adidas nmd city sock adidas nmd city sock adidas nmd city sock gum pack release date info adidas NMD R1 Trail adidas nmd city sock gum soles adidas nmd city sock gum pack adidas nmd city sock nmd city sock primeknit core blacklush blue adidas nmd city sock black gum where to buy adidas nmd city sock winter wool adidas nmd city sock primeknit s79150 core black adidas nmd city sock core black adidas nmd primeknit city sock black adidas nmd city sock core black lush blue release date adidas NMD R1 PK adidas nmd chukka receives og colorway NMD City Sock PK adidas nmd chukka 2 adidas NMD R1 Triple Black comparing og adidas nmd r1 nmd chukka

Questa settimana

The Insult

sabato 2 settembre, 2017 | di Edoardo Peretti
The Insult
Festival
2
Facebooktwittergoogle_plusmail
Voto autore:

74. Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia, 30 agosto – 9 settembre 2017, Lido di Venezia

Il Paese dei cedri
In uno dei film più convincenti della sezione “Orizzonti”, il gelido e cinico Under the Tree dell’islandese Sigurdsson, una faida tra due famiglie vicine di casa viene causata da un albero non potato; un motivo futile che scatena una spirale di violenza e follia crescenti.

In The Insult del libanese Ziad Doueiri, che in questi primi giorni di concorso non ha certo sfigurato, la miccia che fa detonare il conflitto è altrettanto banale e quotidiana, capace però di scoperchiare il vaso di Pandora di odi e tensioni ataviche e di interessare un intero popolo. A Beirut tra un meccanico cristiano e un rifugiato palestinese vola, per un piccolo scontro in ambito lavorativo, una parola di troppo, l’insulto mediacritica_the_insult_290del titolo; sbarcato in tribunale per quella che sarebbe dovuta essere una querela come tante, il fatto da qualunque si trasforma in fattaccio di portata nazionale. I due contendenti, ben oltre la loro volontà, diventano i simboli dei due schieramenti e la vicenda si tramuta in un vento che soffia sul fuoco delle tensioni contemporanee e riaccende quelle ereditate dalla guerra civile, riaprendo le ferite che nei decenni scorsi i due schieramenti si sono inferti a vicenda. D’altro canto i due malcapitati protagonisti, sballottati fin nel privato dal baillame mediatico/giudiziario, in qualche modo si avvicinano, trovando quei punti di contatto quotidiani che l’odio religioso e culturale aveva nascosto. L’apparente semplicità e la linearità di The Insult, per più di metà girato come un film giudiziario tra le quattro mura dell’aula di tribunale, non nasconde le ambizioni e l’ardua e in buona parte vinta scommessa: quella cioè di dare uno spaccato problematico e il più possibile distaccato delle tensioni interne, senza prendere posizione e cercando di mostrare come in questo caso torto e ragioni siano concetti fluidi. Il film è soprattutto una testimonianza, filtrata dal “genere”, di una nazione spaccata e ancora ben lontana dalla riconciliazione, dove le tensioni e le rivendicazioni sono ormai mali atavici, emorragie interne pronte a riaprirsi al minimo segnale. Doueiri realizza questo affresco, come detto, affidandosi alle armi del cinema giudiziario, e in qualche modo più alle parole – dei ricordi e delle testimonianze – che alla ricerca visiva e alle immagini, scegliendo una forma di racconto e una ritmica molto “statunitensi”; lo si vede, per esempio, nella definizione dei personaggi e dei loro rapporti. In questo modo, al netto di qualche colpo di scena e qualche scelta narrativa un po’ facili, riesce a tenere alta la tensione e a giocare sulle due sponde: quella del privato dei protagonisti e quella pubblica che riflette dalla loro vicenda. Senza raggiungere vette memorabili, ma facendo con onestà e robustezza quasi artigianale il suo mestiere.

The Insult [L’insulte, Libano/Francia 2017] REGIA Ziad Doueiri.
CAST Adel Karam, Kamel El Basha, Camille Salameh, Diamand Abou Abboud, Rita Hayek.
SCENEGGIATURA Ziad Doueiri. FOTOGRAFIA Tommaso Fiorilli. MUSICHE Eric Neveux.
Drammatico, durata 110 minuti.

The Insult
3 5 60%

2 Comments

  1. Aibu says:

    Visto. E se portasse a casa qualcosina? Più guardo gli altri film del concorso più questo mi sembra solido e meritevole di qualcosa…

    • Edop says:

      Secondo me un premio, al momento, è possibile; per me lo meriterebbe, anche se personalmente non è quello che ho preferito in assoluto.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

adidas yeezy boost 350 turtle dove transcends sneakers adidas yeezy 350 boost turtle dove restock re release adidas yeezy 350 boost black release date yeezy 350 boost low yeezy boost 350 pirate black yeezy boost 350 low adidas yeezy boost 350 v2 black white yeezy boost 350 moonrock adidas yeezy 350 boost moonrock release date moonrock yeezy 350 boost legit real fake on foot look adidas yeezy boost 350 oxford tan adidas yeezy boost 350 v2 zebra another look adidas yeezy boost 350 oxford tan even more images yeezy 350 moonrock release date adidas yeezy 350 boost black adidas yeezy 350 boost low heres where you can cop the black adidas yeezy 350 boost low adidas yeezy 350 boost low adidas yeezy 350 boost 10 reasons why the adidas yeezy 350 boost will sell out instantly