adidas nmd city sock adidas nmd city sock adidas nmd city sock gum pack release date info adidas NMD R1 Trail adidas nmd city sock gum soles adidas nmd city sock gum pack adidas nmd city sock nmd city sock primeknit core blacklush blue adidas nmd city sock black gum where to buy adidas nmd city sock winter wool adidas nmd city sock primeknit s79150 core black adidas nmd city sock core black adidas nmd primeknit city sock black adidas nmd city sock core black lush blue release date adidas NMD R1 PK adidas nmd chukka receives og colorway NMD City Sock PK adidas nmd chukka 2 adidas NMD R1 Triple Black comparing og adidas nmd r1 nmd chukka

Questa settimana

Corpo e anima

sabato 6 gennaio, 2018 | di Juri Saitta
Corpo e anima
In sala
2
Facebooktwittergoogle_plusmail
Voto autore:

L’amore e la solitudine
Esce in Italia quasi un anno dopo la sua vittoria al 67° Festival di Berlino Corpo e anima di Ildikó Enyedi, film ungherese dalle atmosfere stranianti e rarefatte che narra una storia d’amore e di solitudine.

Qui, tramite la particolare love story tra Endre e Maria – due persone asociali e depresse che si avvicinano e s’innamorano dopo aver scoperto di fare lo stesso sogno (essere due cervi che vagano in un bosco innevato) -, la regista affronta in modo originale e malinconico problematiche quali il disagio esistenziale, il sonno come rifugio ed effimera via di fuga al proprio malessere e l’amore come possibile risposta alla solitudine.mediacritica_corpo_e_anima_290 Tutte questioni espresse non solo dal soggetto, ma anche da diverse soluzioni stilistiche e linguistiche, a cominciare dalle ambientazioni, che sottolineano costantemente lo stato d’animo dei protagonisti. Così, se il malessere di Endre e Maria è visivamente rappresentato da un luogo di sangue e di morte come il mattatoio (posto dove i due lavorano e si conoscono) e dagli interni spogli e claustrofobici delle loro abitazioni, non è un caso che il loro rifugio onirico sia invece contrassegnato da uno spazio aperto, incontaminato e dai tratti fiabeschi come un bosco coperto di neve e attraversato dai rumori quieti della natura. Ma oltre alla buona scelta dei set, il lungometraggio si avvale anche di un’ottima attrice protagonista (Alexandra Borbély), che con la sua recitazione monocorde, il suo sguardo stralunato e i suoi movimenti quasi meccanici riesce a impersonare efficacemente un personaggio al tempo stesso algido e fragile, distante e bisognoso di attenzione. Una serie di elementi ben esaltati da un climax sospeso e alienato, mirato a rafforzare il carattere straniante della vicenda e dei suoi personaggi. Un’atmosfera, quella creata dalla cineasta, in qualche modo vicina al realismo magico, che unisce la concretezza e la tangibilità degli ambienti a un vago onirismo proveniente soprattutto da un ritmo compassato e una colonna sonora rarefatta, oltre che da alcune immagini riflesse e da dei cromatismi talvolta pittorici. Il risultato è a tratti affascinante e intrigante, ma purtroppo non del tutto compatto e incisivo, a causa di una durata eccessiva e di un’autorialità troppo esibita: la regista realizza un’opera di quasi due ore allungando i tempi narrativi con pause non sempre necessarie, rischiando di far diventare Corpo e anima l’ennesimo “film da festival”, fruibile soprattutto da cinefili e addetti ai lavori. È dunque evidente che ci troviamo di fronte a un lungometraggio complessivamente interessante e suggestivo, ma che avrebbe avuto bisogno di un maggiore controllo sui tempi per essere pregnante ed efficace fino in fondo.

Corpo e anima [A teströl és lélekröl, Ungheria 2017] REGIA Ildikó Enyedi.
CAST Morcsányi Géza, Alexandra Borbély, Zoltán Schneider, Ervin Nagy, Tamás Jordán.
SCENEGGIATURA Ildikó Enyedi. FOTOGRAFIA Máté Herbai. MUSICHE Adam Balasz.
Drammatico, durata 116 minuti.

Corpo e anima
3.8 9 75.56%

2 Comments

  1. Dory says:

    lei è bellissima

  2. Edop says:

    Concordo con la recensione! il film mi è piaciuto e mi ha pure emozionato, ma è un po’appesantito dall’aurea di tipico film d’autore europeo e da festival, come hai notato tu. Lo rende meno originale di quanto avrebbe voluto e potuto essere. Però complessivamente funziona ed emoziona, e lei è un personaggio bellissimo, in ogni senso

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

adidas yeezy boost 350 turtle dove transcends sneakers adidas yeezy 350 boost turtle dove restock re release adidas yeezy 350 boost black release date yeezy 350 boost low yeezy boost 350 pirate black yeezy boost 350 low adidas yeezy boost 350 v2 black white yeezy boost 350 moonrock adidas yeezy 350 boost moonrock release date moonrock yeezy 350 boost legit real fake on foot look adidas yeezy boost 350 oxford tan adidas yeezy boost 350 v2 zebra another look adidas yeezy boost 350 oxford tan even more images yeezy 350 moonrock release date adidas yeezy 350 boost black adidas yeezy 350 boost low heres where you can cop the black adidas yeezy 350 boost low adidas yeezy 350 boost low adidas yeezy 350 boost 10 reasons why the adidas yeezy 350 boost will sell out instantly