adidas nmd city sock adidas nmd city sock adidas nmd city sock gum pack release date info adidas NMD R1 Trail adidas nmd city sock gum soles adidas nmd city sock gum pack adidas nmd city sock nmd city sock primeknit core blacklush blue adidas nmd city sock black gum where to buy adidas nmd city sock winter wool adidas nmd city sock primeknit s79150 core black adidas nmd city sock core black adidas nmd primeknit city sock black adidas nmd city sock core black lush blue release date adidas NMD R1 PK adidas nmd chukka receives og colorway NMD City Sock PK adidas nmd chukka 2 adidas NMD R1 Triple Black comparing og adidas nmd r1 nmd chukka

In questo numero

Il maschio e la femmina (1966)

sabato 17 Giugno, 2017 | di Marco Longo
Il maschio e la femmina (1966)
Speciale Letteratura '800
0
Facebooktwittermail
Voto autore:

SPECIALE LETTERATURA ‘800
Il centro del mondo
Che il rapporto di Jean-Luc Godard con la letteratura e l’arte tutta vada ben oltre la semplice idea di trasposizione, rivitalizzandosi piuttosto dell’incessante rielaborazione di testi e materiali di partenza (o di ritorno!), è una ricerca pluridecennale ormai a confermarcelo con ostinazione. In questo dialogo ineludibile con le forme e la loro ricezione nel tempo, quasi fondato su un atteggiamento che alla storiografia incrocia la sociologia, e poi mette in discussione entrambe per interrogare un’epoca o, meglio ancora, lo stesso futuro, il nostro percorso di interpretazioni e letture del suo cinema non può dirsi davvero del tutto esaurito.

Nel 1966, al suo undicesimo film in circa sei anni, Godard recuperava incrociandoli due racconti di Guy de Maupassant: il primo, La Femme de Paul (1881), istantanea di coppia e provocatoria riflessione sui generi, raccontava la scoperta da parte di un giovane della libertà di orientamento sessuale della ragazza amata; il secondo, Le Signe (1886), mediacritica_il_maschio_e_la_femmina_290aveva già ispirato il noto cortometraggio del 1955 Una femme coquette e, per certi aspetti, sarebbe stato ripreso da alcuni episodi del successivo Due o tre cose che so di lei. Parlare di adattamento appare ridicolo, perché Il maschio e la femmina (in originale Masculin, féminin, titolo molto meno sessualizzato, anche se il sesso fu uno dei temi di lancio del film), è l’esercizio di stile di un autore ormai maturo e capace di calare una riflessione sul proprio tempo entro il flusso non-lineare di una dichiarata struttura a episodi. Quindici in tutto. Riflessione di fondo: la gioventù di metà anni Sessanta. La trama – l’incontro tra Paul e la coetanea Madeleine, del tutto diversa da lui – si frantuma in scarti irregolari, scanditi da didascalie a tutto schermo, stacchi a nero, e un continuo sovrapporsi di finzione e realtà (celebri le interviste improvvisate agli attori, ora in qualità di personaggi, ora in prima persona). Da Maupassant Godard prende paradossalmente il romanticismo fuori tempo massimo di Paul, e la necessità di scontrarsi con una società in netta trasformazione, figlia di Marx – il maschile – e della femminile Coca Cola, finendo, non importa come, per precipitare e soccombere. Per il resto la sceneggiatura non esiste, resta la cinica messa a nudo delle banalità alienanti e talvolta violente del quotidiano, l’incapacità di fondare il racconto sulla centralità del personaggio (Paul come deviazione dell’Antoine Doinel di Truffaut), la profezia di una gioventù divisa, di lì a poco, tra gli orrori della Storia e i miti del consumismo di matrice statunitense. Due o tre momenti entrati a pieno diritto nell’antologia del cinema (ancora una splendida sequenza ambientata in un cinema), e almeno un dialogo che resterà, quello in cui Paul e Madeleine si domandano quale sia il centro del mondo. Lui risponde: l’amore. Lei risponde: io.

Il maschio e la femmina [Masculin, féminin, Francia/Svezia 1966] REGIA Jean-Luc Godard.
CAST Jean-Pierre Léaud, Chantal Goya, Marlène Jobert, Michel Debord.
SCENEGGIATURA Jean-Luc Godard (tratta dai racconti La Femme de Paul e Le Signe di Guy de Maupassant). FOTOGRAFIA Willy Kurant. MUSICHE Jean-Jacques Debout.
Drammatico, durata 104 minuti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

adidas yeezy boost 350 turtle dove transcends sneakers adidas yeezy 350 boost turtle dove restock re release adidas yeezy 350 boost black release date yeezy 350 boost low yeezy boost 350 pirate black yeezy boost 350 low adidas yeezy boost 350 v2 black white yeezy boost 350 moonrock adidas yeezy 350 boost moonrock release date moonrock yeezy 350 boost legit real fake on foot look adidas yeezy boost 350 oxford tan adidas yeezy boost 350 v2 zebra another look adidas yeezy boost 350 oxford tan even more images yeezy 350 moonrock release date adidas yeezy 350 boost black adidas yeezy 350 boost low heres where you can cop the black adidas yeezy 350 boost low adidas yeezy 350 boost low adidas yeezy 350 boost 10 reasons why the adidas yeezy 350 boost will sell out instantly