adidas nmd city sock adidas nmd city sock adidas nmd city sock gum pack release date info adidas NMD R1 Trail adidas nmd city sock gum soles adidas nmd city sock gum pack adidas nmd city sock nmd city sock primeknit core blacklush blue adidas nmd city sock black gum where to buy adidas nmd city sock winter wool adidas nmd city sock primeknit s79150 core black adidas nmd city sock core black adidas nmd primeknit city sock black adidas nmd city sock core black lush blue release date adidas NMD R1 PK adidas nmd chukka receives og colorway NMD City Sock PK adidas nmd chukka 2 adidas NMD R1 Triple Black comparing og adidas nmd r1 nmd chukka

Questa settimana

Carrie – Lo sguardo di Satana (1976)

sabato 21 ottobre, 2017 | di Massimo Padoin
Carrie – Lo sguardo di Satana (1976)
Speciale
1
Facebooktwittergoogle_plusmail
Voto autore:

SPECIALE STEPHEN KING
L’intimità dell’orrore
L’intera cinematografia di Brian De Palma è composta da vittime: vittime del sistema, vittime della società, vittime dei vizi, vittime di se stessi. In buona parte della sua filmografia, il regista italoamericano mette in scena personaggi incapaci di superare le debolezze e spesso resi martiri da un sistema (politico, giudiziario, scolastico) che li stritola.

Ma i protagonisti “depalmiani” mostrano di essere vittime non solo di ciò che è più grande di loro, ma lo sono anche di loro medesimi. Tony Montana di Scarface e Carlito Brigante di Carlito’s Way non sono solo pedine di un mondo criminale, ma sono anche vittime dei loro vizi. Lo è anche il Jimmy Malone di Sean Connery ne Gli intoccabili, personaggio assuefatto alla propria volontà di dare la caccia al ladro, ma che da sempre è stato vittima del sistema criminale dilagante negli anni ’20. Carrie diventa quasi il simbolo, nella filmografia depalmiana, del contrasto insito in questi personaggi, sconfitti da qualcosa che è più grande e allo stesso tempo anche da ciò che si trova all’interno di loro stessi. La ragazza rappresenta una vittima totale in quanto emarginata perché lontana dalla società delle apparenze promossa dalla middle class americana, succube di una madre eccessivamente religiosa e bigotta e, soprattutto, portatrice di poteri paranormali tali da essere considerata una freak. Proprio come Redacted, Carrie – Lo sguardo di Satana ci narra della perdita dell’innocenza (la celeberrima sequenza iniziale della doccia), e della sottomissione dell’uomo ai propri istinti (l’altrettanto celebre scena del ballo); De Palma però realizza una pellicola che, contrariamente al tema trattato, risulta essere estremamente controllata, in cui la regia è a tratti virtuosistica e densa di citazioni cinefile (su tutti il solito e amato Hitchcock). Ma sono proprio questi aspetti che, visto oggi, rendono Carrie un film estremamente godibile e per niente invecchiato seppure l’ambientazione liceale sia stata abusata dagli horror negli ultimi tempi. De Palma riesce a creare un delicato equilibrio in cui la regia controllata si fonde con un tema estremamente intimista; il film del resto tratta della maturità femminile, senza che il primo aspetto prenda il sopravvento sul secondo. La fotografia del film è capace, in varie situazioni, di dare un senso di appannamento all’immagine e di regalare all’intera opera l’intimità necessaria affinché ci si senta parte della strana vita di Carrie White, senza per questo far dimenticare allo spettatore di essere di fronte ad un film dell’orrore.

Carrie – Lo sguardo di Satana [Carrie, USA 1976] REGIA Brian De Palma.
CAST Sissy Spacek, Piper Laurie, Amy Irving, William Katt, John Travolta.
SCENEGGIATURA Lawrence D. Cohen (tratta dal romanzo Carrie di Stephen King). FOTOGRAFIA Mario Tosi. MUSICHE Pino Donaggio.
Horror/Drammatico, durata 98 minuti.

Carrie – Lo sguardo di Satana (1976)
3.86 7 77.14%

One Comment

  1. Ugo says:

    Ottima analisi, bravo! rimane una delle più belle trasposizioni da King (e ci stava una stelletta in più ;))

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

adidas yeezy boost 350 turtle dove transcends sneakers adidas yeezy 350 boost turtle dove restock re release adidas yeezy 350 boost black release date yeezy 350 boost low yeezy boost 350 pirate black yeezy boost 350 low adidas yeezy boost 350 v2 black white yeezy boost 350 moonrock adidas yeezy 350 boost moonrock release date moonrock yeezy 350 boost legit real fake on foot look adidas yeezy boost 350 oxford tan adidas yeezy boost 350 v2 zebra another look adidas yeezy boost 350 oxford tan even more images yeezy 350 moonrock release date adidas yeezy 350 boost black adidas yeezy 350 boost low heres where you can cop the black adidas yeezy 350 boost low adidas yeezy 350 boost low adidas yeezy 350 boost 10 reasons why the adidas yeezy 350 boost will sell out instantly