adidas nmd city sock adidas nmd city sock adidas nmd city sock gum pack release date info adidas NMD R1 Trail adidas nmd city sock gum soles adidas nmd city sock gum pack adidas nmd city sock nmd city sock primeknit core blacklush blue adidas nmd city sock black gum where to buy adidas nmd city sock winter wool adidas nmd city sock primeknit s79150 core black adidas nmd city sock core black adidas nmd primeknit city sock black adidas nmd city sock core black lush blue release date adidas NMD R1 PK adidas nmd chukka receives og colorway NMD City Sock PK adidas nmd chukka 2 adidas NMD R1 Triple Black comparing og adidas nmd r1 nmd chukka

In questo numero

Copia originale

sabato 23 Febbraio, 2019 | di Lisa Cecconi
Copia originale
In sala
0
Facebooktwittergoogle_plusmail
Voto autore:

Art for Art’s Fake
Lee Israel è una donna molto sola. La sua agente rifiuta le sue idee, i librai non vogliono i suoi libri, la veterinaria respinge i suoi spiccioli e persino la sua gatta snobba il cibo che le offre.

Scrittrice in declino con alcune biografie all’attivo, vive in stato di abbandono tra una casa piena di mosche e un pub vuoto di aspettative, condividendo disincanto e bevute con l’istrionico Jack Hock. Finché l’idea di contraffare lettere di personaggi celebri sembra svoltare la sua esistenza ai margini. Tratto dal libro di memorie Can You Ever Forgive Me? della vera Leonore Carol “Lee” Israel, Copia originale è molto più di un biopic. È un film lucido sull’attualità, sulla solitudine e il coraggio dell’arte e sulla pretesa di originalità da parte di un sistema poco incline all’anticonformismo. Lee Israel è ormai una ghost writer nel vero senso dell’espressione, una scrittrice fantasma che indispone tutti quando si fa viva. Nella scrittura di lettere false, a nome degli autori e degli artisti che ama, Lee trasforma l’anonimato coatto in un’inedita via d’uscita. Da biografa a falsaria, trova un modo per esprimere la propria arte annullandosi nel suo stesso oggetto. E, tuttavia, le sue “copie” sono autentica letteratura, frutto dell’ingegno con cui replica gli stili.
L’ambiguità tra falso e autentico, copia e originale è notoriamente cara al cinema. In questo caso, si estende alla scrittura e all’arte in toto, con un’artista che, per restare se stessa, è costretta a spacciarsi per qualcun altro. Marielle Heller ne evoca la solitudine con campi lunghissimi e profondità di campo, ad accentuare il vuoto che la circonda o la folla in cui è costretta a perdersi. Lee lavora nell’ombra e la scelta di una fotografia dalle tonalità crepuscolari richiama l’aspetto intimo e solitario della scrittura. La carta, piuttosto, è la vera protagonista, continuamente raccolta, carezzata, distesa, segna l’evolversi della vicenda. Dalle lettere originali a quelle contraffatte, dal denaro frusciante al mandato di cattura. Lee è un outsider come Jack Hock, straordinario Richard E. Grant, impenitente flâneur che cela l’emarginazione dietro una maschera di amabile noncuranza. Lee, al contrario, avanza impacciata nei corridoi stretti che la contengono a fatica, dove vorrebbero incanalarla invano le aspettative della società. Aggressiva e ritratta come una tartaruga arcigna, non ha alcuna intenzione di piegarsi ai compromessi. Il titolo del libro, e del film nella versione originale, non è che l’ennesima trovata sferzante. Perché Lee non vuole il perdono degli altri, impegnati per amor di apparenza nell’insincera ricerca dell’autentico. Vuole solo quello dell’arte, per non avere avuto il coraggio di rivendicarne la paternità.

Copia originale [Can You Ever Forgive Me?, USA 2018] REGIA Marielle Heller.
CAST Melissa McCarthy, Richard E. Grant, Dolly Wells, Jane Curtin, Anna Deavere Smith.
SCENEGGIATURA Nicole Holofcener, Jeff Whitty. FOTOGRAFIA Brandon Trost. MUSICHE Nate Heller.
Biografico/Drammatico, durata 107 minuti.

Copia originale
3.5 2 70%

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

adidas yeezy boost 350 turtle dove transcends sneakers adidas yeezy 350 boost turtle dove restock re release adidas yeezy 350 boost black release date yeezy 350 boost low yeezy boost 350 pirate black yeezy boost 350 low adidas yeezy boost 350 v2 black white yeezy boost 350 moonrock adidas yeezy 350 boost moonrock release date moonrock yeezy 350 boost legit real fake on foot look adidas yeezy boost 350 oxford tan adidas yeezy boost 350 v2 zebra another look adidas yeezy boost 350 oxford tan even more images yeezy 350 moonrock release date adidas yeezy 350 boost black adidas yeezy 350 boost low heres where you can cop the black adidas yeezy 350 boost low adidas yeezy 350 boost low adidas yeezy 350 boost 10 reasons why the adidas yeezy 350 boost will sell out instantly