adidas nmd city sock adidas nmd city sock adidas nmd city sock gum pack release date info adidas NMD R1 Trail adidas nmd city sock gum soles adidas nmd city sock gum pack adidas nmd city sock nmd city sock primeknit core blacklush blue adidas nmd city sock black gum where to buy adidas nmd city sock winter wool adidas nmd city sock primeknit s79150 core black adidas nmd city sock core black adidas nmd primeknit city sock black adidas nmd city sock core black lush blue release date adidas NMD R1 PK adidas nmd chukka receives og colorway NMD City Sock PK adidas nmd chukka 2 adidas NMD R1 Triple Black comparing og adidas nmd r1 nmd chukka

In questo numero

Harry Potter e i doni della morte – parte 2

sabato 16 Luglio, 2011 | di Margherita Merlo
Harry Potter e i doni della morte – parte 2
Speciale
0
Facebooktwittermail
Voto autore:

Arrivederci all’isola che non c’è
L’ultima avventura del mago più famoso del mondo, cominciata a novembre 2010, con la prima parte de Harry Potter e i Doni della Morte, è stata portata a compimento, tra la disperazione degli appassionati e il sospiro di sollievo da parte di chi proprio non ne poteva più.

Una è l’autrice, osannata, ammirata, invidiata, che ha creato un mondo racchiuso in sette libri, quattro invece i registi che li hanno trasposti in immagini, succedendosi ad intervalli di uno due anni, con l’eccezione dell’ultimo arrivato, David Yates, che si è aggiudicato i tre capitoli conclusivi, e ben quattro pellicole. A lui il compito di comprimere una storia sempre più dettagliata e complessa, tagliandola senza ritegno, confezionando un quinto e sesto capitolo decisamente insipidi, nascondendo il proprio stile per lasciare lo spazio alla vicenda. Quello che manca è il tempo per narrare tutto, o quasi tutto: con la divisione in due finalmente c’è la possibilità di soffermarsi e curare i particolari, soprattutto in questa seconda parte, non più solo uno sconclusionato elenco di azioni, ma un processo equilibrato, dove la tensione aumenta fino a esplodere nel finale. Liberi anche dalla routine scolastica, ormai sfruttata su ogni fronte, c’è un’attenzione maggiore alle emozioni che scaturiscono dal pericolo costante, cercando di entrare nel personaggio con drammaticità ed enfasi. Ampio spazio anche agli elaborati movimenti di macchina che danno l’impressione di essere sulle montagne russe mentre si tenta di seguire lo sguardo vorticoso della camera: dalle vaste panoramiche che regalano una splendida visione del mondo magico alle diverse angolazioni e prospettive che stuzzicano lo sguardo, fino ai lenti zoom che fanno salire di grado l’intensità della battaglia finale. Una buona prova dunque, supportata da un cast molto valido e da un Daniel Radcliffe finalmente un po’ più espressivo, ci regala azione e spettacolo insieme ad alcuni momenti calibrati di profondo rimorso, che rivelano colpi di scena inattesi e sciolgono misteri e dubbi ramasti celati per troppi anni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

adidas yeezy boost 350 turtle dove transcends sneakers adidas yeezy 350 boost turtle dove restock re release adidas yeezy 350 boost black release date yeezy 350 boost low yeezy boost 350 pirate black yeezy boost 350 low adidas yeezy boost 350 v2 black white yeezy boost 350 moonrock adidas yeezy 350 boost moonrock release date moonrock yeezy 350 boost legit real fake on foot look adidas yeezy boost 350 oxford tan adidas yeezy boost 350 v2 zebra another look adidas yeezy boost 350 oxford tan even more images yeezy 350 moonrock release date adidas yeezy 350 boost black adidas yeezy 350 boost low heres where you can cop the black adidas yeezy 350 boost low adidas yeezy 350 boost low adidas yeezy 350 boost 10 reasons why the adidas yeezy 350 boost will sell out instantly