adidas nmd city sock adidas nmd city sock adidas nmd city sock gum pack release date info adidas NMD R1 Trail adidas nmd city sock gum soles adidas nmd city sock gum pack adidas nmd city sock nmd city sock primeknit core blacklush blue adidas nmd city sock black gum where to buy adidas nmd city sock winter wool adidas nmd city sock primeknit s79150 core black adidas nmd city sock core black adidas nmd primeknit city sock black adidas nmd city sock core black lush blue release date adidas NMD R1 PK adidas nmd chukka receives og colorway NMD City Sock PK adidas nmd chukka 2 adidas NMD R1 Triple Black comparing og adidas nmd r1 nmd chukka

In questo numero

Z la formica (1998)

sabato 28 Marzo, 2015 | di Marco Longo
Z la formica (1998)
Speciale
0
Facebooktwittermail
Voto autore:

SPECIALE DREAMWORKS ANIMATION
La differenza è che questa volta ho scelto io
Per molti aspetti nato in risposta al disneyano A bug’s life, l’ambizioso progetto Dreamworks in animazione 3D Z la formica, ancora oggi godibilissimo, si distaccò nel 1998 dal suo competitor per la capacità di impregnarsi di citazione e omaggio, senza dimenticare un’articolata ricerca sul piano dell’ideazione, del character design, della regia.

Z è una formica operaia nevrotica e logorroica, regolarmente impegnata in sedute psicanalitiche che ne mettono in luce un puntuale malessere: vorrebbe essere parte integrante del formicaio ma sente di non aver ancora davvero scelto il proprio posto nella comunità. L’incontro con la principessa Bala, il progressivo e reciproco innamoramento, la sostituzione che da umile lavoratore lo porta a fingersi soldato, conducono gradualmente Z alla consapevolezza del proprio ruolo e di una relazionemediacritica_z_la_formica_290 non supina ma problematica con la società che egli abita: non prima però di aver sventato un colpo di stato para-nazista del malvagio generale Mandibola e di contribuire alla rifondazione di una nuova, fiorente colonia in un cestino dell’immondizia a Central Park. Il punto di forza del progetto, coerente con molti predecessori nella volontà di ispirarsi alle icone dello star system per la modellazione delle fattezze dei personaggi, risiede nella scelta di portare fino in fondo – mai come prima e forse neppure come in seguito – questo preciso e ludico proposito: Z, doppiato in lingua originale da Woody Allen, non assomiglia soltanto a Woody Allen, ma di Allen si carica di tutte le popolari idiosincrasie, offrendone una versione invertebrata ma altrettanto riconoscibile nel quadro di riferimento dello spettatore. Vale anche per i personaggi doppiati da Sylvester Stallone (in italiano, Ferruccio Amendola), Gene Hackman, Sharon Stone, e altrettanto per le figure secondarie che, data la cura con cui vengono pensate e concretamente disegnate, svelano un altro decisivo punto di forza del film: il felice rapporto tra massa e individualità, entrambe approfondite nel trattamento visivo, veritiere nelle azioni, nei movimenti, nelle dettagliatissime mimiche, sempre a servizio della rocambolesca sceneggiatura co-firmata dai fratelli Weitz. Regia e animazione concorrono a sostenere i messaggi del film, spielberghianamente compresi tra la lotta per l’individualismo e la protezione della società da ogni forma di fanatismo: il tutto passando per un’ironica riproposizione della presa di coscienza di classe, dell’amore tra strati sociali apparentemente contrapposti, della lotta contro un Sistema che non riconosce la dignità del singolo. In fondo, perché le nevrosi di Z fossero finalmente pacificate, altro non serviva che egli potesse scegliere come vivere, e con chi. E finalmente rinascere, in un cestino affacciato sullo skyline di New York, laddove, una ventina d’anni prima, aveva inizio Manhattan.

Z la formica [Antz, USA 1998] REGIA Eric Darnell, Tim Johnson.
CAST (DOPPIATORI ORIGINALI) Woody Allen, Dan Akroyd, Sylvester Stallone, Sharon Stone, Gene Hackman, Christopher Walken.
(DOPPIATORI ITALIANI) Oreste Lionello, Ilaria Stagni, Ferruccio Amendola, Cristiana Lionello, Sergio Fiorentini.

SCENEGGIATURA Todd Alcott, Chris Weitz, Paul Weitz. MUSICHE Harry Gregson-Williams, John Powell.
Animazione, durata 83 minuti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

adidas yeezy boost 350 turtle dove transcends sneakers adidas yeezy 350 boost turtle dove restock re release adidas yeezy 350 boost black release date yeezy 350 boost low yeezy boost 350 pirate black yeezy boost 350 low adidas yeezy boost 350 v2 black white yeezy boost 350 moonrock adidas yeezy 350 boost moonrock release date moonrock yeezy 350 boost legit real fake on foot look adidas yeezy boost 350 oxford tan adidas yeezy boost 350 v2 zebra another look adidas yeezy boost 350 oxford tan even more images yeezy 350 moonrock release date adidas yeezy 350 boost black adidas yeezy 350 boost low heres where you can cop the black adidas yeezy 350 boost low adidas yeezy 350 boost low adidas yeezy 350 boost 10 reasons why the adidas yeezy 350 boost will sell out instantly