adidas nmd city sock adidas nmd city sock adidas nmd city sock gum pack release date info adidas NMD R1 Trail adidas nmd city sock gum soles adidas nmd city sock gum pack adidas nmd city sock nmd city sock primeknit core blacklush blue adidas nmd city sock black gum where to buy adidas nmd city sock winter wool adidas nmd city sock primeknit s79150 core black adidas nmd city sock core black adidas nmd primeknit city sock black adidas nmd city sock core black lush blue release date adidas NMD R1 PK adidas nmd chukka receives og colorway NMD City Sock PK adidas nmd chukka 2 adidas NMD R1 Triple Black comparing og adidas nmd r1 nmd chukka

In questo numero

King of the Belgians

martedì 6 Settembre, 2016 | di Edoardo Peretti
King of the Belgians
Festival
3
Facebooktwittermail
Voto autore:

73. Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia, 31 agosto – 10 settembre 2016, Lido di Venezia

VENEZIA 73 – ORIZZONTI
Dio non vive a Bruxelles
Presentato nella sezione Orizzonti, ha riscosso un più che discreto successo – sia tra gli addetti ai lavori che tra il pubblico – King of the Belgians di Jessica Woodworth e Peter Brosens. Il re del Belgio, Nicola III, è in visita in Turchia per celebrare l’entrata in Europa del Paese della mezzaluna. Qui viene però raggiunto da una notizia improvvisa e sconvolgente: la Vallonia ha dichiarato l’indipendenza perché “stufa” dei fiamminghi.

Complice un’improvvisa tempesta solare sul continente europeo, il monarca rimane bloccato – quasi prigioniero – a Istanbul, lontano dal suo regno in implosione e costretto quindi ad improvvisare un picaresco piano di fuga che lo porterà, insieme ad un documentarista e ai suoi più stretti collaboratori, ad attraversare i Balcani. mediacritica_king_of_the_belgians_190Tra una disavventura ed un incontro stravagante, il monarca imparerà anche a conoscere meglio se stesso e quella che dovrebbe essere la vera essenza di un ruolo come il suo. King of the Belgians è, innanzitutto, un mockumentary: le immagini che vediamo sono infatti quelle di un documentario che da istituzionale e inamidato diventa, per il corso degli eventi, la rappresentazione di un’intima presa di consapevolezza, quasi una catarsi, oltre che una picaresca tragicommedia. Dal racconto in chiave intimista in qualche modo dipende anche l’altra tematica portante: la metafora ironica e sottile quanto amarognola, che agisce sotto le righe, della situazione critica dell’Europa e della disaffezione nei suoi confronti, evidenziata sì nelle disavventure e nei personaggi incontrati nell’improvvisato viaggio, ma che soprattutto trova un riflesso proprio nell’evoluzione e nella presa di coscienza del re. Non è un caso da questo punto di vista che la fuga avvenga lungo i Balcani, luogo che spesso ha anticipato crisi e divisioni poi più vaste. King of the Belgians nel complesso funziona proprio perché riesce a tenere in equilibrio le due tematiche: usa con intelligenza le armi della commedia ironica raffinata che però non si vergogna, se necessario, di giocare con la farsa più ruspante, senza venirne travolta e senza cadere in eccessi. È un film che così, al netto di qualche momento ripetitivo e di qualche altro morto, riesce ad essere allo stesso tempo concreto nella sua carica ironica, capace di intercettare i venti di pessimismo e di sfiducia che soffiano sull’Europa, ed elegante, stilisticamente quasi etereo (ricordiamo che Woodworth e Brosens sono gli autori de La quinta stagione), quando letto nell’ottica più intimista e raccolta.

King of the Belgians [id., Belgio/Olanda/Bulgaria 2016] REGIA Peter Brosens, Jessica Woodworth.
CAST Peter Van Den Begin, Titus De Voogdt, Lucie Debay, Bruno Georis.
SCENEGGIATURA Peter Brosens, Jessica Woodworth. FOTOGRAFIA Ton Peters. MONTAGGIO David Verdurme.
Commedia, durata 94 minuti.

3 Comments

  1. Moschio says:

    Un film girato bene e con la giusta dose di comicità e simpatia. Non memorabile, ma ti fa uscire dalla sala con il sorriso 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

adidas yeezy boost 350 turtle dove transcends sneakers adidas yeezy 350 boost turtle dove restock re release adidas yeezy 350 boost black release date yeezy 350 boost low yeezy boost 350 pirate black yeezy boost 350 low adidas yeezy boost 350 v2 black white yeezy boost 350 moonrock adidas yeezy 350 boost moonrock release date moonrock yeezy 350 boost legit real fake on foot look adidas yeezy boost 350 oxford tan adidas yeezy boost 350 v2 zebra another look adidas yeezy boost 350 oxford tan even more images yeezy 350 moonrock release date adidas yeezy 350 boost black adidas yeezy 350 boost low heres where you can cop the black adidas yeezy 350 boost low adidas yeezy 350 boost low adidas yeezy 350 boost 10 reasons why the adidas yeezy 350 boost will sell out instantly