adidas nmd city sock adidas nmd city sock adidas nmd city sock gum pack release date info adidas NMD R1 Trail adidas nmd city sock gum soles adidas nmd city sock gum pack adidas nmd city sock nmd city sock primeknit core blacklush blue adidas nmd city sock black gum where to buy adidas nmd city sock winter wool adidas nmd city sock primeknit s79150 core black adidas nmd city sock core black adidas nmd primeknit city sock black adidas nmd city sock core black lush blue release date adidas NMD R1 PK adidas nmd chukka receives og colorway NMD City Sock PK adidas nmd chukka 2 adidas NMD R1 Triple Black comparing og adidas nmd r1 nmd chukka

In questo numero

Diario di una schiappa 2

venerdì 12 Agosto, 2011 | di Valentina Cauteruccio
Diario di una schiappa 2
In sala
0
Facebooktwittermail
Voto autore:

Adolescenti ²
Certo, la scelta di far arrivare nelle sale italiane il primo capitolo dalla seconda puntata a distanza di una sola settimana, è discutibile.

In effetti sembra di assistere a un solo lungometraggio con un intervallo che dura sette giorni anziché cinque minuti. Anche se le differenze sono evidenti dal primo al secondo “tempo” e alcune dovute, vista l’uscita del principale sceneggiatore  e il cambio al timone registico che vede l’arrivo, direttamente dall’animazione, di David Bowers. Il fulcro dell’attenzione, in questa nuova puntata, tende a focalizzarsi sull’ambito familiare, nel delicato rapporto tra fratelli, uno adolescente, il tremendo Rodrick, e uno ancora in fase “medie”, il protagonista Greg. Il meccanismo era già stato testato e il film cerca di ripercorrere lo stile del precedente, non accantonando, anzi aumentando, l’interazione con la parte fumettistica presente anche nei libri dai cui sono tratti i film. Forse questo Diario di una schiappa 2 è ripetitivo: lite tra i due fratelli, unione dei due in un fronte comune verso i genitori (nascondere di aver dato una festa) conseguenze da pagare dopo la scoperta della bugia- giustamente in un film per adolescenti le bugie vengono sempre a galla- Greg che si sacrifica per il bene del fratello, nuovamente accettando un’umiliazione pubblica, lui così in cerca di accettazione e prestigio. Finale, dovutamente, “happy ” che vede i due nuovamente affiatati. I personaggi erano stati già delineati e caratterizzati molto attentamente nel primo film, ora bastava riesumarli e fargli percorrere una nuova azione di crescita, come di fatto accade. In questo capitolo, però, si sceglie un atteggiamento più ilare, le battute non mancano, anzi sono molte e spesso ammiccano nuovamente al bambino che è rimasto in noi, probabilmente però a discapito di quell’elemento di indagine psicologica che nel primo, per quanto spicciolo e senza pretese, era più marcato e apprezzato. Forse, bastava un solo tempo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

adidas yeezy boost 350 turtle dove transcends sneakers adidas yeezy 350 boost turtle dove restock re release adidas yeezy 350 boost black release date yeezy 350 boost low yeezy boost 350 pirate black yeezy boost 350 low adidas yeezy boost 350 v2 black white yeezy boost 350 moonrock adidas yeezy 350 boost moonrock release date moonrock yeezy 350 boost legit real fake on foot look adidas yeezy boost 350 oxford tan adidas yeezy boost 350 v2 zebra another look adidas yeezy boost 350 oxford tan even more images yeezy 350 moonrock release date adidas yeezy 350 boost black adidas yeezy 350 boost low heres where you can cop the black adidas yeezy 350 boost low adidas yeezy 350 boost low adidas yeezy 350 boost 10 reasons why the adidas yeezy 350 boost will sell out instantly