adidas nmd city sock adidas nmd city sock adidas nmd city sock gum pack release date info adidas NMD R1 Trail adidas nmd city sock gum soles adidas nmd city sock gum pack adidas nmd city sock nmd city sock primeknit core blacklush blue adidas nmd city sock black gum where to buy adidas nmd city sock winter wool adidas nmd city sock primeknit s79150 core black adidas nmd city sock core black adidas nmd primeknit city sock black adidas nmd city sock core black lush blue release date adidas NMD R1 PK adidas nmd chukka receives og colorway NMD City Sock PK adidas nmd chukka 2 adidas NMD R1 Triple Black comparing og adidas nmd r1 nmd chukka

In questo numero

C’è chi dice no

lunedì 11 Aprile, 2011 | di Romina Panarello
C’è chi dice no
In sala
0
Facebooktwittermail

Purtroppo c’è chi dice sì
Tre ex compagni di liceo, Max, giornalista di talento, Irma, dottoressa, Samuele, assistente universitario, si ritrovano sconfortati dalla stessa beffa ad una cena di classe: lo scavalcamento delle loro conferme professionali causa raccomandazioni di una “figlia di…”, “moglie di…”, “genero di…”.

Se le prime due antagoniste si renderanno conto del disagio provocato, il terzo lascerà fare al suocero che non vuole assolutamente rimetterci la faccia, insieme ad un sistema decisamente fitto di conoscenze. Un sistema che si rammarica sia dell’intelligenza che dell’ignoranza dei suoi giovani.
La trama della storia ruoterà intorno alle azioni dei nostri giustizieri che, ingiustamente colpiti, si vestiranno da “pirati del merito” per i loro diritti e per quelli di altri. Ma servirebbe un vero e proprio esercito per contrastare questa realtà di precariato.
Una commedia drammaticamente realistica che fa sorridere alle primissime battute, ingenue, scontate ma tanto reali. Poco importa se tanti sono stati i sacrifici propri e dei genitori, la parola sembra non essere consentita ai figli di ferrovieri.
Ed è “una lingua risciacquata in Arno”, che dona incalzante sonorità a dialoghi non particolarmente ricchi ma che riferiscono il vero, con immagini rubate ma statiche, da reportage su rivoluzionari in combutta.
Coerente il punto di vista del regista, che analizza anche un possibile capovolgimento delle parti: “per una volta che va bene”. Ma ecco pronta la coscienza che ricorda quanto sia più giusto, talvolta, rinunciare a qualcosa di personale per il bene comune. Concetto spesso decantato ma poco praticato. Le cose devono cambiare e da qualcuno si deve necessariamente iniziare: meglio alcuni mesi agli arresti domiciliari con nuovi sogni nel cassetto e buoni amici come compagni di crescita, quella vera, quella consapevole, che servi uniformati al sistema del “sì”, del “tutto va bene così, tanto, prima o poi…”.
“C’è chi dice no”: un film sulla/della società italiana che qualche ombra in più, sicuramente, ha sguinzagliato dietro le coscienze dei raccomandati e non per ricordare a tutti che: “talento = sacrifico = merito”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

adidas yeezy boost 350 turtle dove transcends sneakers adidas yeezy 350 boost turtle dove restock re release adidas yeezy 350 boost black release date yeezy 350 boost low yeezy boost 350 pirate black yeezy boost 350 low adidas yeezy boost 350 v2 black white yeezy boost 350 moonrock adidas yeezy 350 boost moonrock release date moonrock yeezy 350 boost legit real fake on foot look adidas yeezy boost 350 oxford tan adidas yeezy boost 350 v2 zebra another look adidas yeezy boost 350 oxford tan even more images yeezy 350 moonrock release date adidas yeezy 350 boost black adidas yeezy 350 boost low heres where you can cop the black adidas yeezy 350 boost low adidas yeezy 350 boost low adidas yeezy 350 boost 10 reasons why the adidas yeezy 350 boost will sell out instantly