adidas nmd city sock adidas nmd city sock adidas nmd city sock gum pack release date info adidas NMD R1 Trail adidas nmd city sock gum soles adidas nmd city sock gum pack adidas nmd city sock nmd city sock primeknit core blacklush blue adidas nmd city sock black gum where to buy adidas nmd city sock winter wool adidas nmd city sock primeknit s79150 core black adidas nmd city sock core black adidas nmd primeknit city sock black adidas nmd city sock core black lush blue release date adidas NMD R1 PK adidas nmd chukka receives og colorway NMD City Sock PK adidas nmd chukka 2 adidas NMD R1 Triple Black comparing og adidas nmd r1 nmd chukka

Questa settimana

Primer

mercoledì 9 marzo, 2011 | di Daniel Paone
Primer
Inediti
0
Facebooktwittergoogle_plusmail
Voto autore:

INEDITO – USA  2004

Viaggi low cost
Sai la storia di come la NASA abbia speso milioni di dollari per sviluppare quella penna che scrive in assenza di gravità? L’hai mai letta? –
Si. – E sai come la Russia ha risolto il problema? – Si, hanno usato una matita. – Esatto, una normale matita di legno.

Due ingegneri, che hanno inventato qualcosa simile ad un superconduttore, scoprono per caso la possibilità di usare quella “scatola” come macchina del tempo… ma è possibile tornare indietro nel passato senza modificare presente e futuro? Quanto è rischioso interferire con la vita dei propri “doppi”?PRIMER
Che viaggiare nel tempo fosse “imprudente”, lo aveva già detto, nel 1943, René Barjavel, scrittore di fantascienza, il quale ipotizzava che se un nipote tornasse indietro ed uccidesse suo nonno potrebbe rischiare di non nascere. Da qui, il celebre monito del Dott. Emmett Brown, in Ritorno al futuro, che riteneva il possibile incontro con “l’altro se stesso” un grave paradosso temporale dalle conseguenze disastrose. In seguito, la fantascienza si era per lo più adeguata a questa supposizione e la “censura cosmica”, di cui parlavano Stephen Hawking e Roger Penrose, era stata applicata anche al cinema nonostante decine di variazioni sul tema avevano provato a dare una loro interpretazione al “paradosso del nonno”. Basta ricordare Rotta verso la Terra, Timecop, Harry Potter e il prigioniero di Azkaban, FrequencyDonnie Darko ed ancora Lost, FlashForward.
Si può forse accusare Primer di non aggiungere molto al dibattito fantascientifico degli improbabili viaggi nel tempo, ma Shene Carruth, pur muovendosi su strade già percorse, riesce in un film affascinante con peculiarità difficilmente riscontrabili nel cinema sopracitato. Inventa un’opera costatagli 7000 dollari (una matita di legno in confronto alle “penne spaziali” prodotte da Hollywood) e lo fa con gli strumenti a lui più familiari (è il primo film di un ingeniere matematico) restituendo al pubblico una visione scientifica, autentica, ossessivamente volta alla ricerca di un realismo inoppugnabile anche quando costruisce una macchina del tempo con una marmitta catalitica o i tubi di un frigorifero. Le conversazioni, a volte tronche, prive di senso (al momento), dispettosamente ermetiche e quasi incuranti dello spettatore, non sono mai un gioco compiaciuto ma hanno il compito di ricondurre ogni piccolo tassello disordinato ad un puzzle da ricostruire, atteverso un linguaggio visivo non convenzionale ma in grado di essere funzionale alla storia. La suspence è creata da gesti apparentemente casuali, da brevi domande irrisposte; pause, silenzi e sguardi che con la stessa spontaneità svelano il rompicapo o ci prendono in giro costringendoci sempre alla massima concentrazione. Così, la storia della NASA, che Carruth racconta nel film, è in realtà una bufala, l’unico pezzo fuori dal mosaico per sottolineare con un pò d’orgoglio come è possibile essere creativi con pochi mezzi in un genere che oggi più che mai si rifugia in effetti speciali, 3D, spendendo milioni di dollari in ciò che non è essenziale, a discapito di fantasia ed immaginazione.

VOTA IL FILM

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

adidas yeezy boost 350 turtle dove transcends sneakers adidas yeezy 350 boost turtle dove restock re release adidas yeezy 350 boost black release date yeezy 350 boost low yeezy boost 350 pirate black yeezy boost 350 low adidas yeezy boost 350 v2 black white yeezy boost 350 moonrock adidas yeezy 350 boost moonrock release date moonrock yeezy 350 boost legit real fake on foot look adidas yeezy boost 350 oxford tan adidas yeezy boost 350 v2 zebra another look adidas yeezy boost 350 oxford tan even more images yeezy 350 moonrock release date adidas yeezy 350 boost black adidas yeezy 350 boost low heres where you can cop the black adidas yeezy 350 boost low adidas yeezy 350 boost low adidas yeezy 350 boost 10 reasons why the adidas yeezy 350 boost will sell out instantly