adidas nmd city sock adidas nmd city sock adidas nmd city sock gum pack release date info adidas NMD R1 Trail adidas nmd city sock gum soles adidas nmd city sock gum pack adidas nmd city sock nmd city sock primeknit core blacklush blue adidas nmd city sock black gum where to buy adidas nmd city sock winter wool adidas nmd city sock primeknit s79150 core black adidas nmd city sock core black adidas nmd primeknit city sock black adidas nmd city sock core black lush blue release date adidas NMD R1 PK adidas nmd chukka receives og colorway NMD City Sock PK adidas nmd chukka 2 adidas NMD R1 Triple Black comparing og adidas nmd r1 nmd chukka

In questo numero

The Visit

sabato 28 Novembre, 2015 | di Stefano Lalla
The Visit
In sala
14
Facebooktwittermail
Voto autore:

Favole in presa diretta
Pochi registi hanno vissuto un’ascesa così rapida come quella di M. Night Shyamalan e un altrettanto rapido declino dal punto di vista artistico e del consenso di pubblico. Il regista indiano non è finito nel dimenticatoio: ce lo ricordiamo perché genera odio, perché è troppo facile prenderlo in giro (lo “Shyamalan effect” non passa mai di moda) e, probabilmente, perché lo abbiamo troppo amato ai tempi de Il sesto senso.

Quest’anno è tornato a scrivere e dirigere un horror, forse con l’umiltà di chi ci riprova. The Visit è un found footage horror a basso budget, non particolarmente violento né innovativo. Due fratelli viaggiano per incontrare i loro nonni per la prima volta.mediacritica_the_visit_290 Becca, la sorella maggiore, è appassionata di cinema e decide di documentare il loro viaggio usando due videocamere. Il filmato sarà un regalo per sua madre, che non vede i propri genitori da quando, a diciannove anni, è scappata di casa per amore. I ragazzi si muovono in treno, ognuno con la propria videocamera in mano. Tutto ciò che vediamo è filtrato dall’occhio meccanico, che resta sempre acceso provocando non poche forzature. Becca è responsabile e usa il mezzo per raggiungere i propri scopi artistici. Tyler, invece, è immaturo e usa il cinema in maniera ludica, ma è anche curioso e quindi sarà propenso a investigare quando la coppia di anziani che li ospita mostrerà le proprie stranezze. Di notte, i fratelli sentono strani rumori provenire dai corridoi e alcuni comportamenti della nonna, che vanno ben oltre la semplice senilità, li mettono in allarme. The Visit tenta faticosamente di creare empatia tra lo spettatore e i due ragazzi, evidenziando le loro personalità e debolezze con confessioni e momenti di gioco. Purtroppo, Becca e Tyler sono poco credibili – come l’intero impianto narrativo − e potremmo rifiutarli e decidere di tifare per i cattivi. Più efficace è, invece, la parte relativa alla coppia di anziani, che si esibisce in una buona escalation di comportamenti bizzarri culminanti nell’inevitabile, telefonatissimo, colpo di scena. Nonostante il budget basso, The Visit vuole rivolgersi al grande pubblico e tenta di limitare l’effetto “shaky cam”, fastidioso per molti, utilizzando dei supporti anche quando la camera dovrebbe trovarsi nelle mani dei protagonisti. Questo accorgimento limita il tremolio ma sacrifica il realismo connaturato al genere found footage. The Visit è un film piccolo piccolo, che può funzionare come racconto dell’orrore per ragazzi. Non va paragonato ad altri disastri di Shyamalan quali L’ultimo dominatore dell’aria o After Earth ma, purtroppo, alcune scelte sbagliate ne hanno ridotto la capacità di incidere.

The Visit [id., USA 2015] REGIA M. Night Shyamalan.
CAST Olivia DeJonge, Ed Oxenbould, Deanna Dunagan, Peter McRobbie, Kathryn Hahn.
SCENEGGIATURA M. Night Shyamalan. FOTOGRAFIA Maryse Alberti.
Horror, durata 94 minuti.

14 Comments

  1. Vins says:

    Uno tra i migliori titoli di Manoj!

  2. M. Night Shyamalan says:

    I miei film fanno cagare!

  3. DoubleP says:

    Chi ha scritto il commento qua sopra è un genio

  4. Er Paletta says:

    Posso dire una cosa impopolare? Mi è piaciuto! Shyamalan è rimasto schiacciato dall’eccessiva popolarità di The Sixth Sense, ma è sempre stato un onesto artigiano del cinema d’orrore… Gira da dio, si prende e ci prende in giro. A me me piace.

  5. Giulio says:

    Troppo bello!

  6. Gianduia says:

    Anche a me è piaciuto.

  7. Moschio says:

    Visto ieri! Molto bello!Tranne il finale con l’intervista alla madre, un in più che si poteva tralasciare…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

adidas yeezy boost 350 turtle dove transcends sneakers adidas yeezy 350 boost turtle dove restock re release adidas yeezy 350 boost black release date yeezy 350 boost low yeezy boost 350 pirate black yeezy boost 350 low adidas yeezy boost 350 v2 black white yeezy boost 350 moonrock adidas yeezy 350 boost moonrock release date moonrock yeezy 350 boost legit real fake on foot look adidas yeezy boost 350 oxford tan adidas yeezy boost 350 v2 zebra another look adidas yeezy boost 350 oxford tan even more images yeezy 350 moonrock release date adidas yeezy 350 boost black adidas yeezy 350 boost low heres where you can cop the black adidas yeezy 350 boost low adidas yeezy 350 boost low adidas yeezy 350 boost 10 reasons why the adidas yeezy 350 boost will sell out instantly