adidas nmd city sock adidas nmd city sock adidas nmd city sock gum pack release date info adidas NMD R1 Trail adidas nmd city sock gum soles adidas nmd city sock gum pack adidas nmd city sock nmd city sock primeknit core blacklush blue adidas nmd city sock black gum where to buy adidas nmd city sock winter wool adidas nmd city sock primeknit s79150 core black adidas nmd city sock core black adidas nmd primeknit city sock black adidas nmd city sock core black lush blue release date adidas NMD R1 PK adidas nmd chukka receives og colorway NMD City Sock PK adidas nmd chukka 2 adidas NMD R1 Triple Black comparing og adidas nmd r1 nmd chukka

Questa settimana

Baby Driver – Il genio della fuga

sabato 9 settembre, 2017 | di Michele Galardini
Baby Driver – Il genio della fuga
In sala
3
Facebooktwittergoogle_plusmail
Voto autore:

Sgangherabile è bello
Occhiali da sole, iPod che spuntano da ogni tasca, auricolari sempre inseriti per coprire un fastidioso fischio nelle orecchie, abilità al volante inumane: questo, e molto altro, è Baby. Rimasto orfano a causa di un incidente stradale (che è poi causa anche del fischio) vive assieme al padre adottivo sordomuto e lavora come driver a chiamata per un boss locale, verso il quale è debitore. Un ultimo colpo e sarà libero, ma proprio quando cerca di costruirsi una nuova vita, la malavita bussa di nuovo alla sua porta.

L’alba dei morti dementi, costato 4 milioni di sterline ne ha incassati 30; Hot Fuzz, costato 8 milioni ne ha incassati dieci volte tanti; La fine del mondo, 45 milioni di incassi e 20 di budget. Numeri della trilogia del cornetto di Edgar Wright (“The Three Flavours Cornetto Trilogy” in originale): più che un autore, una miniera d’oro.mediacritica_baby_driver_290 Già si parlava di cult nel 2010 con Scott Pilgrim vs. The World, platform movie super ludico che guardava al puro divertimento più che al cinema, quindi cosa diremo, tra qualche anno, di Baby Driver – Il genio della fuga? Che forse siamo al cospetto della nuova frontiera dell’intrattenimento in cui i generi, dopo essere esplosi, si ricompattano in modo disordinato come il Saddam Hussein di Hot Shots! 2 per raggiungere quella sgangherabilità che, secondo Eco, era la vera forza di un capolavoro come Casablanca. Baby Driver parte come musical – spostate La La Land! – poi tracima nell’heist movie, che in realtà è un dramma sentimentale, ma si dà allo splatter… insomma cosa rimane di tutto questo? Qualcosa che ricorda il pulp ironico di Tarantino – in particolare nella scelta dei brani della colonna sonora – ovvero un meccanismo sorretto insistentemente dalla musica, in cui la singola traccia aumenta la sequenza e viceversa – al pari di Guardiani della galassia –, che però non sarebbe efficace senza una scrittura forte, cinematografica, senza i quattro caffè che Baby porta alla banda a fine colpo, senza uno dei migliori cattivi dell’ultima stagione (Jon Hamm) e senza un montaggio che finalmente recupera il piacere dell’intelligibilità nell’epoca del chaos cinema. Potreste rivederlo all’infinito e, ogni volta, divertirvi come la prima.

Baby Driver – Il genio della fuga [Baby Driver, Gran Bretagna/USA 2017] REGIA Edgar Wright.
CAST Kevin Spacey, Ansel Elgort, Jon Hamm, Eiza Gonzàlez, Jamie Foxx, Lily James.
SCENEGGIATURA Edgar Wright. FOTOGRAFIA Bill Pope. MUSICHE Steven Price.

Azione/Commedia, durata 112 minuti.

Baby Driver – Il genio della fuga
3.5 6 70%

3 Comments

  1. arkanoidisback says:

    Jon hamm è il nome dell’antagonista. Visto in anteprima ad agosto, mi è piaciuto molto ma non è riuscito a divertirmi come Hot Fuzz per esempio. Mi aspettavo qualcosina in più dal montaggio, verso la fine è un po’ ripetivovo, Wright nei precedenti secondo me su quest’aspetto ha fatto qualcosa in più. Consigliatissimo ovviamente! Ottima recensione!

  2. Ugo says:

    Mi ha divertito molto, e giustissima è la riflessione che il recensore fa sulla ricompattazione sgangherata dei generi. Personalmente trovo però che la trilogia del cornetto (almeno i primi due film), senza nulla togliere a Baby Driver, abbia qualche marcia in più, per originalità, per il misto tra cazzeggio tamarro e raffinatezza british e qua e là anche per satira; ciò detto mi sono divertito un casino oggi in sala

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

adidas yeezy boost 350 turtle dove transcends sneakers adidas yeezy 350 boost turtle dove restock re release adidas yeezy 350 boost black release date yeezy 350 boost low yeezy boost 350 pirate black yeezy boost 350 low adidas yeezy boost 350 v2 black white yeezy boost 350 moonrock adidas yeezy 350 boost moonrock release date moonrock yeezy 350 boost legit real fake on foot look adidas yeezy boost 350 oxford tan adidas yeezy boost 350 v2 zebra another look adidas yeezy boost 350 oxford tan even more images yeezy 350 moonrock release date adidas yeezy 350 boost black adidas yeezy 350 boost low heres where you can cop the black adidas yeezy 350 boost low adidas yeezy 350 boost low adidas yeezy 350 boost 10 reasons why the adidas yeezy 350 boost will sell out instantly