adidas nmd city sock adidas nmd city sock adidas nmd city sock gum pack release date info adidas NMD R1 Trail adidas nmd city sock gum soles adidas nmd city sock gum pack adidas nmd city sock nmd city sock primeknit core blacklush blue adidas nmd city sock black gum where to buy adidas nmd city sock winter wool adidas nmd city sock primeknit s79150 core black adidas nmd city sock core black adidas nmd primeknit city sock black adidas nmd city sock core black lush blue release date adidas NMD R1 PK adidas nmd chukka receives og colorway NMD City Sock PK adidas nmd chukka 2 adidas NMD R1 Triple Black comparing og adidas nmd r1 nmd chukka

In questo numero

Kiss of the Damned

sabato 8 Settembre, 2012 | di Francesco Grieco
Kiss of the Damned
Festival
0
Facebooktwittermail
Voto autore:

Speciale 69° Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia

SETTIMANA DELLA CRITICA – EVENTO SPECIALE
Buon sangue non mente?
Due affascinanti sorelle vampiro, Djuna e Mimi – costrette a convivere per pochi giorni in un’enorme dimora, accompagnate da un neofita della cerchia dei succhiasangue, Paolo, e da una governante umana non meno inquietante – sembrano adottare due stili diversi di non-vita.

Si rivelano, in realtà, più simili del previsto, entrambe succubi, inevitabilmente, dei propri istinti bestiali e della sete di sangue. Si può riassumere così la trama di Kiss of the Damned, opera prima di Xan Cassavetes dal fascino imperfetto e un po’ retrò, proprio come quello della coppia di protagoniste. Se il film non evita del tutto il rischio di sembrare unicamente un bell’esercizio di stile, con tanto di musiche in stile morriconiano, orecchiabilissime ma ruffiane, la sua apprezzabile cinefilia non ne fa una copia esangue di qualche film del passato. Concretizzandosi anche nel racconto, sottoforma dei film in bianco e nero noleggiati e guardati sul piccolo schermo in due diverse sequenze, la cinefilia di Kiss of the Damned non pare affatto mortuaria ed esangue, bensì viva, sincera e pulsante, a differenza del cuore delle protagoniste. Una cinefilia, che, secondo l’estetica postmoderna del pastiche, va a resuscitare figure, filoni e sottogeneri ormai scomparsi, per riportarli in vita, con le adeguate trasfusioni di attualità – un procedimento analogo a quello del Burton di Mars Attacks! e Dark Shadows.
Kiss of the Damned, infatti, rifiuta coraggiosamente molte delle convenzioni caratterizzanti il cinema orrifico mainstream statunitense degli ultimi decenni: l’estetica splatter, la struttura da action movie, lo spreco di effetti speciali e di spaventi a buon mercato, l’ossessione per le soggettive e per le varie forme di focalizzazione dello sguardo. Il film di Xan Cassavetes pare, invece, recuperare l’immediatezza dei b-movie del periodo precedente il new horror – senza però dare una sensazione di povertà ed economia di mezzi – e perseguire una libertà stilistica cormaniana. Si prende poco sul serio, Kiss of the Damned, e infarcisce i dialoghi di umorismo non sguaiato, giocando ironicamente con gli stereotipi vampireschi, e la battuta sul caviale kosher ne è un perfetto esempio.
Senza dubbio è presto per stabilire se un po’ del talento di John Cassavetes sia stato ereditato dalla figlia, ma a giudicare da questo horror sui generis, perlomeno la regista non sembra interessata a una banale carriera da shooter senza personalità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

adidas yeezy boost 350 turtle dove transcends sneakers adidas yeezy 350 boost turtle dove restock re release adidas yeezy 350 boost black release date yeezy 350 boost low yeezy boost 350 pirate black yeezy boost 350 low adidas yeezy boost 350 v2 black white yeezy boost 350 moonrock adidas yeezy 350 boost moonrock release date moonrock yeezy 350 boost legit real fake on foot look adidas yeezy boost 350 oxford tan adidas yeezy boost 350 v2 zebra another look adidas yeezy boost 350 oxford tan even more images yeezy 350 moonrock release date adidas yeezy 350 boost black adidas yeezy 350 boost low heres where you can cop the black adidas yeezy 350 boost low adidas yeezy 350 boost low adidas yeezy 350 boost 10 reasons why the adidas yeezy 350 boost will sell out instantly