adidas nmd city sock adidas nmd city sock adidas nmd city sock gum pack release date info adidas NMD R1 Trail adidas nmd city sock gum soles adidas nmd city sock gum pack adidas nmd city sock nmd city sock primeknit core blacklush blue adidas nmd city sock black gum where to buy adidas nmd city sock winter wool adidas nmd city sock primeknit s79150 core black adidas nmd city sock core black adidas nmd primeknit city sock black adidas nmd city sock core black lush blue release date adidas NMD R1 PK adidas nmd chukka receives og colorway NMD City Sock PK adidas nmd chukka 2 adidas NMD R1 Triple Black comparing og adidas nmd r1 nmd chukka

In questo numero

La regola del silenzio – The Company You Keep

mercoledì 2 Gennaio, 2013 | di Alice Cucchetti
La regola del silenzio – The Company You Keep
In sala
0
Facebooktwittermail
Voto autore:

Buone compagnie
La differenza tra un divo e un grande attore è che, per il primo, vita e schermo sono lo stesso. Più o meno. Il divo coltiva il proprio personaggio tra red carpet e pellicole, davanti e dietro la macchina da presa, tra gli scatti rubati da Tmz e le interviste ufficiali ai grandi network.

Sottocategoria del divo è il divo liberal, e Robert Redford ne è il paradigma originario. Prima come corpo attoriale e poi come autore e organizzatore di festival, porta il suo impegno in scena e fuori scena, spendendosi totalmente tra politica e immaginario. Così, non poteva che essere lui a interpretare il protagonista di The Company You Keep, tratto dall’omonimo bestseller Usa di Neil Gordon, reduce di lotte anni 70 in fuga, on the road, da un presente ostile. Jim Grant una volta si chiamava Nicholas Sloan, era un leader di Weather Underground, braccio armato della protesta pacifista contro la guerra in Vietnam. Poi, dopo una rapina finita male, è scomparso dentro il mainstream familiare e rassicurante della professione d’avvocato, si è sposato, ha fatto una figlia, si è integrato. A stanarlo è il giovane Ben, giornalista brillante che fiuta e insegue lo scoop per ansia di ambizione, senza porsi troppe domande, e costringe Jim/Nick a peregrinare da un vecchio compagno di battaglia all’altro per provare la propria innocenza. Non poteva che essere Redford a interpretare Jim/Nick, nonostante la soglia dei settant’anni passata da un pezzo e la fisicità pesante e un po’ acciaccata. The Company You Keep è un thriller d’altri tempi, nipote di quella New Hollywood impegnata che non rinunciava all’intrattenimento, capace di avvincere nei risvolti “action” ma tenendosi a distanza dal superficiale. Redford omaggia il cinema che l’ha creato come divo riconoscibile e universale, e nello stesso tempo cerca il necessario passaggio di consegne. Soprattutto (evviva), non si pente. D’accordo, il finale è conciliante e familista come morale americana richiede, ma Susan Sarandon che ribadisce le sue convinzioni e l’assenza di rimorsi guardando in macchina, o Julie Christie che scompare nei boschi incapace di arrendersi a un’esistenza omologata e indifferente, sono dichiarazioni ben lontane dalla nostalgia lagnosa di tanti film su “quegli anni formidabili”. L’insistenza sui legami familiari, forse, è anche un discorso sull’eredità: la parata di stelle che si srotola in camei brevi e intensi sta lì a chiedere a qualcuno (ai giovani LaBeouf e Marling, a qualcun altro) di raccogliere il testimone. Se non di una retorica guerra per cambiare il mondo, quanto meno della guerriglia di un cinema onesto, solido e civile che metta pulci nell’orecchio.

La regola del silenzio – The Company You Keep [The Company You Keep, USA 2012] REGIA Robert Redford.
CAST Robert Redford, Shia LaBeouf, Julie Christie, Brit Marling, Susan Sarandon.
SCENEGGIATURA Lem Dobbs (tratto dall’omonimo romanzo di Neil Gordon). FOTOGRAFIA Adriano Goldman. MUSICHE Cliff Martinez.
Thriller, durata 125 minuti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

adidas yeezy boost 350 turtle dove transcends sneakers adidas yeezy 350 boost turtle dove restock re release adidas yeezy 350 boost black release date yeezy 350 boost low yeezy boost 350 pirate black yeezy boost 350 low adidas yeezy boost 350 v2 black white yeezy boost 350 moonrock adidas yeezy 350 boost moonrock release date moonrock yeezy 350 boost legit real fake on foot look adidas yeezy boost 350 oxford tan adidas yeezy boost 350 v2 zebra another look adidas yeezy boost 350 oxford tan even more images yeezy 350 moonrock release date adidas yeezy 350 boost black adidas yeezy 350 boost low heres where you can cop the black adidas yeezy 350 boost low adidas yeezy 350 boost low adidas yeezy 350 boost 10 reasons why the adidas yeezy 350 boost will sell out instantly