adidas nmd city sock adidas nmd city sock adidas nmd city sock gum pack release date info adidas NMD R1 Trail adidas nmd city sock gum soles adidas nmd city sock gum pack adidas nmd city sock nmd city sock primeknit core blacklush blue adidas nmd city sock black gum where to buy adidas nmd city sock winter wool adidas nmd city sock primeknit s79150 core black adidas nmd city sock core black adidas nmd primeknit city sock black adidas nmd city sock core black lush blue release date adidas NMD R1 PK adidas nmd chukka receives og colorway NMD City Sock PK adidas nmd chukka 2 adidas NMD R1 Triple Black comparing og adidas nmd r1 nmd chukka

In questo numero

Italiani brava gente #3 – La visita

sabato 22 dicembre, 2018 | di Gabriele Baldaccini
Italiani brava gente #3 – La visita
Italiani brava gente
2
Facebooktwittergoogle_plusmail
Voto autore:

Il maschile contro il femminile, la provincia contro la città, l’uomo contro l’animale
La visita può essere tranquillamente annoverato tra i capolavori (più o meno) sconosciuti della commedia all’italiana. Il film di Pietrangeli, infatti, oltre a essere bellissimo, è opera assai strana e particolare: un po’ francese, un po’ anticipo della commedia sexy, un po’ piena di frange malinconiche fuori tempo massimo, è il racconto di due giovani adulti che si incontrano dopo aver dialogato a lungo per corrispondenza attraverso quei velatamente pruriginosi annunci che tanto andavano di moda prima dell’era Tinder/Meetic.

Non si può innanzitutto non rimanere ammaliati dall’interpretazione pazzesca di Sandra Milo, che è Pina (nome che in qualche modo traccia una linea diretta con il futuro universo fantozziano), una trentaseienne (anzi, trentacinquenne, come scrive nel primo annuncio per mascherare un po’ l’età che lievemente avanza) posatamente procace, truccata e armata di fondo schiena-protesi che la rende perfetta nell’identificare la piccolo-borghesia femminile emiliana degli anni della congiuntura. mediacritica_italiani_brava_gente_la_visita_290Non si può nemmeno non amare quella di François Périer, che è Adolfo, impiegato in una libreria di Roma, dal baffetto che amplifica il motivo per cui abbia quel nome proprio e non un altro, e dall’antipatia assicurata (ma poi si scoprirà che è solo una facciata del suo vero essere). Infine, è impossibile pure non rendersi conto di come il tema centrale della solitudine sia velatamente dolce e goffo, tanto da farcene desiderare ancora e ancora una volta terminata la visione. Ma forse il valore assoluto del film sta nella messa in scena sogghignante di quello che si manifesta come uno scontro morale dalle tante superfici: il maschile contro il femminile, la provincia contro la città, l’uomo contro l’animale, il raffinato contro il trascurato, il gentile contro il rozzo, il bianco contro il nero, l’italiano contro il dialetto. E allora La visita si trasforma magicamente in un prezioso oggetto con il quale fare i conti nel momento in cui si abbia la necessità di capire al volo cosa volesse dire vivere, all’inizio degli anni Sessanta del secolo scorso, in un paese come l’Italia; pieno zeppo di contraddizioni, ma continuamente vivo e vitale nel suo sentimento unico – anche se un po’ ipocrita – del “nonostante tutto, volemose bbene”. Perché, alla fine, dietro quel prospetto, si vivevano drammi interiori ed esistenziali che avevano a che fare più con l’intero mondo occidentale che con uno dei suoi singoli territori, mostrando come l’italiano/a medio/a fosse più intriso/a di modernità di quanto si potesse credere.

La visita [id., Italia 1963] REGIA Antonio Pietrangeli.
CAST Sandra Milo, François Périer, Gastone Moschin, Mario Adorf, Didi Perego.
SCENEGGIATURA Antonio Pietrangeli, Ruggero Maccari, Ettore Scola. FOTOGRAFIA Armando Nannuzzi. MUSICHE Armando Trovajoli.
Commedia, durata 110 minuti.

Italiani brava gente #3 – La visita
5 3 100%

2 Comments

  1. Andrea M. says:

    Filmone!

  2. MP says:

    Concordo, bellissimo e raffinato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

adidas yeezy boost 350 turtle dove transcends sneakers adidas yeezy 350 boost turtle dove restock re release adidas yeezy 350 boost black release date yeezy 350 boost low yeezy boost 350 pirate black yeezy boost 350 low adidas yeezy boost 350 v2 black white yeezy boost 350 moonrock adidas yeezy 350 boost moonrock release date moonrock yeezy 350 boost legit real fake on foot look adidas yeezy boost 350 oxford tan adidas yeezy boost 350 v2 zebra another look adidas yeezy boost 350 oxford tan even more images yeezy 350 moonrock release date adidas yeezy 350 boost black adidas yeezy 350 boost low heres where you can cop the black adidas yeezy 350 boost low adidas yeezy 350 boost low adidas yeezy 350 boost 10 reasons why the adidas yeezy 350 boost will sell out instantly