PK adidas nmd chukka 2 adidas NMD R1 Triple Black comparing og adidas nmd r1 nmd chukka

In questo numero

Revolution – La nuova arte per un mondo nuovo

sabato 18 Marzo, 2017 | di Federica Fontana
Revolution – La nuova arte per un mondo nuovo
In sala
0
Facebooktwittermail
Voto autore:

L’arte può cambiare la storia?
Preceduta da Yu-Gi-Oh! The Dark Side of Dimensions e seguita a ruota da un docu-film su Pino Daniele, è tornata nelle sale “La Grande Arte al Cinema”, uno dei cavalli di battaglia dell’edutainment targato Nexo Digital, società di distribuzione che da anni agevola le folle a immergersi nei capolavori della storia dell’arte grazie ai poteri taumaturgici dell’alta definizione.

Questo nuovo appuntamento cavalca l’onda del centenario della Rivoluzione Russa – celebrato anche con una grande retrospettiva in corso alla Royal Academy di Londra – con un docufilm di Margy Kinmonth, autrice della BBC forte di una nomination al BAFTA per il documentario Hermitage Revelead, sulle avanguardie artistiche del periodo. mediacritica_revolution_la_nuova_arte_per_un_nuovo_mondo_290Revolution – La nuova arte per un mondo nuovo porta a spasso il pubblico per sale e depositi dell’Hermitage di San Pietroburgo e della Galleria Tret’jakov, montando materiali di repertorio, vecchie pubblicità, spezzoni di girato per le vie di Mosca, Londra e San Pietroburgo e, naturalmente, dipinti. Il tutto è commentato dai direttori delle due istituzioni ospitanti, rispettivamente Mikhail Piotrovsky e Zelfira Tregulova, e dai discendenti degli artisti stessi, che accompagnano lo spettatore in una parabola storica che va dalla presa del Palazzo d’Inverno fino ai funerali di Stalin. Il percorso tocca l’esplosione del Suprematismo cavalcata da Lenin, la fuga verso l’Europa di molti esponenti e il ripiegamento sul realismo socialista di quelli rimasti, inseguendo le biografie dei singoli artisti fino alle soglie degli anni ’50. Il taglio storico domina nettamente l’impianto, tanto che nonostante nel trailer si dichiari che gli artisti cambiano la Storia, in realtà il documentario mostra che è vero l’esatto contrario, e cioè che è la Storia a cambiare gli artisti, o quanto meno a strumentalizzarli. Sotto il peso di questa Storia, sempre oscillante tra ufficiale e personale, tentenna anche l’analisi delle opere, che ad eccezione del Quadrato Nero di Malevič, vera e propria icona di tutto il periodo, appare appena tratteggiata. A questa mancanza fa contro una forse imprescindibile compresenza di riferimenti al cinema, nella persona di Eisenstein, al teatro, quella biomeccanica di Mejerchol’d e alla fotografia, con le pietre miliari di Rodčenko. Grandi assenti in questo affresco i Balletti Russi e le sperimentazioni musicali di Stravinskij, lacuna in parte compensata dalla citazione di artisti ancora poco celebrati in Europa come il padre dell’arte analitica Pavel Filonov, e dalla fantastica resa del dettaglio delle pennellate permessa dal digitale. Sebbene non sia ancora chiaro perché per capire l’arte si debba andare al cinema, la profondità di analisi che si raggiunge con questo mezzo è senza alcun dubbio notevole.

Revolution – La nuova arte per un mondo nuovo [Revolution – New Art for a New World, Gran Bretagna/Russia 2017] REGIA Margy Kinmonth.
CAST Daisy Bevan, Sean Cronin, James Fleet, Tom Hollander.
SOGGETTO Margy Kinmonth. MONTAGGIO Gordon Mason, Rob Garwood. MUSICHE Edmund Jolliffe.
Documentario/Docu-film, durata 85 minuti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

adidas yeezy boost 350 turtle dove transcends sneakers adidas yeezy 350 boost turtle dove restock re release adidas yeezy 350 boost black release date yeezy 350 boost low yeezy boost 350 pirate black yeezy boost 350 low adidas yeezy boost 350 v2 black white yeezy boost 350 moonrock adidas yeezy 350 boost moonrock release date moonrock yeezy 350 boost legit real fake on foot look adidas yeezy boost 350 oxford tan adidas yeezy boost 350 v2 zebra another look adidas yeezy boost 350 oxford tan even more images yeezy 350 moonrock release date adidas yeezy 350 boost black adidas yeezy 350 boost low heres where you can cop the black adidas yeezy 350 boost low adidas yeezy 350 boost low adidas yeezy 350 boost 10 reasons why the adidas yeezy 350 boost will sell out instantly