adidas nmd city sock adidas nmd city sock adidas nmd city sock gum pack release date info adidas NMD R1 Trail adidas nmd city sock gum soles adidas nmd city sock gum pack adidas nmd city sock nmd city sock primeknit core blacklush blue adidas nmd city sock black gum where to buy adidas nmd city sock winter wool adidas nmd city sock primeknit s79150 core black adidas nmd city sock core black adidas nmd primeknit city sock black adidas nmd city sock core black lush blue release date adidas NMD R1 PK adidas nmd chukka receives og colorway NMD City Sock PK adidas nmd chukka 2 adidas NMD R1 Triple Black comparing og adidas nmd r1 nmd chukka

In questo numero

The Damned and the Sacred

mercoledì 3 Dicembre, 2014 | di Teresa Nannucci
The Damned and the Sacred
Festival
0
Facebooktwittermail
Voto autore:

55° Festival dei Popoli – Festival Internazionale del Film Documentario, 28 novembre-5 dicembre 2014, Firenze

Una lenta contrapposizione
Un gruppo di ragazzini ama ballare e si prepara ad un tour attraverso il suo Paese per presentare versioni di balli tradizionali assieme al proprio insegnante. Stiamo però parlando della Cecenia, terra disastrata e dilaniata dai conflitti interni, in cui si mescolano aspirazioni personali, vita quotidiana contadina e paesaggi che portano i segni delle ferite passate.

Jos de Putter è un rinomato documentarista a cui è stata dedicata un’intera sezione del 55° Festival dei Popoli. Il suo stile registico predilige articolazioni dolci e leggere, così da riuscire ad adattarsi ad una vasta gamma di tematiche e stili dialogici, come dimostrato dai titoli proposti dalla rassegna fiorentina. Nel corso di Dans, Groszny dans il regista coniuga insieme diversi linguaggi, contrapponendo le note e i passi dei balli tradizionali ai paesaggi marchiati dalle sofferenze e dalle necessità della terra.mediacritica_the damned and the sacred Le musiche, quasi sempre intradiegetiche, fanno da contrappunto ai dialoghi dei protagonisti, sempre concentrati sulla loro performance imminente. Il viaggio comunque lascia largo spazio all’esplorazione del rapporto tra i ragazzi ed il loro territorio, mettendo in luce le contraddizioni del loro “vivere la vita” contadina e la nazione che li circonda. Accarezzare un coniglio dentro una gabbia diventa così un gesto di resistenza, se non di vera protesta, per il fatto di dover sacrificare le passioni individuali alle problematiche decise da altri. Le danze tradizionali assumono un sentore quasi esotico, come un linguaggio che riporti alla mente immagini di un passato relativamente recente. Il regista resta al di fuori delle inquadrature, mai imponendo i propri commenti o le proprie digressioni sui fatti storici accennati. In ogni caso il film non si salva da un andamento stagnante, a tratti sforzato nel suo rilassamento scopico e razionale. Dialoghi e immagini assumono presto un’estetica ripetitiva che quindi non aiuta la relativamente breve durata. Interessante è quindi il lavoro concettuale più che il risultato in sé, o forse meglio dire che l’argomentazione prevale sul modo di presentarla. In ogni caso, Jos de Putter si conferma anche in questo film un regista che sa perfettamente ciò che fa e ciò che mostra, dando un ottimo esempio di quello che si può trasmettere con il linguaggio cinematografico. Pur mantenendosi sempre a debita distanza da una presa di posizione ostentata e sterile, il regista mostra la portata degli accadimenti storici nella vita dei singoli, opponendo una circostanza (storica e politica) contingente alle aspirazioni personali che assurgono a moti universali.

The Damned and the Sacred [Dans, Grozny dans, Paesi Bassi 2002] REGIA Jos de Putter.
SCENEGGIATURA Jos de Putter. FOTOGRAFIA Vladas Naudzius. MUSICHE Vincent van Warmerdam.
Documentario, durata 75 minuti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

adidas yeezy boost 350 turtle dove transcends sneakers adidas yeezy 350 boost turtle dove restock re release adidas yeezy 350 boost black release date yeezy 350 boost low yeezy boost 350 pirate black yeezy boost 350 low adidas yeezy boost 350 v2 black white yeezy boost 350 moonrock adidas yeezy 350 boost moonrock release date moonrock yeezy 350 boost legit real fake on foot look adidas yeezy boost 350 oxford tan adidas yeezy boost 350 v2 zebra another look adidas yeezy boost 350 oxford tan even more images yeezy 350 moonrock release date adidas yeezy 350 boost black adidas yeezy 350 boost low heres where you can cop the black adidas yeezy 350 boost low adidas yeezy 350 boost low adidas yeezy 350 boost 10 reasons why the adidas yeezy 350 boost will sell out instantly