adidas nmd city sock adidas nmd city sock adidas nmd city sock gum pack release date info adidas NMD R1 Trail adidas nmd city sock gum soles adidas nmd city sock gum pack adidas nmd city sock nmd city sock primeknit core blacklush blue adidas nmd city sock black gum where to buy adidas nmd city sock winter wool adidas nmd city sock primeknit s79150 core black adidas nmd city sock core black adidas nmd primeknit city sock black adidas nmd city sock core black lush blue release date adidas NMD R1 PK adidas nmd chukka receives og colorway NMD City Sock PK adidas nmd chukka 2 adidas NMD R1 Triple Black comparing og adidas nmd r1 nmd chukka

In questo numero

Magic Mike

lunedì 24 Settembre, 2012 | di Daniela Bressanutti
Magic Mike
Speciale
0
Facebooktwittermail
Voto autore:

L’illusione della Magia non dura a lungo
Se ai tempi de La febbre del sabato sera il ballo e le notti brave erano un mezzo d’evasione dal disagio – non soltanto – giovanile, 35 anni dopo quello stesso disagio trova in quegli stessi mezzi d’evasione una soluzione non solo godereccia ma soprattutto lucrativa.

Succede quindi che Mike, per finanziarsi una propria attività di arredamento, di giorno lavora in un cantiere mentre la notte fa impazzire donzelle dall’ormone facile spogliandosi per loro. Non c’è che dire, a lui e ai suoi compari (Neal Caffrey di White Collar, Joe Manganiello di True Blood e Adam Rodriguez di CSI: Miami) il fisico certo non manca e nemmeno le doti danzerine – specialmente a Tatum, il quale davvero ha fatto lo spogliarellista da giovane, ed infatti è dalla sua esperienza che prende spunto la vicenda del film. Ma, nonostante una regia ben orchestrata ed una sceneggiatura che scandisce narrazione ed intrattenimento, qualcosa rimane incompiuto, forse a causa della recitazione (in lingua originale) di battute non sempre ricercate o studiate, se non quando Mike tenta di giustificarsi riguardo il proprio lavoro affermando che quello non è il suo stile di vita. Anche se non si arriva al dramma come invece succedeva nella sopraccitata Febbre, Mike e il suo novello compare stripper rischiano entrambi la pelle e questo avrà su di loro conseguenze opposte: Mike, come Tony Manero, deciderà di lasciare quella vita fatta di sregolatezze rinunciando ad una possibile carriera; Adam invece prenderà il posto di Mike portando lo spettacolo in tournée. Steven Soderbergh, a conti fatti, confeziona un film piacevole, soddisfando sia le voglie dell’occhio che quelle della cinefilia grazie alle interpretazioni di Channing Tatum e di un adeguatissimo Matthew McConaughey nella parte dello stripper proprietario del locale, ma che non riuscirà ad avere quella carica travolgente che ebbe Saturday Night Fever. La colpa, forse, è del nostro tempo, della nostra epoca fatta di crisi e demoralizzazione, piuttosto che di prospettive ottimistiche e di riscatto come negli anni ’80. Siamo stanchi di lottare. Anche sul palco.

Magic Mike [id., USA 2012] di Steven Soderbergh.
Con Channing Tatum, Alex Pettyfer, Matthew McConaughey, Olivia Munn.
Sceneggiatura di Reid Carolin, fotografia di Peter Andrews (a.k.a. Steven Soderbergh).
Commedia drammatica, durata 110 minuti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

adidas yeezy boost 350 turtle dove transcends sneakers adidas yeezy 350 boost turtle dove restock re release adidas yeezy 350 boost black release date yeezy 350 boost low yeezy boost 350 pirate black yeezy boost 350 low adidas yeezy boost 350 v2 black white yeezy boost 350 moonrock adidas yeezy 350 boost moonrock release date moonrock yeezy 350 boost legit real fake on foot look adidas yeezy boost 350 oxford tan adidas yeezy boost 350 v2 zebra another look adidas yeezy boost 350 oxford tan even more images yeezy 350 moonrock release date adidas yeezy 350 boost black adidas yeezy 350 boost low heres where you can cop the black adidas yeezy 350 boost low adidas yeezy 350 boost low adidas yeezy 350 boost 10 reasons why the adidas yeezy 350 boost will sell out instantly