adidas nmd city sock adidas nmd city sock adidas nmd city sock gum pack release date info adidas NMD R1 Trail adidas nmd city sock gum soles adidas nmd city sock gum pack adidas nmd city sock nmd city sock primeknit core blacklush blue adidas nmd city sock black gum where to buy adidas nmd city sock winter wool adidas nmd city sock primeknit s79150 core black adidas nmd city sock core black adidas nmd primeknit city sock black adidas nmd city sock core black lush blue release date adidas NMD R1 PK adidas nmd chukka receives og colorway NMD City Sock PK adidas nmd chukka 2 adidas NMD R1 Triple Black comparing og adidas nmd r1 nmd chukka

In questo numero

Hotel Transylvania 2

sabato 10 Ottobre, 2015 | di Filippo Zoratti
Hotel Transylvania 2
In sala
2
Facebooktwittermail
Voto autore:

Piccoli mostri crescono (o forse no)
Terreno fertile per spin-off e seguiti, Hotel Transylvania riparte da dove aveva finito: la giovane vampira Mavis (125 anni!) convola a giuste nozze con l’umano sciroccato Johnny, capitato per caso nella magione del Conte Dracula. Quali saranno le nuove macabre avventure che l’inedita coppia vivrà, considerando l’ingombrante presenza “mortifera” di mummie, zombi e lupi mannari?

A grandi falcate i primi venti minuti di questo sequel girato sempre da Genndy Tartakovsky si mangiano ogni tappa prevedibile: Mavis che diventerà mamma, il primo anno di vita del piccolo Dennis, gli inevitabili dubbi sulla sua natura (è uomo o vampiro?). Diciamocelo: all’uscita nel 2012 del primo Hotel Transylvania abbiamo gridato al piccolo miracolo, mediacritica_hotel_transylvania2_290perché abbiamo voluto credere che esistesse una valida alternativa al duopolio formato da Pixar e DreamWorks Animation. L’animazione spigolosa, la tematica “obliqua” (perfettamente calibrata per soddisfare adulti e bambini) e l’indipendenza del prodotto: tutto ha contribuito ad alimentare l’hype nei confronti di un cartoon sovversivo e persino iconoclasta, premiato con la candidatura ai Golden Globe. Bastano pochi sketch per capire che, purtroppo, la nuova avventura è clamorosamente rientrata nei ranghi dell’omologazione. In Hotel Transylvania 2 – che avrebbe dovuto cambiare titolo, visto che il “resort per mostri” gestito da Dracula non ha più alcuna funzione narrativa – siamo dalle parti della commedia familista, con un vorticoso e forzato cambio di target (la visione è indicata praticamente solo ad una platea di decenni) che si rimangia quanto promesso nell’episodio originario. Non è un problema in sé, se solo non ci fosse appunto un precedente con cui imbastire un confronto. La sceneggiatura – scritta a quattro mani da Robert Smigel e da Adam Sandler, ed ecco forse svelato il motivo di cotanto impoverimento – si muove banalmente fra ripetizione estenuante di gag decontestualizzate in stile Griffin (il bluetooth presente ad una festa) e parentesi musicali/giocose per riempire il minutaggio, non funzionali al prosieguo della storia. Il passo indietro è palese anche nei confronti dei personaggi, ridotti a figurine bidimensionali e caratterialmente involute (un delitto, se si pensa ad esempio alla forza in potenza del lupo mannaro stressato Wayne). Si avverte, in poche parole, la sensazione da “sfruttamento intensivo” del franchise, confermata da un lato dal presunto abbandono da parte di Tartakovsky (che ha dichiarato di non aver più nulla da dare al progetto) e dall’altro dalla già decisa produzione di una serie tv, messa in cantiere a partire dal 2017. Ci resta, romanticamente e utopicamente, una speranza: che le ambizioni di un regista così promettente possano trovare nuovi e nuovamente poco standardizzati sbocchi.

Hotel Transylvania 2 [id., USA 2015] REGIA Genndy Tartakovsky.
CAST (DOPPIATORI ORIGINALI) Adam Sandler, Selena Gomez, Steve Buscemi, Mel Brooks.
CAST (DOPPIATORI ITALIANI) Claudio Bisio, Cristiana Capotondi, Paolo Villaggio, Mino Caprio.
SCENEGGIATURA Adam Sandler, Robert Smigel. MUSICHE Mark Mothersbaugh.
Animazione, durata 89 minuti.

2 Comments

  1. Teresa says:

    Nooo…io penso l’esatto opposto! a un mese di distanza dall’uscita di Minions non si può dire che ht2 abusa del brand! e, secondo me, lo fa ancora meno del primo capitolo

  2. Amsterdamned says:

    Io invece sono d’accordo con l’autore dell’articolo! Tanti passi indietro rispetto al primo film…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

adidas yeezy boost 350 turtle dove transcends sneakers adidas yeezy 350 boost turtle dove restock re release adidas yeezy 350 boost black release date yeezy 350 boost low yeezy boost 350 pirate black yeezy boost 350 low adidas yeezy boost 350 v2 black white yeezy boost 350 moonrock adidas yeezy 350 boost moonrock release date moonrock yeezy 350 boost legit real fake on foot look adidas yeezy boost 350 oxford tan adidas yeezy boost 350 v2 zebra another look adidas yeezy boost 350 oxford tan even more images yeezy 350 moonrock release date adidas yeezy 350 boost black adidas yeezy 350 boost low heres where you can cop the black adidas yeezy 350 boost low adidas yeezy 350 boost low adidas yeezy 350 boost 10 reasons why the adidas yeezy 350 boost will sell out instantly