adidas nmd city sock adidas nmd city sock adidas nmd city sock gum pack release date info adidas NMD R1 Trail adidas nmd city sock gum soles adidas nmd city sock gum pack adidas nmd city sock nmd city sock primeknit core blacklush blue adidas nmd city sock black gum where to buy adidas nmd city sock winter wool adidas nmd city sock primeknit s79150 core black adidas nmd city sock core black adidas nmd primeknit city sock black adidas nmd city sock core black lush blue release date adidas NMD R1 PK adidas nmd chukka receives og colorway NMD City Sock PK adidas nmd chukka 2 adidas NMD R1 Triple Black comparing og adidas nmd r1 nmd chukka

In questo numero

Un sapore di ruggine e ossa

lunedì 8 Ottobre, 2012 | di Michele Galardini
Un sapore di ruggine e ossa
Speciale
0
Facebooktwittermail
Voto autore:

Jacques Audiard è uno dei pochi autori in circolazione che ancora vedono nel cinema un veicolo di racconti prima che un megastore di sensazioni. Lo ha confermato, in modo inappellabile, nel suo ultimo film Un sapore di ruggine e ossa, storia di una relazione improbabile e pericolosa fra un inaffidabile picchiatore dal cuore d’oro e una femme fatale costretta alla sedia a rotelle da un mostruoso incidente ittico, che è tutto tranne che una storia strappalacrime sulle barriere imposte dal caso (vedi il caso, a mio avviso sciagurato, di Million Dollar Baby).

La protagonista, Stephanie, perde entrambe le gambe a causa di uno scatto improvviso dell’orca che stava ammaestrando per uno spettacolo. Questa svolta drammatica, oltre a far emergere la sua vulnerabilità, la obbliga a proiettare la sua vita oltre un limite emotivo oltre che fisico rappresentato dalla sua bellezza.   Audiard ci lancia indizi subdoli sul simbolismo delle gambe, sia attraverso inquadrature appositamente tagliate, sia con rimandi ipertestuali (Alì, il protagonista che la salva, non era forse anche il nome del pugile che più di tutti dimostrò l’importanza del “gioco di gambe” come arma contro la potenza pura?) che ci preparano al vero centro nevralgico della narrazione. Ciò che vediamo sullo schermo non è l’assenza di una parte del corpo ma il suo prolungamento sovra-sensoriale, allo stesso modo per cui l’immagine filmica diegetica, oltre a rappresentare ciò che viene ripreso dalla macchina da presa, ci introduce a ciò che gli elementi dell’immagine proiettano oltre i limiti del quadro. Parafrasando McLuhan, ogni elemento del film si pone come “medium”, cioè protesi, prolungamento. Le gambe meccaniche con le quali Stephanie riesce a recuperare parte della sua mobilità danno il via ad un processo di fortificazione emotiva e fisica che investe non solo lei ma anche lo stesso Alì durante il combattimento a mani nude. Sam, Il figlio di Alì, è sia prolungamento delle incapacità del padre sia protesi delle braccia della stessa Stephanie, nel momento in cui la aiuta a camminare, divenendo suo bastone. Le gambe come prolungamento della sensualità femminile individuata prima in Stephanie e poi in tutte le altre donne della discoteca. Il visibile come prolungamento emotivo e fisico di un’assenza, così come il cinema lo è della realtà. Audiard descrive la parabola fantastica di un corpo che si è fatto medium e che si prolunga oltre la sua fine, proprio come una nota fantasma: udibile anche se non suonata.

Un sapore di ruggine e ossa [De rouille et d’os, Belgio/Francia 2012] REGIA Jacques Audiard.
CAST Marion Cotillard, Matthias Schoenaerts, Armand Verdure, Céline Sallette.
SCENEGGIATURA Jacques Audiard e Thomas Bidegain. FOTOGRAFIA Stéphane Fontaine. MUSICHE Alexandre Desplat.
Drammatico, durata 120 minuti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

adidas yeezy boost 350 turtle dove transcends sneakers adidas yeezy 350 boost turtle dove restock re release adidas yeezy 350 boost black release date yeezy 350 boost low yeezy boost 350 pirate black yeezy boost 350 low adidas yeezy boost 350 v2 black white yeezy boost 350 moonrock adidas yeezy 350 boost moonrock release date moonrock yeezy 350 boost legit real fake on foot look adidas yeezy boost 350 oxford tan adidas yeezy boost 350 v2 zebra another look adidas yeezy boost 350 oxford tan even more images yeezy 350 moonrock release date adidas yeezy 350 boost black adidas yeezy 350 boost low heres where you can cop the black adidas yeezy 350 boost low adidas yeezy 350 boost low adidas yeezy 350 boost 10 reasons why the adidas yeezy 350 boost will sell out instantly