adidas nmd city sock adidas nmd city sock adidas nmd city sock gum pack release date info adidas NMD R1 Trail adidas nmd city sock gum soles adidas nmd city sock gum pack adidas nmd city sock nmd city sock primeknit core blacklush blue adidas nmd city sock black gum where to buy adidas nmd city sock winter wool adidas nmd city sock primeknit s79150 core black adidas nmd city sock core black adidas nmd primeknit city sock black adidas nmd city sock core black lush blue release date adidas NMD R1 PK adidas nmd chukka receives og colorway NMD City Sock PK adidas nmd chukka 2 adidas NMD R1 Triple Black comparing og adidas nmd r1 nmd chukka

In questo numero

The Troll Hunter

giovedì 13 Settembre, 2012 | di Teresa Nannucci
The Troll Hunter
Inediti
0
Facebooktwittermail
Voto autore:

INEDITO – NORVEGIA 2010

Il ritorno di Alf
Dove pensavate fosse finito Alf, il peloso protagonista della serie tv anni ’80? Secondo le immagini di The Troll Hunter, film norvegese del 2010, ha assunto dimensioni mastodontiche, ha fondato una dinastia troll e vive in Norvegia, il cui governo locale cerca di nascondere al popolo le tracce dell’esistenza sua e di tutti i suoi simili. Questa è ovviamente una deduzione personale e opinabile.

Se, ai primi minuti, il film potrebbe essere considerato un buon tentativo di continuare la tradizione dei falsi documentari-found footage, arrivato all’apice con The Blair Witch Project (1999), con la comparsa sullo schermo di questi pupazzi giganti la misteriosa “pellicola ritrovata” perde ogni credibilità. Seguendo la linea cronologica dello sviluppo dei fatti, il film si attiene ai dettami del genere documentario: didascalie iniziali per prendere le distanze dalle immagini pervenute da fonti anonime, scene pseudo-domestiche per uno straniamento allo stato puro, nomi dei personaggi corrispondenti alla realtà e un’abbondanza di riferimenti geografici quasi ridondanti. Esiste una certa attitudine a identificare il cinema indipendente del Nord Europa con film surreali, misteriosi e molto spesso algidi: diciamo che in questo caso dobbiamo dare ragione allo stereotipo. I tre protagonisti, mossi da una curiosità al limite del gossip, si imbattono in rudi cacciatori di orsi, dalle poche parole e molti pick-up. A fare compagnia alla gommapiuma dei troll, arriva poi il pelo di nylon degli orsi di peluche trasportati dalla Polonia per sviare eventuali sospetti su queste attività ai margini della legalità. Il film quindi, dopo un primo colpo alla propria credibilità con l’apparizione del troll, non risale più la china del declino inesorabile che lo affligge, fino ad un epico scontro finale fra titani. Se lo scopo del film era di voler intrattenere il pubblico, la missione può dirsi riuscita. Se invece la pellicola si voleva porre come fonte attendibile di notizie atte a far nascere dubbi di tipo complottistico, in questo caso The Troll Hunter si tradisce un po’ troppo spesso, anche nella sua stessa natura di genere ben poco delineato. E tradisce anche le aspettative di quegli spettatori che, dalle sue inquadrature, speravano di poter trarre una qualche realistica impressione e reazione intellettuale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

adidas yeezy boost 350 turtle dove transcends sneakers adidas yeezy 350 boost turtle dove restock re release adidas yeezy 350 boost black release date yeezy 350 boost low yeezy boost 350 pirate black yeezy boost 350 low adidas yeezy boost 350 v2 black white yeezy boost 350 moonrock adidas yeezy 350 boost moonrock release date moonrock yeezy 350 boost legit real fake on foot look adidas yeezy boost 350 oxford tan adidas yeezy boost 350 v2 zebra another look adidas yeezy boost 350 oxford tan even more images yeezy 350 moonrock release date adidas yeezy 350 boost black adidas yeezy 350 boost low heres where you can cop the black adidas yeezy 350 boost low adidas yeezy 350 boost low adidas yeezy 350 boost 10 reasons why the adidas yeezy 350 boost will sell out instantly