adidas nmd city sock adidas nmd city sock adidas nmd city sock gum pack release date info adidas NMD R1 Trail adidas nmd city sock gum soles adidas nmd city sock gum pack adidas nmd city sock nmd city sock primeknit core blacklush blue adidas nmd city sock black gum where to buy adidas nmd city sock winter wool adidas nmd city sock primeknit s79150 core black adidas nmd city sock core black adidas nmd primeknit city sock black adidas nmd city sock core black lush blue release date adidas NMD R1 PK adidas nmd chukka receives og colorway NMD City Sock PK adidas nmd chukka 2 adidas NMD R1 Triple Black comparing og adidas nmd r1 nmd chukka

Questa settimana

I Am Not Madame Bovary

sabato 28 ottobre, 2017 | di Filippo Zoratti
I Am Not Madame Bovary
Festival
1
Facebooktwittergoogle_plusmail
Voto autore:

55. Viennale – Vienna International Film Festival, 19 ottobre – 2 novembre 2017, Vienna

E guardo il mondo da un oblò
Assecondando la smania occidentale di etichette e classificazioni, si è soliti definire il regista Feng Xiaogang “lo Steven Spielberg” cinese. Cotanto soprannome lo si deve alla fama di un autore generoso capace di spaziare da un genere all’altro con gran naturalezza, ottenendo sempre risultati lusinghieri.

La carriera di Feng è costellata di blockbuster di successo, da The Banquet ad Assembly, da Aftershock a Personal Tailor. Sulle locandine il suo cognome – che giganteggia come e oltre quello degli attori principali – è garanzia di qualità, marchio di fabbrica che soddisfa la pancia del pubblico e la testa del critico. In un Paese cinematograficamente “difficile” come la Repubblica Popolare Cinese poi,mediacritica_i_am_not_madame_bovary_290 il plusvalore è un altro: non incorrere nella feroce censura di regime, nonostante si affrontino temi spinosi e socialmente destabilizzanti per il popolo. In questo gioco Feng è un maestro, come dimostra l’astutamente verboso e squisitamente fluviale I Am Not Madame Bovary, già vincitore del San Sebastian Film Festival 2016. Non un film sulla Madame Bovary flaubertiana, ma su “una” Madame Bovary che rifiuta tale disdicevole appellativo. La storia ruota attorno a Li Xuelian, moglie caparbia che – come accade spesso in Cina – finge di divorziare dal marito per poter ottenere un appartamento in città. Vittima della sua medesima trappola, Li si ritrova umiliata: il coniuge l’ha lasciata per davvero, trasferendosi nella nuova casa con un’altra donna. Nel momento in cui il marito per sbarazzarsi definitivamente di lei non esita a darle della “pan jinlian” (sorta di donna dai facili costumi assimilabile alla Madame Bovary della letteratura francese), non resta che far causa all’ex consorte per cancellare la separazione e riabilitarsi agli occhi della società. Incubo kafkiano e al contempo favola trasognata, I Am Not Madame Bovary ci trascina nelle segrete stanze del sistema legale cinese e dei suoi labirinti burocratici attraverso l’insolito utilizzo di un iris tondo che coincide con lo stato d’animo “soffocato” della protagonista: uno scontro fra Davide e Golia che abbiamo il privilegio di osservare attraverso un privatissimo buco della serratura, che viene abbandonato a favore di un aspect ratio rettangolare solo nei momenti di apparente risoluzione dell’intreccio. Incastrato in un meccanismo amorale e inestricabile, l’uomo è una delle microscopiche parti di un sistema abnorme e complesso; ma, come ammette uno dei burocrati perseguitati da Li Xuelian, “un seme è diventato un cocomero, una formica è diventata un elefante”. E allo stesso modo un film apparentemente innocuo e allineato alle direttive del governo centrale (la corruzione come male supremo da estirpare) diviene una inattaccabile denuncia alla illogica e controversa autorità statale precostituita.

I Am Not Madame Bovary [Wo Bushi Pan Jinlian, Cina 2016] REGIA Feng Xiaogang.
CAST Fan Bingbing, Guo Tao, Zhang Jiayi, Dong Chengpeng.
SCENEGGIATURA Liu Zhenyun (tratta dal suo romanzo I Did Not Kill My Husband). FOTOGRAFIA Luo Pan. MUSICHE Du Wei.
Commedia, durata 137 minuti.

I Am Not Madame Bovary
3.75 4 75%

One Comment

  1. Cedric says:

    L’ho visto al Far East! Troppo lungo, ma molto interessante… non sapevo avesse vinto il San Sebastian!

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

adidas yeezy boost 350 turtle dove transcends sneakers adidas yeezy 350 boost turtle dove restock re release adidas yeezy 350 boost black release date yeezy 350 boost low yeezy boost 350 pirate black yeezy boost 350 low adidas yeezy boost 350 v2 black white yeezy boost 350 moonrock adidas yeezy 350 boost moonrock release date moonrock yeezy 350 boost legit real fake on foot look adidas yeezy boost 350 oxford tan adidas yeezy boost 350 v2 zebra another look adidas yeezy boost 350 oxford tan even more images yeezy 350 moonrock release date adidas yeezy 350 boost black adidas yeezy 350 boost low heres where you can cop the black adidas yeezy 350 boost low adidas yeezy 350 boost low adidas yeezy 350 boost 10 reasons why the adidas yeezy 350 boost will sell out instantly