adidas nmd city sock adidas nmd city sock adidas nmd city sock gum pack release date info adidas NMD R1 Trail adidas nmd city sock gum soles adidas nmd city sock gum pack adidas nmd city sock nmd city sock primeknit core blacklush blue adidas nmd city sock black gum where to buy adidas nmd city sock winter wool adidas nmd city sock primeknit s79150 core black adidas nmd city sock core black adidas nmd primeknit city sock black adidas nmd city sock core black lush blue release date adidas NMD R1 PK adidas nmd chukka receives og colorway NMD City Sock PK adidas nmd chukka 2 adidas NMD R1 Triple Black comparing og adidas nmd r1 nmd chukka

In questo numero

Seven (1995)

mercoledì 28 Agosto, 2013 | di Eleonora Degrassi
Seven (1995)
Film History
0
Facebooktwittermail
Voto autore:

“Per me si va nella città dolente”
Sette i vizi. Sette gli omicidi. Una città qualunque immersa in una pioggia che dovrebbe pulire e lavar via i peccati, mentre invece cade dolorosa, “acida” e tragica. Un uomo qualunque, John Doe (nome usato nel gergo giuridico per indicare un individuo sconosciuto), interpretato da Kevin Spacey, un “Nessuno” senza identità né impronte digitali. Due detective, il nero Somerset/Morgan Freeman e il bianco Mills/Brad Pitt. I due agenti incappano in un incubo nascosto dietro le fattezze dell’uomo come tanti.

Potrebbe essere tanto classico quanto banale Seven (1995), una delle prime opere di David Fincher, ma il regista ci regala una pellicola che è diventata un cult nel suo genere.mediacritica_seven Al centro c’è la società malata, spaventosa e spaventata, individualistica e solipsistica: c’è il male presente dappertutto, negli altri, quelli che incontriamo per strada, sul tram, in metropolitana, ma anche in noi e c’è la violenza, misto di ribellione e furor teso alla trasformazione (come in Fight Club). Il predicatore Doe ci scaraventa in un dantesco, atroce e quanto mai moderno “lasciate ogni speranza o voi ch’entrate” e capiamo perfettamente, comprendiamo che il peccatore si nasconde dietro le tapparelle delle case della nostra città, dentro di noi. Capiamo che la Colpa è pronta a esplodere in tutta la sua nauseante e vomitevole naturalezza in ogni momento. I corpi, oramai senza vita delle povere vittime, portano scritto addosso il loro peccato, e lo spettatore è catapultato di volta in volta nei diversi gironi, pagando la sua legge del contrappasso, percorrendo la sua via crucis. Tale è la sim-patia (in senso etimologico, “patire insieme”) che proviamo per i protagonisti: in una paradossale quanto improbabile sintesi ci sentiamo vicini al fustigatore, ammorbati dall’Umanità nauseabonda, ma anche corpi morti a causa dei nostri stessi vizi. Altre volte ci sentiamo come Mills pieni di “ignorante” zelo e impeto oppure infarciti di matura saggezza e dolorosa rassegnazione come Somerset. Fincher racconta lo spaesamento di chi si trova nella Città Dolente, che ha perso valori, punti di riferimento, il senso della Vita. Ora scegli il tuo vizio.

Seven [id., Usa 1995] REGIA David Fincher.
CAST Brad Pitt, Morgan Freeman, Kevin Spacey, Gwineth Paltrow.
SCENEGGIATURA Andrew Kevin Walker. FOTOGRAFIA Darius Khondji. MUSICHE Howard Shore.
Thriller/Poliziesco, durata 127 minuti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

adidas yeezy boost 350 turtle dove transcends sneakers adidas yeezy 350 boost turtle dove restock re release adidas yeezy 350 boost black release date yeezy 350 boost low yeezy boost 350 pirate black yeezy boost 350 low adidas yeezy boost 350 v2 black white yeezy boost 350 moonrock adidas yeezy 350 boost moonrock release date moonrock yeezy 350 boost legit real fake on foot look adidas yeezy boost 350 oxford tan adidas yeezy boost 350 v2 zebra another look adidas yeezy boost 350 oxford tan even more images yeezy 350 moonrock release date adidas yeezy 350 boost black adidas yeezy 350 boost low heres where you can cop the black adidas yeezy 350 boost low adidas yeezy 350 boost low adidas yeezy 350 boost 10 reasons why the adidas yeezy 350 boost will sell out instantly