adidas nmd city sock adidas nmd city sock adidas nmd city sock gum pack release date info adidas NMD R1 Trail adidas nmd city sock gum soles adidas nmd city sock gum pack adidas nmd city sock nmd city sock primeknit core blacklush blue adidas nmd city sock black gum where to buy adidas nmd city sock winter wool adidas nmd city sock primeknit s79150 core black adidas nmd city sock core black adidas nmd primeknit city sock black adidas nmd city sock core black lush blue release date adidas NMD R1 PK adidas nmd chukka receives og colorway NMD City Sock PK adidas nmd chukka 2 adidas NMD R1 Triple Black comparing og adidas nmd r1 nmd chukka

Questa settimana

Twin Peaks, dalla serie al film

sabato 10 giugno, 2017 | di Daniel Paone
Twin Peaks, dalla serie al film
Speciale Twin Peaks
1
Facebooktwittergoogle_plusmail
Voto autore:
Con il ritorno di Twin Peaks cogliamo la palla al balzo per ripubblicare questo articolo in omaggio alla mitica serie tv di David Lynch e alla collaborazione con gli amici di Serialmente che qualche anno fa hanno chiuso battente. Per due stagioni (novembre 2012-gennaio 2013 e marzo-giugno 2013) Mediacritica si era dedicata a sondare gli aspetti più reconditi delle connessioni tra cinema e serialità televisiva. Pubblicate su Serialmente, erano riflessioni particolari sui film nati dal piccolo schermo o viceversa: da Serenity a Friday Night Lights, passando per South Park e Boris, senza tralasciare i classici come X-Files e I Simpson. Ma poiché sono sempre i migliori che se ne vanno, tutti questi articoli ora non sono più in rete. Questo è riuscito a uscire dalla Loggia Nera nel quale era relegato. Presto potrebbero seguirlo anche gli altri.

 

LA SERIE.  Una cittadina vicino al confine canadese dove gli alberi mossi dal vento hanno qualcosa di sinistro. Il corpo senza vita di una liceale, avvolto in un telo di plastica, viene ritrovato in riva al lago. Non sarà solo questa tragedia a scuotere la tranquilla comunità montana…

mediacritica_twin_peaks_serie_film_290

Alla fine degli anni Ottanta, David Lynch e Mark Frost presentano l’episodio pilota all’emittente americana Abc che promuove l’idea con una prima stagione di 8 episodi.

I segreti di Twin Peaks va in onda l’8 aprile del 1990, attirando subito 34 milioni di telespettatori sorpresi da uno show ironico, intrigante, surreale, mai visto prima. Un giallo con una dimensione soprannaturale e atmosfere da soap opera che repentinamente diventano horror. A dare un ritmo straordinario al tutto ci sono le note di Angelo Badalamenti, già scritturato da Lynch in Velluto Blu così come Kyle Merritt MacLachlan, anche qui attore protagonista nei panni dell’agente speciale Dale Cooper, inviato ad indagare sulla morte della giovane studentessa. I segreti di Twin Peaks è rinnovato per  una seconda stagione di 22 episodi e in poco tempo diventa un cult. Tuttavia, da quando l’omicidio di Laura Palmer viene risolto, contro la volontà degli autori, gli ascolti iniziano a calare e il 23 febbraio 1991 la serie è definitivamente cancellata.

IL FILM. Un anno dopo, Lynch e Frost decidono di  fare ritorno a Twin Peaks con un prequel che racconta gli ultimi sette giorni di vita di Laura Palmer, partendo dalle indagini dell’Fbi sul precedente assassinio della coetanea Teresa Banks. In parte ispirato al romanzo Il diario segreto di Laura Palmer di Jennifer Lynch, Fuoco cammina con me dividerà critica e fan alla 45esima edizione del Festival di Cannes. Chris Isaak, Kiefer Sutherland, e David Bowie si uniscono al cast della serie tv. Le musiche sono ancora curate da Angelo Badalamenti.

TWIN PEAKS – FUOCO CAMMINA CON ME. I giudizi su questo film vanno dal flop al capolavoro, senza vie di mezzo. Di letture ne sono state fatte tante, in giro ne troverete più accurate della mia. Io sono qui – come il Gigante in Twin Peaks – per dirvi tre cose:

1) C’è una donna che studia tedesco, lei sa la verità 2) Non tutti i misteri sono quello che sembrano 3) Senza il suo cinema lui è perduto.

mediacritica_twin_peaks_serie_film_290

“Il delitto di Laura Palmer non si sarebbe mai dovuto risolvere. E’ assurdo, come uccidere la gallina dalle uova d’oro. C’era spazio per tantissimi altri misteri. Ma quel mistero era sacro, teneva in piedi tutti gli altri.”

Così David Lynch, nel documentario di Charles de Lauzirika, sulla decisione dell’Abc di svelare prematuramente l’arcano delitto. Da questo sentimento la scelta di lavorare ad un lungometraggio libero da costrizioni e misteri da svelare, per lasciarsi alle spalle quella seconda stagione conclusa a malincuore. Fuoco cammina con me si apre, non a caso, con un televisore distrutto e con il messaggio di Gordon Cole all’agente Desmond tramite il siparietto di Lil. Capitolo chiuso con la tv e attenzione a quello che vedrete perché, a volte, ciò che appare irreale o insensato potrebbe avere una spiegazione da decifrare.

Concetto applicabile anche ai segreti di Laura Palmer. Lei è la Homecoming Queen, la protagonista che non era mai potuta essere. Il suo corpo è più vivo che mai, entriamo nel suo inconscio, possiamo comprenderne il dramma. Per restare in ambito televisivo, se Scully e Mulder avessero indagato su questo esemplare X-files – o meglio dire Blue Rose Case – Dana avrebbe avuto tutti gli elementi per stabilire che le visioni della ragazza erano frutto dell’assunzione di droga e di una violenza domestica consumata negli anni.  Fox Mulder, al contrario, sarebbe stato il primo a trovare la Loggia Nera, a sedersi attorno a un tavolo di formica verde, insieme a un nano danzante e a un bambino mascherato, per scoprire la verità su Bob e Mike… sulla scomparsa degli agenti Desmond e Jeffries.

In Fuoco cammina con me due mondi convergenti convivono perfettamente. L’Altro Posto soprannaturale, che custodisce i misteri del grande regista, non compromette “una storia vera” sulla tragedia di una sfortunata diciassettenne di  provincia. Un’opera assoluta, a prescindere da I segreti di Twin Peaks.

EXTRA.  A venticinque anni di distanza, in un qualsiasi mercatino delle pulci vi capiterà di trovare una t-shirt usata con su scritto “Have u seen this man?” e il volto di Bob. L’impatto culturale di Twin Peaks è stato eccezionale, anche fuori dagli Stati Uniti. Ripensando ai film più importanti che Lynch realizzerà in seguito (Strade perdute e Mulholland drive) si può notare come tutti i topoi della serie tv e di Fuoco cammina con me  ritornano in modo esplicito quasi fossero una base simbolica di riferimento comunemente riconosciuta. In rete si possono contare centinaia di forum che discutono i misteri rimasti irrisolti. Il film non risponde a quelli lasciati in sospeso dalla serie tv ma ne propone nuovi, non tutti comprensibili. Per i Guerrieri Solitari, amici di Mulder e fan di Lynch eccone alcuni: che senso ha la frase detta dal custode Carl a Chester Desmond  (I’ve already gone places, I just want to stay around)? Chi uccide Bobby nel bosco quando va a prendere la cocaina? A chi  si riferisce l’agente Jeffries quando parla di Judy ? E’ la stessa Judy che sussurra la scimmia nella Loggia Nera? E il “gesto” indiano del Nano che riecheggia in vari momenti del film? Il tavolo di formica verde? L’angelo? La maschera del bambino? Garmonbozia? Elettricità?

Molte di queste domande ce le poniamo durante l’incontro tra Cooper e l’agente Jeffries (David Bowie) e nel successivo sogno di Cooper (una delle scene più enigmatiche del film). Rimasta nella memoria, tanto quanto i protagonisti della serie, la colonna sonora di Angelo Badalamenti. Qui le note di Dance Of The Dream Man in un omaggio de I Simpson. Nella parte finale, in cui manca l’audio, Homer dice: “Brilliant, I’ve no idea what’s going on”!

Twin Peaks, dalla serie al film
4.8 5 96%

One Comment

  1. Bibb8 says:

    Forse vado off topic, ma io sono uno di quelli che si è inca**ato a morte quando hanno mandato in vacca anni di pubblicazioni su Serialmente! Uno spreco immenso, non potevo credere ai miei occhi

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

adidas yeezy boost 350 turtle dove transcends sneakers adidas yeezy 350 boost turtle dove restock re release adidas yeezy 350 boost black release date yeezy 350 boost low yeezy boost 350 pirate black yeezy boost 350 low adidas yeezy boost 350 v2 black white yeezy boost 350 moonrock adidas yeezy 350 boost moonrock release date moonrock yeezy 350 boost legit real fake on foot look adidas yeezy boost 350 oxford tan adidas yeezy boost 350 v2 zebra another look adidas yeezy boost 350 oxford tan even more images yeezy 350 moonrock release date adidas yeezy 350 boost black adidas yeezy 350 boost low heres where you can cop the black adidas yeezy 350 boost low adidas yeezy 350 boost low adidas yeezy 350 boost 10 reasons why the adidas yeezy 350 boost will sell out instantly