adidas nmd city sock adidas nmd city sock adidas nmd city sock gum pack release date info adidas NMD R1 Trail adidas nmd city sock gum soles adidas nmd city sock gum pack adidas nmd city sock nmd city sock primeknit core blacklush blue adidas nmd city sock black gum where to buy adidas nmd city sock winter wool adidas nmd city sock primeknit s79150 core black adidas nmd city sock core black adidas nmd primeknit city sock black adidas nmd city sock core black lush blue release date adidas NMD R1 PK adidas nmd chukka receives og colorway NMD City Sock PK adidas nmd chukka 2 adidas NMD R1 Triple Black comparing og adidas nmd r1 nmd chukka

Questa settimana

La terra dell’abbastanza

sabato 16 giugno, 2018 | di Edoardo Peretti
La terra dell’abbastanza
In sala
0
Facebooktwittergoogle_plusmail
Voto autore:

Gli occhi non mentono
“Gli occhi non mentono”, sostengono molti. Di certo non lo fanno ne La terra dell’abbastanza, esordio più che promettente dei fratelli Damiano e Fabio D’Innocenzo presentato con successo in “Panorama”, il ricco fuoriconcorso della Berlinale.

Sono gli occhi dei due giovani protagonisti, che spesso la cinepresa aggredisce quasi entrando nella pupilla, e sono i loro primissimi piani a raccontarci e a trasmettere la paura, la disillusione, l’illusoria e vacua euforia e gli echi della coscienza lontani, improvvisi e decisivi che costituiscono le tappe dell’educazione criminale raccontata dal film. mediacritica_la_terra_dell_abbondanza_290È un percorso in cui gradualmente l’umanità si smarrisce in un adattamento meccanico, ovvio e quasi inconsapevole ad un contesto che non lascia via di scampo, se non disperata ed estrema. Tutto nasce da un incidente in cui Mirko e Manolo, ragazzi come tanti dell’estrema periferia romana e amici fraterni, investono un uomo; la vittima è un “infame”, e l’incidente apre così ai due ragazzi le porte del dorato mondo della criminalità pronta a ricompensarli.
Un altro modo di dire in voga in questi tempi è “il futuro non esiste”. È un altro detto che pare trovare un’amara conferma nel film; non solo e non tanto per le sorti di Mirko e Manolo, che non spoileriamo, quanto per la meccanizzazione delle loro scelte e delle loro azioni, per il fatalismo disilluso capace di ammorbare loro, i personaggi secondari e tutto ciò che circonda e per la mancanza di prospettive e di reali desideri. Estremamente significativo da questo punto di vista è il padre di Manolo, interpretato da un intenso e sorprendente Max Tortora, un uomo bloccato nella sua interiorità come nella sua maschera di sottoproletario borgataro, quasi del tutto incapace di capire davvero la tragedia, accoglierla, rielaborarla e soprattutto reagire.
C’è la stessa sospensione sociale e interiore di Non essere cattivo di Caligari, così come c’è la stessa tensione tra la concretezza e le tendenze alla visionarietà e all’astratto che condizionano, senza però negarlo, il realismo di fondo. La terra dell’abbastanza rimanda certamente al film del compianto autore aronese e può certamente soffrire il fatto di essere costretto, in particolare nell’inevitabile percezione, a seguirne la scia, ma allo stesso tempo trova la sua particolarità nell’attenzione che rivolge ai corpi e agli sguardi dei due giovani protagonisti. Tutto in qualche modo ruota infatti intorno alla loro fisicità e all’espressività dei volti, predominanti per esempio sul pur riconoscibile e significativo paesaggio urbano, che, a differenza di molti film sulle periferie perse e disagiate, rimane sullo sfondo e lascia spazio all’intensità trasmessa dai due personaggi. Intensità che, anche grazie ad una regia già potente e ad una manciata di sequenze di alto livello (su tutte, l’ultima esecuzione), inesorabilmente investe.

La terra dell’abbastanza [Italia 2018] REGIA Damiano D’Innocenzo, Fabio D’Innocenzo.
CAST Andrea Carpenzano, Matteo Olivetti, Max Tortora, Milena Mancini, Luca Zingaretti.
SCENEGGIATURA Damiano e Fabio D’Innocenzo. FOTOGRAFIA Paolo Carnera. MUSICHE Toni Bruna.
Drammatico, durata 96 minuti.

La terra dell’abbastanza
3 3 60%

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

adidas yeezy boost 350 turtle dove transcends sneakers adidas yeezy 350 boost turtle dove restock re release adidas yeezy 350 boost black release date yeezy 350 boost low yeezy boost 350 pirate black yeezy boost 350 low adidas yeezy boost 350 v2 black white yeezy boost 350 moonrock adidas yeezy 350 boost moonrock release date moonrock yeezy 350 boost legit real fake on foot look adidas yeezy boost 350 oxford tan adidas yeezy boost 350 v2 zebra another look adidas yeezy boost 350 oxford tan even more images yeezy 350 moonrock release date adidas yeezy 350 boost black adidas yeezy 350 boost low heres where you can cop the black adidas yeezy 350 boost low adidas yeezy 350 boost low adidas yeezy 350 boost 10 reasons why the adidas yeezy 350 boost will sell out instantly