adidas nmd city sock adidas nmd city sock adidas nmd city sock gum pack release date info adidas NMD R1 Trail adidas nmd city sock gum soles adidas nmd city sock gum pack adidas nmd city sock nmd city sock primeknit core blacklush blue adidas nmd city sock black gum where to buy adidas nmd city sock winter wool adidas nmd city sock primeknit s79150 core black adidas nmd city sock core black adidas nmd primeknit city sock black adidas nmd city sock core black lush blue release date adidas NMD R1 PK adidas nmd chukka receives og colorway NMD City Sock PK adidas nmd chukka 2 adidas NMD R1 Triple Black comparing og adidas nmd r1 nmd chukka

In questo numero

Christiane F. – Noi, i ragazzi dello zoo di Berlino (1981)

mercoledì 13 Novembre, 2013 | di Luca Giagnorio
Christiane F. – Noi, i ragazzi dello zoo di Berlino (1981)
Film History
0
Facebooktwittermail
Voto autore:

SPECIALE ADOLESCENTI RIBELLI, II PARTE
Junkie Generation
Due mondi apparentemente inconciliabili: da una parte l’irripetibile età della prima adolescenza, gli sconosciuti impulsi di un corpo che cambia, il primo bacio, il primo concerto, il primo drink che fa girare la testa, il primo insoddisfacente “tiro” a una sigaretta, il distacco da genitori-intrusi con i quali sembra impossibile comunicare; dall’altra un buco nero profondo e disperato, sguardi vuoti, pupille a punta di spillo, siringhe infette, soldi sporchi, corpi pronti a vendersi per una dose, l’interno di un’affollata stazione dove occhi benpensanti fingono di non vedere.

Non ci sono argini per una generazione che sembra disposta a perdersi nel mondo della droga, prima come forma estrema di ribellione e di (in)consapevole nichilismo e poi come unica possibilità di sopravvivenza, quando l’eroina, imprigionati corpo e mente, spinge insaziabile verso il baratro dove la paura dello “stare a rota” cancella quella dell’overdose fatale. Il romanzo best seller del 1978 fu la cruda e implacabile rivelazione di una realtà spaventosa, mediacritica_christiane-f-noi-i-ragazzi-dello-zoo-di-berlinoun mondo disperato popolato non solo da emarginati, ma anche da giovani provenienti da famiglie normali, nei quali l’iniziale avvicinamento al mondo degli stupefacenti avveniva con estrema superficialità, senza alcuna consapevolezza. Una ribellione estrema e vuota allo stesso tempo, palliativo mortale alla noia di vivere, una perversa via di fuga da una quotidianità non per forza difficile, ma anche solo banale e ripetitiva, il male oscuro di una società solo apparentemente pronta a soddisfare qualunque desiderio e bisogno. L’esperienza di vita dell’autrice e protagonista Christiane F., la sua discesa nel mondo dell’eroina, i suoi fallimentari tentativi di uscirne, le persone che hanno popolato la sua esistenza di adolescente tossica: tutto descritto con sorprendente onestà e implacabile realismo in un’autobiografia che sconvolge ancora oggi, contraltare disperato ai viaggi drogati e intellettuali di quella Beat Generation dove consapevolezza e genialità affioravano dai meandri della dipendenza spandendo un’aura quasi mistica su tutto il resto. Il film culto di Uli Edel non ha suo malgrado la stessa forza della pagina scritta, perché si pone a mezza via tra finzione e cinema verità: scegliendo di mostrare senza spiegare perde, nella sua programmatica discesa agli inferi, la carica di angosciosa sincerità che la vera Christiane ha saputo trasmettere raccontando la sua vita da eroinomane. Più di tutto, il film manca di un punto chiave che dovrà attendere più di dieci anni per la propria legittimazione cinematografica con il Mark Renton di Trainspotting (o meglio, di Irvine Welsh): “[…] quello che la gente dimentica è quanto sia piacevole, sennò noi non lo faremmo. […] Prendete l’orgasmo più forte che avete mai provato. Moltiplicatelo per mille. Neanche allora ci siete vicini”.

Christiane F. – Noi, i ragazzi dello zoo di Berlino [Christiane F. – Wir Kinder vom Bahnhof Zoo, Germania Ovest 1981] REGIA Uli Edel.
CAST Natja Brunckhorst, Thomas Haustein, Jens Kuphal.
SCENEGGIATURA Herman Weigel. FOTOGRAFIA Justus Pankau, Juergen Juerges. MUSICHE David Bowie.
Drammatico, durata 124 minuti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

adidas yeezy boost 350 turtle dove transcends sneakers adidas yeezy 350 boost turtle dove restock re release adidas yeezy 350 boost black release date yeezy 350 boost low yeezy boost 350 pirate black yeezy boost 350 low adidas yeezy boost 350 v2 black white yeezy boost 350 moonrock adidas yeezy 350 boost moonrock release date moonrock yeezy 350 boost legit real fake on foot look adidas yeezy boost 350 oxford tan adidas yeezy boost 350 v2 zebra another look adidas yeezy boost 350 oxford tan even more images yeezy 350 moonrock release date adidas yeezy 350 boost black adidas yeezy 350 boost low heres where you can cop the black adidas yeezy 350 boost low adidas yeezy 350 boost low adidas yeezy 350 boost 10 reasons why the adidas yeezy 350 boost will sell out instantly