adidas nmd city sock adidas nmd city sock adidas nmd city sock gum pack release date info adidas NMD R1 Trail adidas nmd city sock gum soles adidas nmd city sock gum pack adidas nmd city sock nmd city sock primeknit core blacklush blue adidas nmd city sock black gum where to buy adidas nmd city sock winter wool adidas nmd city sock primeknit s79150 core black adidas nmd city sock core black adidas nmd primeknit city sock black adidas nmd city sock core black lush blue release date adidas NMD R1 PK adidas nmd chukka receives og colorway NMD City Sock PK adidas nmd chukka 2 adidas NMD R1 Triple Black comparing og adidas nmd r1 nmd chukka

In questo numero

La guerra di Mario (2005)

sabato 19 Settembre, 2015 | di Eleonora Degrassi
La guerra di Mario (2005)
Film History
0
Facebooktwittermail
Voto autore:

SPECIALE VALERIA GOLINO
Il volto discreto della accoglienza
“Preferisco la disobbedienza”: così Giulia (Valeria Golino), madre affidataria del piccolo Mario (Marco Greco), bambino difficile, descrive l’indole ribelle del bambino che è entrato nella sua famiglia. Sono loro i protagonisti di La guerra di Mario, film del 2005, di Antonio Capuano.

La pellicola è stata presentata a Locarno, convincendo per l’interpretazione di Marco Greco e di Valeria Golino, premiata poi con il Nastro d’argento. mediacritica_la_guerra_di_mario_290L’attrice dona al suo personaggio un fascino inconsapevole, gli occhi intensi e vivi, una naturalezza che conquista, propria della sua recitazione dosata e rigorosa, scevra da orpelli come è in questo caso l’opera stessa. Asseconda le delicatezze e le morbidezze di una donna a cui non hanno mai insegnato ad essere madre e di cui non conosce la femminilità. Il rapporto tra i due è difficile e intenso, e la Golino dà forma al suo personaggio, libertario, avanguardista e accogliente, che fa da contraltare al figlio, allergico alle regole, violento e indisciplinato. I due sono estranei l’una all’altro, eppure a poco a poco iniziano a incastrarsi perfettamente, almeno nei sentimenti. “Non è mia madre, non mi appartiene” e poi “Tu le cose mie non le capisci”, queste sono le riflessioni di Mario che sottolineano la distanza che li separa, quasi incolmabile. Giulia ha una sola certezza, Mario deve essere lasciato libero, di crescere, di sbagliare, di fare ciò che vuole (“Non vuole essere educato, ma accolto”), difficile fare altrimenti quando hai di fronte un bambino a cui non puoi porre né limiti né barriere – nel suo pianeta si vive di espedienti (suona il flauto per strada chiedendo l’elemosina ad esempio) –, che passa con il rosso e che ha due soli amici, il cagnolino Mimmo e un compagno di classe con cui vivrà grandi avventure. Capuano, novello Peter Pan, indossa a volte gli occhiali di Mario, in procinto di “sparare” ai nemici, a volte quelli di Giulia pronti ad accogliere e ad assecondare, a fare da sfondo, le due facce, che gridano entrambe il loro diritto ad esserci, di una Napoli, bella e dolorosa, calda e malinconica, aspra e marginale, perfettamente incarnate dalla madre e dal figlio. Non c’è dunque una divisione manichea tra bene e male, bensì il broncio e il sorriso, l’abbraccio e le botte si incontrano nello sguardo di un bambino, bisognoso di stabilità, e di una donna sicura del suo (non) metodo educativo – figlio di quel ’68 per il quale “la scuola è un brutto carcere e il carcere è una buona scuola”. Golino, in questa piccola guerra delicata e difficile, riesce perfettamente, segue le mani della sua Giulia negli abbracci sinceri e amorosi, muove il suo volto raffinato ed elegante secondo il sentire di una madre che “non stringe il cappio” intorno al collo del libero figlio, bensì ne capisce lo slancio di assoluta ribellione e vigoria.

La guerra di Mario [id., Italia/Slovenia 2005] REGIA Antonio Capuano.
CAST Valeria Golino, Marco Greco, Andrea Renzi, Anita Caprioli, Rosaria De Cicco.
SCENEGGIATURA Antonio Capuano. FOTOGRAFIA Luca Bigazzi. MUSICHE Pasquale Catalano.
Drammatico, durata 100 minuti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

adidas yeezy boost 350 turtle dove transcends sneakers adidas yeezy 350 boost turtle dove restock re release adidas yeezy 350 boost black release date yeezy 350 boost low yeezy boost 350 pirate black yeezy boost 350 low adidas yeezy boost 350 v2 black white yeezy boost 350 moonrock adidas yeezy 350 boost moonrock release date moonrock yeezy 350 boost legit real fake on foot look adidas yeezy boost 350 oxford tan adidas yeezy boost 350 v2 zebra another look adidas yeezy boost 350 oxford tan even more images yeezy 350 moonrock release date adidas yeezy 350 boost black adidas yeezy 350 boost low heres where you can cop the black adidas yeezy 350 boost low adidas yeezy 350 boost low adidas yeezy 350 boost 10 reasons why the adidas yeezy 350 boost will sell out instantly