adidas nmd city sock adidas nmd city sock adidas nmd city sock gum pack release date info adidas NMD R1 Trail adidas nmd city sock gum soles adidas nmd city sock gum pack adidas nmd city sock nmd city sock primeknit core blacklush blue adidas nmd city sock black gum where to buy adidas nmd city sock winter wool adidas nmd city sock primeknit s79150 core black adidas nmd city sock core black adidas nmd primeknit city sock black adidas nmd city sock core black lush blue release date adidas NMD R1 PK adidas nmd chukka receives og colorway NMD City Sock PK adidas nmd chukka 2 adidas NMD R1 Triple Black comparing og adidas nmd r1 nmd chukka

In questo numero

Black Mirror – White Christmas

sabato 17 Gennaio, 2015 | di Vincenzo Palermo
Black Mirror – White Christmas
Serie TV
1
Facebooktwittergoogle_plusmail
Voto autore:

Lo schermo che uccide
Cosa può esserci di “bianco” e quale bonario spirito natalizio può promanare dalle inquietudini 2.0 dello special Black Mirror – White Christmas? Charlie Brooker, ideatore della serie, fa un gradito dono ai suoi seguaci, scrivendo un episodio nerissimo che mette nuovamente l’uomo di fronte alla potenza ossessiva della tecnologia.

Nelle due passate stagioni di Black Mirror il percorso narrativo, consolidatosi nell’ormai consueta forma dell’episodio auto-conclusivo, era retto da una circolarità tematica d’insieme. Da The National Anthem a The Waldo Moment, sotto indagine erano le estremizzazioni mediali di ministri, every man e politici improvvisati, attraverso la logica contemporanea del “one man show” televisivo. In mezzo, altri quattro episodi che demonizzano il reality show delle nostre quotidiane “aberrazioni” senza possibilità di salvezza. In un mondo in cui la parola tecnologia è in assonanza con lobotomia, l’uomo, vittima e carnefice insieme (non ci sono deus ex machina o demiurghi illuminati), deve fare i conti con il proprio inquieto avatar, con un posticcio involucro a sostituzione del caro estinto (le ossessioni vocali di Her si materializzano qui nel corpo-automa dell’amante), con avanzati software che permettono di visualizzare in pochi secondi i ricordi di una vita.mediacritica_black_mirror_white_christmas Nello special natalizio diretto da Carl Tibbetts il fil rouge è rintracciabile nella rappresentazione della dialettica colpa/espiazione ma, come di consueto, l’epilogo sconfessa ogni riscatto finale. In un’angusta stanza si trovano a festeggiare il Natale Matt Trent (Jon Hamm) e Joe Potter (Rafe Spall). Allo spettatore, condotto nel cuore del racconto grazie alla solita narrazione arzigogolata, non spetta sapere nulla di più per il momento. Le tre raccapriccianti storie attraverso cui i due personaggi si confessano “in camera”, svelano uno scenario distopico in cui ogni ritrovato della scienza, tra cui i social network, sono asserviti alla cattiva coscienza dell’individuo. Matt è un estrapolatore di “coscienze” che, una volta riversate in un device, sono al servizio dello stesso committente a cui appartengono. Joe, che condivide con Matt un doloroso trauma, è stato “cancellato” dalla moglie attraverso un ordigno che oscura la sua immagine fisica e che, a sua volta, non gli permette di vedere le persone che lo hanno “bloccato”. Amara riflessione sull’immagine svuotata di senso, l’episodio, come l’intera serie, esibisce il dramma della sovraesposizione mediatica che trasforma l’individuo in una macchia opaca, indistinguibile dai pixel dello schermo. Come in Under the Dome, il microcosmo scrutato dall’occhio di un “Grande fratello” universale, diventa l’enorme vivaio in cui osservare “in vitro” l’umanità informe, riflessa e moltiplicata sugli schermi di tablet e pc. Cinico, lucido e disincantato.

Black Mirror – White Christmas [Id., Gran Bretagna 2014] IDEATORE Charlie Brooker.
CAST Jon Hamm, Oona Chaplin, Rafe Spall.
REGIA Carl Tibbetts. SCENEGGIATURA Charlie Brooker.
Fantascienza/Drammatico, durata 75 minuti.

Black Mirror – White Christmas
4.7 3 93.33%

One Comment

  1. Giacomo says:

    Il migliore episodio in assoluto!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

adidas yeezy boost 350 turtle dove transcends sneakers adidas yeezy 350 boost turtle dove restock re release adidas yeezy 350 boost black release date yeezy 350 boost low yeezy boost 350 pirate black yeezy boost 350 low adidas yeezy boost 350 v2 black white yeezy boost 350 moonrock adidas yeezy 350 boost moonrock release date moonrock yeezy 350 boost legit real fake on foot look adidas yeezy boost 350 oxford tan adidas yeezy boost 350 v2 zebra another look adidas yeezy boost 350 oxford tan even more images yeezy 350 moonrock release date adidas yeezy 350 boost black adidas yeezy 350 boost low heres where you can cop the black adidas yeezy 350 boost low adidas yeezy 350 boost low adidas yeezy 350 boost 10 reasons why the adidas yeezy 350 boost will sell out instantly