adidas nmd city sock adidas nmd city sock adidas nmd city sock gum pack release date info adidas NMD R1 Trail adidas nmd city sock gum soles adidas nmd city sock gum pack adidas nmd city sock nmd city sock primeknit core blacklush blue adidas nmd city sock black gum where to buy adidas nmd city sock winter wool adidas nmd city sock primeknit s79150 core black adidas nmd city sock core black adidas nmd primeknit city sock black adidas nmd city sock core black lush blue release date adidas NMD R1 PK adidas nmd chukka receives og colorway NMD City Sock PK adidas nmd chukka 2 adidas NMD R1 Triple Black comparing og adidas nmd r1 nmd chukka

In questo numero

Easy Girl

martedì 8 Marzo, 2011 | di Alice Cucchetti
Easy Girl
In sala
0
Facebooktwittermail
Voto autore:

Not another teen movie
Easy Girl è una piccola commedia sorprendente, per svariati motivi. Ormai assuefatti al panorama stereotipato delle high school californiane, e al cinema sempre simile a se stesso che spesso vi è ambientato, Easy Girl sorprende per la capacità di contraddire tanti piccoli cliché del genere cui appartiene.

Intendiamoci, sempre di un teen movie stiamo parlando, e chi è allergico ai corridoi infestati di armadietti, alle cheerleader reginette della scuola e al ballo di fine anno in cui si risolvono tutti i destini, difficilmente si ricrederà guardando questo film, anche se, in Easy Girl, c’è poco di tutto questo.
La forza di Easy Girl è innanzitutto nella sua protagonista. Un po’ perché ad interpretarla è una straordinaria Emma Stone (e molto della sua voce roca e inconfondibile si perde col doppiaggio), superiore a qualsiasi Lindsay Lohan del passato; un po’ perché Olive, la “ragazza facile” del titolo, è un personaggio forte e inaspettato. Brillante, autoironica, intelligente, indipendente, generosa, Olive sembrerebbe un’inverosimile concentrato di perfezione, se non ci lasciasse assistere, per tutta la durata della pellicola, alla collezione incontenibile dei suoi errori. Perdonabilissimi, soprattutto perché, per una volta, in un teen movie, il personaggio principale è consapevole che il liceo non è il mondo, ma solo un passaggio: ostenta una totale noncuranza per quel che pensano di lei i suoi pari e, conscia di questa verità, non agisce secondo le consuete logiche della lotta di potere in cerca della tanto agognata popolarità.
Al pacchetto, poi, è da aggiungere una sceneggiatura divertente e ricca di riferimenti culturali e popolari, dalla Lettera Scarlatta hawthorniana al cinema adolescenziale di John Hughes. Per non parlare del piacere di ritrovare, in un solo film, tanti comprimari noti e di gran classe: a partire da Stanley Tucci e Patricia Clarkson, i genitori che tutti vorremmo avere, per arrivare a Lisa Kudrow e Malcolm McDowell, gli insegnanti che speriamo di non incontrare mai. Dalle loro bocche – così come da quelle dei protagonisti più giovani – escono dialoghi spesso esilaranti e quasi mai banali: abbastanza da far diventare Easy Girl già un piccolo culto, tra gli adolescenti, e non solo. Non un capolavoro, ma un’imprevista “manciata di sole”, come canta Olive in una delle sequenze più spassose del film.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

adidas yeezy boost 350 turtle dove transcends sneakers adidas yeezy 350 boost turtle dove restock re release adidas yeezy 350 boost black release date yeezy 350 boost low yeezy boost 350 pirate black yeezy boost 350 low adidas yeezy boost 350 v2 black white yeezy boost 350 moonrock adidas yeezy 350 boost moonrock release date moonrock yeezy 350 boost legit real fake on foot look adidas yeezy boost 350 oxford tan adidas yeezy boost 350 v2 zebra another look adidas yeezy boost 350 oxford tan even more images yeezy 350 moonrock release date adidas yeezy 350 boost black adidas yeezy 350 boost low heres where you can cop the black adidas yeezy 350 boost low adidas yeezy 350 boost low adidas yeezy 350 boost 10 reasons why the adidas yeezy 350 boost will sell out instantly