adidas nmd city sock adidas nmd city sock adidas nmd city sock gum pack release date info adidas NMD R1 Trail adidas nmd city sock gum soles adidas nmd city sock gum pack adidas nmd city sock nmd city sock primeknit core blacklush blue adidas nmd city sock black gum where to buy adidas nmd city sock winter wool adidas nmd city sock primeknit s79150 core black adidas nmd city sock core black adidas nmd primeknit city sock black adidas nmd city sock core black lush blue release date adidas NMD R1 PK adidas nmd chukka receives og colorway NMD City Sock PK adidas nmd chukka 2 adidas NMD R1 Triple Black comparing og adidas nmd r1 nmd chukka

In questo numero

Lisbon Story (1994)

sabato 21 Febbraio, 2015 | di Francesco Grieco
Lisbon Story (1994)
Film History
0
Facebooktwittermail
Voto autore:

SPECIALE WIM WENDERS
Non farti cadere le braccia
Da sempre interessato a riflettere sul cinema e sulle sue potenzialità narrative, con Lisbon Story Wim Wenders realizza uno dei film migliori degli ultimi decenni della sua lunga carriera.

È costruito, nella prima parte, su un’assenza, quella del filmmaker Friedrich, detto Fritz, e sulla sua lunga ricerca da parte dell’amico Phillip Winter (tecnico del suono con una gamba rotta, probabile metafora del suo andare a rilento nella vita), che raggiunge Lisbona in auto dalla Germania e va a vivere proprio nella casa disabitata di Fritz, dove passa le nottimediacritica_lisbon_story_1 a leggere poesie di Pessoa e a scacciare le mosche che lo tormentano. Con il suo portoghese molto scolastico, Phillip chiede notizie di Fritz ai ragazzini che gravitano intorno all’abitazione dell’amico (tra questi, ce n’è uno misterioso che appare e scompare sempre, in un lampo, e che Phillip prova a seguire, invano), ma nessuno sa dove sia. In un cortocircuito tra cinema nel cinema e realtà, lo stesso cortocircuito per cui l’iris ricorrente richiama il film in bianco e nero che Friedrich ha iniziato, i Madredeus registrano la colonna sonora destinata ad accompagnare le immagini della città (come le “vedute” del muto) girate da Friedrich. Wenders, regista-fotografo, attento tanto alla dimensione temporale quanto a quella spaziale del cinema, scopre gradualmente Lisbona, di pari passo con Phillip, uomo senza direzione né programmi precisi, che guarda con attenzione una parte del girato di Friedrich e vaga con indolenza e curiosità per la città, conquistato dai suoi colori vivaci, dalla luce del giorno, dalla splendida musica dei Madredeus, le cui esibizioni Wenders, da noto appassionato qual è, riprende con indubbia efficacia.
Il cameo di Manoel de Oliveira è azzeccatissimo, perché al grande regista portoghese viene affidato il compito di parlare della memoria, “la sola cosa vera”, che però, allo stesso tempo, è semplicemente un’invenzione a cui crediamo: il cinema, infatti, fa rivivere il fantasma di un momento, che non sappiamo se sia accaduto davvero oppure no. Questo dubbio, inscindibile dal fare cinema, può portare a una paralisi creativa, come quella di Friedrich che, una volta ritrovato da Phillip, gli spiega che le immagini non sono più quelle di un tempo, non riescono più a mostrare nulla e neanche il suono può salvarle, perché l’occhio dell’operatore fa morire l’oggetto inquadrato e prosciuga la vita delle cose. Phillip lo convince, invece, a finire il suo film: “Muovi gli occhi attorno, fidati di loro e della tua cinepresa: se ci metti il cuore, creerai immagini indispensabili”. Quale migliore esempio della fede nel cinema di Wenders?

Lisbon Story [id., Germania/Portogallo 1994] REGIA Wim Wenders.
CAST Rüdiger Vogler, Patrick Bauchau, Teresa Salgueiro, Manoel de Oliveira, Joel Cunha Ferreira.
SCENEGGIATURA Wim Wenders. FOTOGRAFIA Lisa Rinzler. MUSICHE Jürgen Knieper, Madredeus.
Commedia drammatica, durata 100 minuti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

adidas yeezy boost 350 turtle dove transcends sneakers adidas yeezy 350 boost turtle dove restock re release adidas yeezy 350 boost black release date yeezy 350 boost low yeezy boost 350 pirate black yeezy boost 350 low adidas yeezy boost 350 v2 black white yeezy boost 350 moonrock adidas yeezy 350 boost moonrock release date moonrock yeezy 350 boost legit real fake on foot look adidas yeezy boost 350 oxford tan adidas yeezy boost 350 v2 zebra another look adidas yeezy boost 350 oxford tan even more images yeezy 350 moonrock release date adidas yeezy 350 boost black adidas yeezy 350 boost low heres where you can cop the black adidas yeezy 350 boost low adidas yeezy 350 boost low adidas yeezy 350 boost 10 reasons why the adidas yeezy 350 boost will sell out instantly