adidas nmd city sock adidas nmd city sock adidas nmd city sock gum pack release date info adidas NMD R1 Trail adidas nmd city sock gum soles adidas nmd city sock gum pack adidas nmd city sock nmd city sock primeknit core blacklush blue adidas nmd city sock black gum where to buy adidas nmd city sock winter wool adidas nmd city sock primeknit s79150 core black adidas nmd city sock core black adidas nmd primeknit city sock black adidas nmd city sock core black lush blue release date adidas NMD R1 PK adidas nmd chukka receives og colorway NMD City Sock PK adidas nmd chukka 2 adidas NMD R1 Triple Black comparing og adidas nmd r1 nmd chukka

In questo numero

Vi perdono ma inginocchiatevi

lunedì 21 Maggio, 2012 | di Valentina Cauteruccio
Vi perdono ma inginocchiatevi
Serie TV
0
Facebooktwittergoogle_plusmail
Voto autore:

Memoria corta
Quelle del titolo sono le parole che la vedova Schifani pronuncia durante i funerali del marito, degli altri due uomini della scorta – Antonio Montinaro e Rocco Dicillo – del magistrato Giovanni Falcone e della moglie Francesca Morvillo.

Si rivolge agli uomini della mafia che sicuramente sono in quella chiesa, concedendogli il suo perdono, ma loro si devono mettere in ginocchio.
Questo vuole raccontare il regista Claudio Bonivento, nella prima fiction realizzata da La7, non vuole descrivere il percorso del giudice Falcone (che nessuno dimenticherà) ma la vita di quei tre uomini della scorta che saltarono in aria insieme a lui, i tre poliziotti che dovevano proteggerlo, ma che furono davanti a un attentato di tali proporzioni. Il regista racconta le loro vite attraverso le persone che sono rimaste a piangerli, li racconta con le voci delle vedove, dei figli e dei genitori che ancora aspettano il ritorno del proprio figlio dal lavoro, con la tavola apparecchiata.
Bonivento si basa sul libro di Rosaria Costa (vedova Schifani rimasta sola a 22 anni e con un figlio di quattro mesi) e Felice Cavallaro per raccontare la storia parallela e orbitante dei tre giovani, che insieme ai magistrati Falcone e Morvillo, sono diventati inconsapevoli protagonisti di un pezzo di storia italiana, quella storia fatta di sotterfugi, sangue e morti eccellenti.
Il film è stato realizzato per commemorare i vent’anni dalla strage di Capaci, e – mai come in questi giorni – salta agli occhi l’attualità di questi fatti.
C’è qualche difetto stilistico, qualche accenno di retorica in più come la scelta di non utilizzare i documenti reali, ma di trasformare in fiction anche il momento dei funerali, ma il tutto passa in secondo piano; in primo piano rimane il bisogno di raccontare la nostra storia. Perché purtroppo abbiamo sempre la memoria troppo corta.

Vi perdono ma inginocchiatevi
VOTA IL FILM

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

adidas yeezy boost 350 turtle dove transcends sneakers adidas yeezy 350 boost turtle dove restock re release adidas yeezy 350 boost black release date yeezy 350 boost low yeezy boost 350 pirate black yeezy boost 350 low adidas yeezy boost 350 v2 black white yeezy boost 350 moonrock adidas yeezy 350 boost moonrock release date moonrock yeezy 350 boost legit real fake on foot look adidas yeezy boost 350 oxford tan adidas yeezy boost 350 v2 zebra another look adidas yeezy boost 350 oxford tan even more images yeezy 350 moonrock release date adidas yeezy 350 boost black adidas yeezy 350 boost low heres where you can cop the black adidas yeezy 350 boost low adidas yeezy 350 boost low adidas yeezy 350 boost 10 reasons why the adidas yeezy 350 boost will sell out instantly