adidas nmd city sock adidas nmd city sock adidas nmd city sock gum pack release date info adidas NMD R1 Trail adidas nmd city sock gum soles adidas nmd city sock gum pack adidas nmd city sock nmd city sock primeknit core blacklush blue adidas nmd city sock black gum where to buy adidas nmd city sock winter wool adidas nmd city sock primeknit s79150 core black adidas nmd city sock core black adidas nmd primeknit city sock black adidas nmd city sock core black lush blue release date adidas NMD R1 PK adidas nmd chukka receives og colorway NMD City Sock PK adidas nmd chukka 2 adidas NMD R1 Triple Black comparing og adidas nmd r1 nmd chukka

In questo numero

Vesna va veloce (1996)

sabato 26 Aprile, 2014 | di Vincenzo Palermo
Vesna va veloce (1996)
Film History
1
Facebooktwittermail
Voto autore:

SPECIALE CARLO MAZZACURATI
Frammenti esistenziali
Vesna corre, ma non va da nessuna parte. Osserva il mare che si confonde con l’azzurro dei suoi occhi, assenti e pieni di nostalgia. Qui si specchia, si tuffa e abbandona sogni e speranze fugaci. Frammenti del passato e spettri del presente, come quelli indagati dalla leggerezza compositiva di Mazzacurati, cantore delle solitudini del Nord-Est italico, delle sue inquietudini e di uno spazio-tempo colmo di amarezza e disillusione.

Che sia il viaggio di un comunista da Padova fino in toscana (Vagabondi), l’amore tormentato su un terreno da espropriare sul delta del Po (Notte italiana) o il proletario disincanto di due allevatori (Il toro), la realtà sociale, lucidamente analizzata dal cineasta padovano, è vivisezionata tra le rovine di due modelli economici: vestigia socialiste dell’est e galoppante globalizzazione occidentale. Dopo Un’altra vita, che guarda all’hinterland romano come antro cupo in cui si annidano malavita e prostituzione,mediacritica_vesna_va_veloce1a il toro che Franco e Loris cercano di piazzare sul mercato ungherese nel film del ’94 diventa metafora del capitalismo e allegoria della sopravvivenza, in una trilogia dell’est europeo che si chiude con la Ve(s)na malinconica del suo lavoro più intimista. Difficile restare indifferenti di fronte all’angelicata cecoslovacca dagli occhi blu e dal sorriso appena accennato. Figura evanescente, ai margini, come la varia umanità che affolla le periferie disagiate di Trieste e Rimini, “oggetto” sfuggente e quasi capitalizzato dalle truffaldine logiche affaristiche dei clan di quartiere. Vesna, che sceglie di restare in Italia a vagheggiare chimere offuscate all’orizzonte, costretta a prostituirsi per sopravvivere, è straniera per la comunità e per l’amica Magda, a cui scrive, mentendo, del lavoro appagante e redditizio che ha trovato nel belpaese. Tra amplessi meccanici e reticenze sentimentali, s’imbatte in Antonio (Albanese) che la salva dopo un’aggressione e la ospita in casa. Il sentimento sbocciato tra i due sarà ostacolato dai suoi silenzi e dal visto dell’immigrazione. Con intento poco conciliatorio e con centellinato e sfumato struggimento, il regista racconta di un’emarginata che lotta per restare a galla, nell’incontro/scontro fra culture diverse che modula il dramma dal sapore dolceamaro. Poco incisivo nella resa espressiva, ma pervaso da accorato lirismo, il racconto di de(formazione) della bionda dell’Est ricrea, in alcuni momenti, uno spazio fuori dal tempo e dal conflitto sociale: Vesna è sola, balla in spiaggia, scruta l’orizzonte e continua a correre, non si sa dove, mentre nel finale, al soleggiato litorale estivo, subentra un cielo plumbeo e una pioggia battente che sporca l’obiettivo e nasconde l’orizzonte. Il mare non c’è più.

Vesna va veloce [id., Italia/Francia 1996] REGIA Carlo Mazzacurati.
CAST Tereza Zajickova, Antonio Albanese, Silvio Orlando, Ivano Marescotti, Stefano Accorsi.
SCENEGGIATURA Umberto Contarello, Carlo Mazzacurati, Sandro Petraglia, Claudio Piersanti, Stefano Rulli. FOTOGRAFIA Alessandro Pesci. MUSICHE Jan Garbarek.
Drammatico, durata 92 minuti.

One Comment

  1. Martina says:

    Per gli amanti del cinema, attenzione, l’amica non si chiama Magda ma Martina (con l’accento sulla prima a).

    Grazie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

adidas yeezy boost 350 turtle dove transcends sneakers adidas yeezy 350 boost turtle dove restock re release adidas yeezy 350 boost black release date yeezy 350 boost low yeezy boost 350 pirate black yeezy boost 350 low adidas yeezy boost 350 v2 black white yeezy boost 350 moonrock adidas yeezy 350 boost moonrock release date moonrock yeezy 350 boost legit real fake on foot look adidas yeezy boost 350 oxford tan adidas yeezy boost 350 v2 zebra another look adidas yeezy boost 350 oxford tan even more images yeezy 350 moonrock release date adidas yeezy 350 boost black adidas yeezy 350 boost low heres where you can cop the black adidas yeezy 350 boost low adidas yeezy 350 boost low adidas yeezy 350 boost 10 reasons why the adidas yeezy 350 boost will sell out instantly