adidas nmd city sock adidas nmd city sock adidas nmd city sock gum pack release date info adidas NMD R1 Trail adidas nmd city sock gum soles adidas nmd city sock gum pack adidas nmd city sock nmd city sock primeknit core blacklush blue adidas nmd city sock black gum where to buy adidas nmd city sock winter wool adidas nmd city sock primeknit s79150 core black adidas nmd city sock core black adidas nmd primeknit city sock black adidas nmd city sock core black lush blue release date adidas NMD R1 PK adidas nmd chukka receives og colorway NMD City Sock PK adidas nmd chukka 2 adidas NMD R1 Triple Black comparing og adidas nmd r1 nmd chukka

In questo numero

The Water Diviner

sabato 10 Gennaio, 2015 | di Massimo Padoin
The Water Diviner
In sala
0
Facebooktwittermail
Voto autore:

SPECIALE ATTORI DIETRO LA CINEPRESA
Fuori, è un mondo fragile
Bisogna sempre tenere a mente quel che si racconta e gli obiettivi ai quali si tende. Sembra banale dirlo ma è necessario che lo spettatore stesso ne sia consapevole: spesso il viaggio di cui un racconto ci rende partecipi non si risolve solo in ciò che appunto ci narra, ma esiste perché ci conduce anche attraverso un iter emotivo e cognitivo.

Il racconto classico, quello dal grande respiro, tale attenzione l’ha sempre avuta bene in mente, tanto che l’uso del sostantivo “viaggio” per indicare il percorso di un eroe non rappresenta solo un vezzo stilistico di chi guarda alla struttura del racconto. È un percorso che deve appunto determinare l’attenzione emotiva (o non) dello spettatore, ma non basta riferirsi direttamente a questa tradizione per esserne automaticamente parte. Prenderne alcuni degli archetipi non è sufficiente, mediacritica_the_water_diviner_1come la disperata ricerca di un padre per i figli dispersi in battaglia, la figura di un lavoratore della terra ritrovatosi in un Paese straniero, il rivolgere lo sguardo ad un altrove spaziale e temporale (qua siamo nel 1919, quattro anni dopo la battaglia di Gallipoli) ricercando nel sapore orientale la forza evocativa necessaria per coinvolgere un dramma in costume. Non basta questo a The Water Diviner per essere un film riuscito, non basta nemmeno la goffa circolarità che racchiude il racconto, che lega all’acqua il ruolo di elemento salvifico e liberatorio passando attraverso il peso della sofferenza e fatica fisica. È una pellicola che nel racconto cerca delle corrispondenze, simmetrie e geometrie, ma sono posticce, troppo artificiali per guidare la ragione del racconto; allora The Water Diviner dovrebbe essere principalmente emozione, ma è proprio in questo che ancora di più miseramente fallisce. È un film che dovrebbe domare, accrescere, le emozioni per poi farle esplodere. In questo si dimostra – nella sua accezione più negativa – l’essere una pellicola diretta da un attore, che addossa al solo primo piano tutto il peso veicolatore dell’empatia, come nel peggior caso di prodotto televisivo, isolando i pochi momenti visivamente suggestivi, abbandonandoli a se stessi. L’epica di un’epopea in costume in The Water Diviner non esiste, se pensiamo solamente a come tutte le sezioni del viaggio di Joshua Connor di fatto siano elise. Ma anche se lo guardassimo dall’altra prospettiva, della dura e faticosa esistenza di un “uomo del Sud” in un mondo devastato nella sua terrosa superficie, prima ancora che dalla sofferenza della morte procurata dal primo scontro mondiale, in questo caso poco ci sarebbe da percepire, perché tutto è raffigurato nella sua impalpabile rappresentazione. The Water Diviner è un film pensato in modo sbagliato, nonostante la solidità delle basi su cui poggia, scontato e pigro nell’emotività. Un film dominato dalla storia che vorrebbe raccontare.

The Water Diviner [id., USA 2014] REGIA Russell Crowe.
CAST Russell Crowe, Olga Kurylenko, Jai Courtney, Yilmaz Erdogan.
SCENEGGIATURA Andrew Anastasios, Andrew Knight. FOTOGRAFIA Andrew Lesnie. MUSICHE David Hirschfelder.
Drammatico, durata 111 minuti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

adidas yeezy boost 350 turtle dove transcends sneakers adidas yeezy 350 boost turtle dove restock re release adidas yeezy 350 boost black release date yeezy 350 boost low yeezy boost 350 pirate black yeezy boost 350 low adidas yeezy boost 350 v2 black white yeezy boost 350 moonrock adidas yeezy 350 boost moonrock release date moonrock yeezy 350 boost legit real fake on foot look adidas yeezy boost 350 oxford tan adidas yeezy boost 350 v2 zebra another look adidas yeezy boost 350 oxford tan even more images yeezy 350 moonrock release date adidas yeezy 350 boost black adidas yeezy 350 boost low heres where you can cop the black adidas yeezy 350 boost low adidas yeezy 350 boost low adidas yeezy 350 boost 10 reasons why the adidas yeezy 350 boost will sell out instantly