adidas nmd city sock adidas nmd city sock adidas nmd city sock gum pack release date info adidas NMD R1 Trail adidas nmd city sock gum soles adidas nmd city sock gum pack adidas nmd city sock nmd city sock primeknit core blacklush blue adidas nmd city sock black gum where to buy adidas nmd city sock winter wool adidas nmd city sock primeknit s79150 core black adidas nmd city sock core black adidas nmd primeknit city sock black adidas nmd city sock core black lush blue release date adidas NMD R1 PK adidas nmd chukka receives og colorway NMD City Sock PK adidas nmd chukka 2 adidas NMD R1 Triple Black comparing og adidas nmd r1 nmd chukka

In questo numero

Magnifica Presenza

lunedì 19 Marzo, 2012 | di Teresa Nannucci
Magnifica Presenza
Speciale
0
Facebooktwittermail
Voto autore:

Uno, nessuno e centomila
Occhi truccati, colletti di pellicce e vecchie signore imbellettate: così si apre l’ultimo lavoro di Ferzan Ozpetek, che esplora il rapporto tra attore e personaggio e, più in profondità, quello tra le persone e le maschere che ogni giorno decidono di indossare.

L’argomento pirandelliano per eccellenza viene in questo film sviluppato nelle sue numerose varianti, simbolicamente inserite nelle sfaccettature del cristallo che il protagonista pulisce continuamente, o in modo ancora più emblematico in quelle dello specchio davanti a cui Pietro (si) riflette; la stessa superficie, cioè, su cui compaiono per la prima volta gli attori/personaggi con cui il protagonista si trova a dover dividere l’appartamento. La stessa superficie, inoltre, dove Pietro, truccato e preparato per un provino, non arriva più a riconoscersi, ormai diventato anch’egli mera presenza, come definito dagli stessi fantasmi.
Aspirante attore egli stesso, Pietro viene iniziato alla pratica della finzione, guidato da una compagnia teatrale onirica, ma quanto mai reale, scossa da profondi traumi e drammi umani. Le presenze invece corporee e reali che gravitano intorno a lui sono personalità tra loro somiglianti e ancorate alla propria apparenza, sempre attente a rispondere alle domande più bassamente materiali che vengono loro rivolte. Queste presenze, non magnifiche ma ricorrenti, sono la cugina Maria, la proprietaria della casa “infestata” e una delle bariste; il variopinto gruppo di trans, che sembrano letteralmente fabbricare le proprie identità; oppure ancora i colleghi fornai, extracomunitari perennemente ammutoliti. La solitudine del protagonista, maniaco dell’ordine e patologicamente possessivo nei rapporti umani, può trovare quindi conforto solo nella compagnia di personaggi d’altri tempi, con cui ha la possibilità di reinventare la storia e il mondo che lo circonda.
Realtà e finzione si mescolano, si confondono e sfumano i loro contorni; ognuno diventa contemporaneamente interprete e spettatore di se stesso, in un groviglio dalle dimensioni universali ed esistenziali che nessuno sembra essere in grado di districare. Nella quotidiana messa in scena della nostra vita, dove finisce la menzogna e quando torneremo di nuovo a riconoscerci, togliendoci una volta per tutte le centomila maschere che ogni giorno portiamo?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

adidas yeezy boost 350 turtle dove transcends sneakers adidas yeezy 350 boost turtle dove restock re release adidas yeezy 350 boost black release date yeezy 350 boost low yeezy boost 350 pirate black yeezy boost 350 low adidas yeezy boost 350 v2 black white yeezy boost 350 moonrock adidas yeezy 350 boost moonrock release date moonrock yeezy 350 boost legit real fake on foot look adidas yeezy boost 350 oxford tan adidas yeezy boost 350 v2 zebra another look adidas yeezy boost 350 oxford tan even more images yeezy 350 moonrock release date adidas yeezy 350 boost black adidas yeezy 350 boost low heres where you can cop the black adidas yeezy 350 boost low adidas yeezy 350 boost low adidas yeezy 350 boost 10 reasons why the adidas yeezy 350 boost will sell out instantly