adidas nmd city sock adidas nmd city sock adidas nmd city sock gum pack release date info adidas NMD R1 Trail adidas nmd city sock gum soles adidas nmd city sock gum pack adidas nmd city sock nmd city sock primeknit core blacklush blue adidas nmd city sock black gum where to buy adidas nmd city sock winter wool adidas nmd city sock primeknit s79150 core black adidas nmd city sock core black adidas nmd primeknit city sock black adidas nmd city sock core black lush blue release date adidas NMD R1 PK adidas nmd chukka receives og colorway NMD City Sock PK adidas nmd chukka 2 adidas NMD R1 Triple Black comparing og adidas nmd r1 nmd chukka

Questa settimana

American Gods – Season 1

sabato 29 luglio, 2017 | di Chiara Checcaglini
American Gods – Season 1
Serie TV
1
Facebooktwittergoogle_plusmail
Voto autore:

“What do you think gods do?”
Dopo anni di attesa e il passaggio da HBO a Starz, l’acclamato romanzo American Gods di Neil Gaiman è finalmente diventato una serie tv. Sotto la guida di Bryan Fuller (Hannibal) e la supervisione dell’autore britannico, l’America abitata da dèi di ogni religione in carenza di fedeli, insidiati dalle nuove divinità tecno-mediali, prende vita in otto episodi inquietanti e barocchi.

La serie riesce a restituire la spiritualità molto terrena mischiata a tematiche profondamente americane (prima tra tutte l’immigrazione) tipica del libro, aggiungendo altri personaggi e innalzando il livello del mistero – bisogna aspettare l’ultimo episodio perché Mr. Wednesday tuoni il proprio vero nome. A partire dal reclutamento di Shadow Moon, ex galeotto, neo-vedovo, da parte di Mr. mediacritica_american_gods_290Wednesday, American Gods sceglie un incedere lento, tra elementi ricorrenti e continue deviazioni: molti episodi cominciano con un’introduzione dedicata a una divinità, dal suo mito originario all’arrivo in USA, accompagnata dalla voce narrante senza tempo di Ibis, mentre i due protagonisti si imbattono in incontri assurdi e squarci di violenza inspiegabili per Shadow, con la cui incredulità crescente siamo chiamati a sovrapporci. L’idea fondamentale del libro naturalmente rimane: gli dèi esistono perché le persone vi credono (“believing is seeing”, dice Wednesday), e gli dèi sono tanti quanti l’immaginazione è in grado di concepire (esilarante l’affollamento dei Gesù, uno per ogni concezione del Cristianesimo). Non solo divinità vecchie – Bilquis, Anubis, Ostara – e nuove – Mr. World, Technological Boy, Media, che gli autori hanno avuto l’accortezza di aggiornare tenendo conto dei quindici anni passati dalla pubblicazione del libro – ma anche jinn e leprecauni ubriaconi. L’accumulo apparentemente disordinato di elementi, il passaggio continuo tra mitologia e viaggio on the road sono efficacemente riportati sullo schermo con tutto il loro carico di ironia e i riferimenti ai sempiterni orrori americani (l’ossessione per le armi, il suprematismo bianco, la caccia al clandestino). L’elemento distintivo della serie è l’apparato visivo, denso ed eccessivo, antirealistico e cupo, punteggiato di slanci splatter e schizzi rosso sangue, uno stile visuale già associato allo showrunner Fuller. Qui le superfici liquide e riflettenti diventano espansioni dell’universo imperscrutabile che i quattro bordi dello schermo non sono sufficienti a contenere. Ben due puntate sono dedicate alla sola Laura Moon, la moglie-zombie di Shadow che nel libro rimane più in secondo piano; alla fine si ha l’impressione che otto episodi siano un po’ pochi, e che la serie ci lasci lì, sospesi sull’orlo dello scontro, proprio quando la posta in gioco si fa più chiara e gli schieramenti si dispiegano nella loro potenza.

American Gods [id., USA/Gran Bretagna 2017] IDEATORI Bryan Fuller, Michael Green (tratta dall’omonimo romanzo di Neil Gaiman).
CAST Ricky Whittle, Ian McShane, Emily Browning, Gillian Anderson, Crispin Glover, Peter Stormare.
Fantastico/Drammatico, durata 50/60 minuti (episodio), stagioni 1.

American Gods – Season 1
3.5 2 70%

One Comment

  1. Fanty says:

    Troppe serie da recuperare… aiuto!

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

adidas yeezy boost 350 turtle dove transcends sneakers adidas yeezy 350 boost turtle dove restock re release adidas yeezy 350 boost black release date yeezy 350 boost low yeezy boost 350 pirate black yeezy boost 350 low adidas yeezy boost 350 v2 black white yeezy boost 350 moonrock adidas yeezy 350 boost moonrock release date moonrock yeezy 350 boost legit real fake on foot look adidas yeezy boost 350 oxford tan adidas yeezy boost 350 v2 zebra another look adidas yeezy boost 350 oxford tan even more images yeezy 350 moonrock release date adidas yeezy 350 boost black adidas yeezy 350 boost low heres where you can cop the black adidas yeezy 350 boost low adidas yeezy 350 boost low adidas yeezy 350 boost 10 reasons why the adidas yeezy 350 boost will sell out instantly