adidas nmd city sock adidas nmd city sock adidas nmd city sock gum pack release date info adidas NMD R1 Trail adidas nmd city sock gum soles adidas nmd city sock gum pack adidas nmd city sock nmd city sock primeknit core blacklush blue adidas nmd city sock black gum where to buy adidas nmd city sock winter wool adidas nmd city sock primeknit s79150 core black adidas nmd city sock core black adidas nmd primeknit city sock black adidas nmd city sock core black lush blue release date adidas NMD R1 PK adidas nmd chukka receives og colorway NMD City Sock PK adidas nmd chukka 2 adidas NMD R1 Triple Black comparing og adidas nmd r1 nmd chukka

In questo numero

Planet Terror (2007)

mercoledì 3 Luglio, 2013 | di Andrea Moschioni Fioretti
Planet Terror (2007)
Film History
0
Facebooktwittermail
Voto autore:

SPECIALE NUOVI ZOMBI, II PARTE
Talento sprecato n°…
Gli zombi appartengono all’immaginario collettivo grazie ai numerosi film a loro dedicati, e in questa seconda parte del nostro Speciale trattiamo anche le punte estreme dello “splatter d’autore”: è il caso di Planet Terror di Robert Rodriguez, pellicola che supera il classico concetto del “non morto” con una propria estetica.

Planet Terror rappresenta il secondo frammento del film dittico Grindhouse insieme a A prova di morte di Tarantino, con cui i due registi americani hanno voluto omaggiare il cinema di serie Z che animava le sale cinematografiche, e non, negli anni ’70. Se Tarantino riverisce il filone sexy/action con svolte thriller, Rodriguez si rifà all’horror più splatter e artigianale dell’epoca, mediacritica_planet_terror2sempre sporcando con graffi posticci ed effetti vintage la pellicola. Gli zombi di Rodriguez nascono dalla fuga improvvisa di un agente biochimico creato dall’uomo, sono stupidi, brutti e omaggiano per camminata e aplomb quelli “classici” di Romero. Planet Terror accontenta tutti i palati, da quelli più ossessivi, che bramano per le numerose citazioni e momenti cult, fino allo spettatore che vuole semplicemente vedere la mattanza esplicita delle scene più cruente. Se Tarantino era riuscito ancora una volta a compiacersi e a divertirsi con l’estremo impianto formale studiato della sua pellicola, Rodriguez realizza un lavoro quasi “colto”: i suoi zombie sono conseguenza della mano dell’uomo e più precisamente di “tattiche” militari. Il sottotesto di Planet Terror, infatti, attualizza la classica vicenda dell’invasione di mostri trattando la problematica della presenza americana in Iraq; il personaggio di Bruce Willis e i militari lo testimoniano con un’ipotesi che potrebbe essere reale, un’angoscia contemporanea con pochi filtri. Divertimento sì – con la mitica donna dai numerosi talenti sprecati e protesi-mitragliatore di Rose McGowan –, ma con uno sguardo all’oggi, un delirio totale che solo Rodriguez avrebbe potuto regalare. Forse sarebbe meglio parlare quindi di mutanti, individui modificati geneticamente, più da compatire che da temere: sono poco violenti, non hanno occhi e ghigni malefici, sono semplicemente uomini resi mostri dalla “propria” mano. L’azione è costante, Rodriguez non lascia un momento di respiro né a noi né ai suoi personaggi, non risparmia niente (testicoli disciolti compresi) e si riallaccia in qualche modo alla matrice fumettistica del precedente Sin City, in un frullato di generi che non scade mai nel ridicolo anche se le situazioni comiche e assurde sono sempre dietro l’angolo. Un film quasi politico, maturo e volutamente degenere e irrazionale, che invecchierà ancora meglio. Non male per un film di “solo” zombi.

Planet Terror [Grindhouse – Planet Terror, USA 2007] REGIA Robert Rodriguez.
CAST Rose McGowan, Quentin Tarantino, Freddy Rodriguez, Josh Brolin, Bruce Willis.
SCENEGGIATURA Robert Rodriguez. FOTOGRAFIA Robert Rodriguez. MUSICHE Robert Rodriguez, Graeme Revell, Carl Thiel.
Azione/Fantascienza/Horror, durata 105 minuti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

adidas yeezy boost 350 turtle dove transcends sneakers adidas yeezy 350 boost turtle dove restock re release adidas yeezy 350 boost black release date yeezy 350 boost low yeezy boost 350 pirate black yeezy boost 350 low adidas yeezy boost 350 v2 black white yeezy boost 350 moonrock adidas yeezy 350 boost moonrock release date moonrock yeezy 350 boost legit real fake on foot look adidas yeezy boost 350 oxford tan adidas yeezy boost 350 v2 zebra another look adidas yeezy boost 350 oxford tan even more images yeezy 350 moonrock release date adidas yeezy 350 boost black adidas yeezy 350 boost low heres where you can cop the black adidas yeezy 350 boost low adidas yeezy 350 boost low adidas yeezy 350 boost 10 reasons why the adidas yeezy 350 boost will sell out instantly