adidas nmd city sock adidas nmd city sock adidas nmd city sock gum pack release date info adidas NMD R1 Trail adidas nmd city sock gum soles adidas nmd city sock gum pack adidas nmd city sock nmd city sock primeknit core blacklush blue adidas nmd city sock black gum where to buy adidas nmd city sock winter wool adidas nmd city sock primeknit s79150 core black adidas nmd city sock core black adidas nmd primeknit city sock black adidas nmd city sock core black lush blue release date adidas NMD R1 PK adidas nmd chukka receives og colorway NMD City Sock PK adidas nmd chukka 2 adidas NMD R1 Triple Black comparing og adidas nmd r1 nmd chukka

In questo numero

Come un uomo sulla terra

domenica 24 Luglio, 2011 | di Filippo Zoratti
Come un uomo sulla terra
Festival
0
Facebooktwittermail
Voto autore:

30° Premio “Sergio Amidei” – Premio Internazionale alla Migliore Sceneggiatura Cinematografica, 14-23 luglio 2011, Gorizia

Briciole d’Occidente
In un festival retrospettivo come il Premio Amidei – incentrato essenzialmente su recuperi di grandi cineasti, omaggi e una competizione “ufficiale” col meglio della stagione cinematografica appena passata – le “prime visioni” assumono un valore specifico, di ricerca sul campo ed esclusività.

Nei giorni della 30a edizione della kermesse goriziana la sezione “Italia 150: la Scrittura Migrante” si è imposta all’attenzione del pubblico come una piccola raccolta di ipotesi sul cinema italiano contemporaneo, a tratti ostica e controversa, ma di ampio respiro e in grado di indagare una nuova tipologia di produzione “meticcia”. Da Io, la mia famiglia rom e Woody Allen di Laura Halilovic a Con gli occhi dell’altro della coppia Bianchi-Marafatto, fino a Inside Buffalo di Fred Kudjo Kuwornu, il percorso intrapreso è stato quello del ribaltamento di un punto di vista oramai consolidato: non più documenti sugli immigrati in Italia bensì opere girate dai migranti stessi, osservatori privilegiati dai quali apprendere riflessioni e sguardi inediti sul nostro (bel?)Paese. A chiudere la mini-rassegna Come un uomo sulla terra (titolo dal vago sapore orrorifico romeriano), racconto di una, cento, mille odissee: nelle testimonianze degli etiopi Negga, Fikirte, Tighist, Dawit e molti altri rivive infatti il dramma di giovani esseri umani costretti all’emigrazione, per sfuggire alle guerre civili in atto nel loro Paese. Attraversando via terra il deserto tra Sudan e Libia i migranti finiscono inevitabilmente nelle mani sia dei contrabbandieri che gestiscono i viaggi verso il Mediterraneo che in quelle della polizia libica, responsabile di cruenti arresti e inumane deportazioni. L’incubo per i migranti ha un nome: Kufra. Oasi della Libia sud-orientale, Kufra è un luogo di passaggio e di sosta obbligata, una sorta di CPT di partenza fuori dalla sovranità della giustizia. L’unica legge è quella della criminalità, che incarcera e vende uomini e donne come bestie da soma. C’è chi nel suo “viaggio di speranza” è passato sette volte per Kufra; c’è chi lo definisce “un luogo di morte” e avrebbe voluto impiccarsi; e c’è anche chi, razionalmente, con l’occhio rivolto alla cinepresa si domanda perchè l’Italia finanzi la Libia. E – indipendentemente dalla nostra fede politica – ce lo domandiamo anche noi, mentre sullo schermo scorrono inesorabili le immagini delle strette di mano e dei sorrisi a 36 denti che nel 2008 sancirono nuovi accordi istituzionali tra Italia e Libia per contrastare l’immigrazione. Trattati di “amicizia e cooperazione per chiudere le ferite del contenzioso coloniale”, che ignorano colpevolmente il destino già scritto di persone disposte alle umiliazioni più infami pur di assaggiare qualche briciola d’Occidente, e quanto per un migrante sia facile morire nel nome di un miraggio chiamato libertà.

Come un uomo sulla terra [Italia 2008] REGIA Andrea Segre, Dagmawi Yimer, Riccardo Biadene.
SOGGETTO Andrea Segre, Dagmawi Yimer, Riccardo Biadene. FOTOGRAFIA Andrea Segre. MUSICHE Piccola Bottega Baltazar.
Documentario, durata 60 minuti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

adidas yeezy boost 350 turtle dove transcends sneakers adidas yeezy 350 boost turtle dove restock re release adidas yeezy 350 boost black release date yeezy 350 boost low yeezy boost 350 pirate black yeezy boost 350 low adidas yeezy boost 350 v2 black white yeezy boost 350 moonrock adidas yeezy 350 boost moonrock release date moonrock yeezy 350 boost legit real fake on foot look adidas yeezy boost 350 oxford tan adidas yeezy boost 350 v2 zebra another look adidas yeezy boost 350 oxford tan even more images yeezy 350 moonrock release date adidas yeezy 350 boost black adidas yeezy 350 boost low heres where you can cop the black adidas yeezy 350 boost low adidas yeezy 350 boost low adidas yeezy 350 boost 10 reasons why the adidas yeezy 350 boost will sell out instantly