adidas nmd city sock adidas nmd city sock adidas nmd city sock gum pack release date info adidas NMD R1 Trail adidas nmd city sock gum soles adidas nmd city sock gum pack adidas nmd city sock nmd city sock primeknit core blacklush blue adidas nmd city sock black gum where to buy adidas nmd city sock winter wool adidas nmd city sock primeknit s79150 core black adidas nmd city sock core black adidas nmd primeknit city sock black adidas nmd city sock core black lush blue release date adidas NMD R1 PK adidas nmd chukka receives og colorway NMD City Sock PK adidas nmd chukka 2 adidas NMD R1 Triple Black comparing og adidas nmd r1 nmd chukka

In questo numero

Immortals 3D

lunedì 14 Novembre, 2011 | di Barbara Busato
Immortals 3D
Speciale
0
Facebooktwittermail
Voto autore:

Il mito rifiutato
Non potendo intervenire direttamente nelle guerre umane, gli dei dell’Olimpo designano colui che guiderà gli ateniesi contro re Iperione, deciso a liberare i Titani dal monte Tartaro, in cui erano stati imprigionati da Zeus: quest’uomo è Teseo, figlio illegittimo di Etra e per questo ripudiato dai suoi concittadini.

Per riuscire nel suo piano Iperione ha però bisogno di un oggetto perduto da tempo, l’arco di Epiro, che solo una sibilla è in grado di indicare.
Fin dai primi minuti è chiaro che il film non ha nessuna intenzione di seguire quella che è la consueta mitologia greca; prende spunto qua e là dai vari miti, mescolandoli in un racconto che è quanto di più tradizionale possibile, evidente manifestazione del modello proppiano.

Solo che a differenza della fiaba e del mito, che sono per definizione ambientati in luoghi senza tempo per meglio spiegare il perché del mondo, Immortals ci dà un contesto temporale ben preciso: il 1200 a.C., svelando quindi la sua americanità. Fa sorridere infatti che si voglia ambientare a tutti i costi un racconto non ambientabile e dare un tempo ben preciso a ciò che, secondo la tradizione, si colloca “prima del tempo”, all’origine del tutto.

Sebbene la corrispondenza al mito sia palesemente rifiutata, è possibile riscontrare grandi lacune nella spiegazione dei fatti e incongruenze di fondo, che tradiscono l’origine della pellicola. La più evidente tra queste è la rappresentazione degli dei, che nella mitologia tradizionale, dopo la creazione dell’umanità, interagiscono continuamente con i mortali (basti pensare agli innumerevoli figli di Zeus avuti da donne mortali o alle vicende narrate nell’Odissea) e vengono disegnati con tutte le caratteristiche, le virtù, i vizi e i difetti del genere umano. Nel film invece le divinità sono molto più simili al modello odierno di Dio, che dall’alto dei cieli osserva l’umanità senza poter interferire nelle sue faccende, lasciando che il libero arbitrio faccia il suo gioco ma potendo comunque indirizzare, attraverso le sue manifestazioni, l’eroe verso la risoluzione finale che ovviamente porterà ad un premio.
È chiaro che il tipo di racconto messo in scena necessitava di una figura del genere, ma a questo punto aveva senso scomodare gli dei dell’Olimpo?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

adidas yeezy boost 350 turtle dove transcends sneakers adidas yeezy 350 boost turtle dove restock re release adidas yeezy 350 boost black release date yeezy 350 boost low yeezy boost 350 pirate black yeezy boost 350 low adidas yeezy boost 350 v2 black white yeezy boost 350 moonrock adidas yeezy 350 boost moonrock release date moonrock yeezy 350 boost legit real fake on foot look adidas yeezy boost 350 oxford tan adidas yeezy boost 350 v2 zebra another look adidas yeezy boost 350 oxford tan even more images yeezy 350 moonrock release date adidas yeezy 350 boost black adidas yeezy 350 boost low heres where you can cop the black adidas yeezy 350 boost low adidas yeezy 350 boost low adidas yeezy 350 boost 10 reasons why the adidas yeezy 350 boost will sell out instantly